EuroLega, 14ª giornata: Olimpia Milano a due facce. Domina, poi crolla contro il Real Madrid

EuroLega, 14ª giornata: Olimpia Milano a due facce. Domina, poi crolla contro il Real Madrid

L’Olimpia Milano gioca un grande primo tempo a Madrid ma non è sufficiente. Il Real Madrid ribalta la partita nella ripresa, vincendo da grande squadra.

di Matteo Andreani, @matty_vanpersie

Partita di cartello in EuroLega tra un’Olimpia Milano in difficoltà in questo momento della stagione e un Real Madrid corre a mille all’ora. Partita speciale per il Chacho Rodriguez, il quale torna nella sua Madrid dove lo ha visto protagonista di numerosi trionfi.

 

QUINTETTO REAL MADRID: Causeur, Campazzo, Deck, Randolph, Tavares.

QUINTETTO OLIMPIA MILANO: Micov, Cinciarini, Burns, Brooks, Scola

 

PRIMO QUARTO:

Che bel inizio per l’Olimpia Milano. I ragazzi di Ettore Messina seguono il piano partita, già anticipato dallo stesso coach, e mantenendo il ritmo e difendendo duro. Nessun tiro da 3 per l’Olimpia e un gioco perimetrale che funziona bene, con la calma e la pazienza in primo piano. Il Real Madrid soffre a rimbalzo e trova subito un Tavares con 2 falli. Molto bene l’Olimpia, che subisce una leggera rimonta del Real Madrid nel finale di quarto e non rende giustizia il solo +3 dopo 10 minuti di gioco.

SECONDO QUARTO:

L’Olimpia Milano non molla, anzi continua a giocare molto bene e aumenta il vantaggio, di fronte ad un Real Madrid in netta difficoltà. I Madrileni tirano tantissimo da 3 punti, Milano praticamente mai. La prima tripla tentata (e segnata) è di Micov al 13esimo minuto. Il Real soffre il ritmo basso imposto dagli ospiti, ritmo controllato alla perfezione sin qui. Micov è super in questo primo tempo, già a quota 13, confermando il suo gran momento di forma. Laso prova a scuotere il Madrid, il quale è nettamente bloccato e in difficoltà in questo primo tempo. Si va al riposo lungo con i ragazzi di Messina sul +9, autori di una grandissima prestazione sin qui.

TERZO QUARTO:

Come prevedibile, il Real Madrid cerca di reagire, giocando a ritmi alti e cercando il contropiede con più continuità. La squadra di Pablo Laso aumenta i giri della difesa, costringendo Milano a forzare molti tiri. Anthony Randolph è scatenato in attacco, trovando ritmo con il tiro da 3 punti. L’ex Warriors è un attaccante illegale in EuroLega e anche stasera lo sta dimostrando. L’americano e Gabriel Deck nel finale di quarto, sono i protagonisti del parziale madrileno che riporta avanti i padroni di casa a 10 minuti dal termine. Ennesimo terzo quarto orribile per l’Olimpia Milano in questa EuroLega.

ULTIMO QUARTO:

Inerzia completamente ribaltata, due partite differenti tra primo e secondo quarto. L’attacco di Milano non trova più i buoni tiri che era in grado di costruire nel primo tempo, mentre il Real Madrid segna con facilità. Il Chacho Rodriguez non è nella sua miglior serata, di fronte alla sua Madrid e Milano ne risente. Campazzo è il solito super assistman, in grado di mettere in ritmo chiunque in una serata delle sue. L’Olimpia Milano è aggrappata al suo top scorer, quel Vladimir Micov indispensabile in questa squadra. Grandi percentuali al tiro per il serbo, in particolare da 3 punti. Se l’Olimpia non crolla, il merito è quasi interamente di Micov. Milano tenta il tutto per tutto ma non è sufficiente. Il Real Madrid gestisce abilmente il vantaggio nel finale e trova una grande vittoria. Grande, perché dopo un primo tempo così, vincere una partita del genere è solo da grandissima squadra come lo è il Real Madrid.

 

REAL MADRID – OLIMPIA MILANO 76-67 (18-21, 12-18, 24-13 )

 

MVP BasketInside – Anthony Randolph. Palma da condividere con Facundo Campazzo. Premiamo l’americano perché nel primo tempo è uno dei pochi in attacco a mantenere in piedi il Real Madrid. Nel secondo tempo è sempre pericoloso oltre ad un essere un fattore anche in area, sia difensivamente che offensivamente.

 

REAL MADRIDCauseur, Randolph 16, Fernandez 4, Campazzo 7 (12 assist), Laprovittola 7, Deck 13, Carroll, Tavares 7, Mickey 15, Thompkins, Taylor 3, Mejri 4.

OLIMPIA MILANO: Mack 2, Micov 22, Biligha, Gudaitis 9, Moraschini, Roll 4, Rodriguez 6, Tarczewski 8, Cinciarini, Burns, Brooks 2, Scola 11. All: Messina

 

PROGRESSIVI: 18-21, 30-39, 54-52

 

Clicca qui per gli altri recap di EuroLega.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy