EuroLega, 14ª giornata: Zalgiris show, il Baskonia crolla a Kaunas

La squadra lituana domina la gara e annichilisce il Baskonia, conquistando la seconda vittoria consecutiva. Non basta Fall agli ospiti, autore di 14 punti e 4 rimbalzi.

di Gaetano Cantarero

Gara da metà classifica a Kaunas, per due squadre che cercano un posto ai play-off. I padroni di casa hanno ritrovato il successo in Europa dopo oltre due mesi di difficoltà e sconfitte, mentre il Baskonia non riesce a trovare continuità e si trova con sei vinte e sei perse oltre alla gara da recuperare in casa dell’Alba Berlino.

Quintetto Zalgiris: Walkup, Grigonis, Milaknis, Hayes, Lauvergne

Quintetto Baskonia: Henry, Giedraitis, Sedekerskis, Polonara, Fall

ZALGIRIS KAUNAS 92 – 73 BASKONIA (25-22; 44-36; 68-47)

Inizio di gara equilibrato a Kaunas, con Polonara che scalda subito le mani e spara la prima tripla a bersaglio dopo poco più di un minuto. Lo Zalgiris mette per la prima volta il naso avanti al 4′, dall’altra parte è Fall ad entrare praticamente in tutte le azioni offensive degli ospiti. Il protagonista del primo quarto è, per distacco Marius Grigonis, tre triple e due assist in cinque possessi consecutivi con i padroni di casa che guidano 17-13. Il Baskonia prova a rientrare, si affida a Zoran Dragic e dopo dieci minuti il tabellone recita 25-22 Zalgiris.

La squadra di coach Schiller dimostra di averne di più e crea il plus soprattutto in fase difensiva, complicando le scelte del Baskonia. Il vantaggio si allarga anche con la gara che resta a basso punteggio, 35-29 al 14′. I tre minuti successivi sono, se possibile, ancora più brutti con la sola tripla di Walkup da segnalare. Polonara torna a segnare e riporta i suoi sotto di 6, ma Rubit e Milaknis riportano il vantaggio in doppia cifra. Nel finale di tempo segna Vildoza dall’arco per il 44-36 con cui le squadre tornano negli spogliatoi.

Al rientro dalla pausa lunga le squadre sono lente e imprecise, Polonara risponde a Milaknis e fino al 23′ niente da registrare. Quando si torna a segnare, però, è ancora lo Zalgiris a essere più concreto e a volare fino al +15, 55-40, con Milaknis e Jankunas. Peters prova a mettere una pezza alla fuga dei padroni di casa, ma il Baskonia non riesce a contenere gli attacchi della squadra di Schiller, con Lekavicius e Lauvergne che chiudono praticamente la pratica, con il punteggio 68-47 a dieci minuti dal termine.

Getty Images

L’ultimo periodo serve per dare minuti alle riserve e per cercare di sistemare le statistiche individuali. Tranne Blazevic, tutto il roster dello Zalgiris va a segno, mentre è Fall l’unico giocatore che prova a contenere la distanza tra le due squadre essendo di gran lunga il migliore dei suoi. Il canestro di Lauvergne al 35′ vale il +25, 79-54, poi i padroni di casa si rilassano e il vantaggio si riduce di poco, con gli ospiti che riducono il gap fino al -19. Il finale a Kaunas è 92-73, con la seconda vittoria consecutiva per lo Zalgiris. Troppo poco ha fatto, invece, il Baskonia per provare ad impensierire le altre compagini di EuroLega.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy