EuroLega, 14ª giornata: Il Real Madrid domina, crolla e vince dopo 2 overtime contro un coriaceo Panathinaikos

Partita dai due volti per il Real Madrid. Prima domina, poi crolla e rivince la partita dopo due sofferti overtime.

di Matteo Andreani, @matty_vanpersie

Il Real Madrid fa visita al Panathinaikos ad OAKA per una notte di EuroLega scintillante. Settimana di doppio turno, quindi molto impegnativa per entrambe le squadre.

QUINTETTO PANATHINAIKOS: Foster, Mack, White, Papapetrou, Papagiannis.

QUINTETTO REAL MADRID: Laprovittola, Abalde, Deck, Randolph, Tavares.

Molta più energia e molta più grinta per il Panathinaikos in questo primo quarto. Il Real Madrid parte mollo e soffre il gioco fisico dei greci. Papagiannis versione dominatore sotto canestro, vince momentaneamente con grande sorpresa, in questo primo quarto la sfida dei giganti con Tavares. Il Real Madrid sbanda ma si riprende al termine del primo quarto con un ottimo Anthony Randolph.

Nel secondo quarto, la qualità del gioco non migliora anzi… peggiora decisamente. Le due squadre fanno una fatica immensa a trovare la via del canestro ed è una gara a chi sbaglia di più. Bentil fa sentire i muscoli al giovane Garuba ed è un problema nell’area madrilena finché non torna un certo Edy Tavares. Il centro del Madrid si sveglia e ritorna il più dominante in Europa, fattore che ha già dimostrato ampiamente di avere dalla sua parte. 9% per il Panathinaikos e 18% per il Real Madrid dalla lunga distanza, fotografia ben chiara di questo primo tempo.

Gettyimages

Al rientro in campo, il Madrid gioca da Madrid e in un amen è +13. Anthony Randolph e Walter Tavares fanno quello che vogliono dentro e fuori il pitturato, con il Panathinaikos in piena emergenza difensiva e senza una soluzione per arginare il duo madridista. Ioannis Papapetrou prova a tenere a galla il PAO. Il capitano dei verdi ha un motto di orgoglio sul finale di quarto che carica tutta la squadra.

A sorpresa, grazie a Papapetrou e a un Nedovic caldissimo in questa ultima frazione, abbiamo un finale di partita punto a punto con il Panathinaikos tornato a stretto contatto dopo essere sprofondato oltre la doppia cifra di svantaggio. Il Real Madrid a sorpresa, molla completamente il colpo. I madrileni, forse convinti che fosse sufficiente il buon terzo quarto, hanno giocato una partita molto brutta sin qui ma che li vedeva comodamente avanti. A 3 minuti dal termine, è perfetta parità. Il Panathinaikos sbaglia di meno e si ritrova avanti di 2 lunghezze a 1 minuto dal termine. Il Real Madrid nell’ultima azione, salva la baracca e evita una clamorosa sconfitta dopo aver dominato per lunghi tratti, grazie ad un lay-up di Sergio Llull. Il veterano trova i due punti che forzano la partita all’overtime, dato che la preghiera di Nedovic nel finale non vede il canestro.

Il supplementare non serve a rinvigorire un Real Madrid pessimo. 5-0 per il Panathinaikos che vola sulle ali del duo Nedovic – Papagiannis. Il Madrid spalle al muro reagisce e trova protagonisti inaspettati. Abalde e Thompkins (uomo storicamente dai tiri importanti) segnano canestri fondamentali e mettono la freccia per gli ospiti. A 60 secondi dal termine, è di nuovo Nedovic a pareggiare, in un finale incandescente. Abalde è onfire e con una penetrazione in rovesciata segna il canestro che potrebbe rivelarsi quello della vittoria per il Real Madrid. Ma il PAO non muore mai e trova un salvatore inaspettato. Eleftherios Bochoridis con un 2 su 2 ai tiri liberi forza la partita al secondo overtime.

Il secondo overtime è una guerra di nervi. Gli uomini di Laso dimostrano più esperienza e più capacità di gestire i momenti decisivi rispetto ad un Panathinaikos comunque eroico. Il giocatore decisivo di questo secondo overtime? Sempre un Alberto Abalde scatenato. L’ex Valencia segna tutti i punti decisivi di un Madrid che soffre enormemente ma porta a casa una preziosa vittoria ad OAKA in un frizzante martedì di EuroLega.

 

PANATHINAIKOS ATHENS – REAL MADRID 93-97 (15-14, 14-19, 19-23, 20-12, 25-29)

MVP BasketInside: Waltar Tavares

PANATHINAIKOS: Nedovic 27, Papapetrou 18, Papagiannis 14, Bentil 13, Mack 6, Bochoridis 4, Mitoglou 4, Sant-Roos 4, White 2, Foster 1. All: Vovoras.

REAL MADRID: Tavares 20 (14 rimbalzi), Abalde 19, Randolph 18, Thompkins 12, Carroll 11, Deck 6, Llull 6, Causeur 4, Fernandez 1, Garuba, Laprovittola, Taylor. All: Laso

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy