Eurolega 15ª giornata: Antipasto di Playoffs a Bologna! Cuore, orgoglio e un Hackett monumentale, Virtus che rimonta contro l’Olympiacos

0
Toko Shengelia
Virtus Segafredo Bologna Twitter

In Eurolega inizia oggi un’altra settimana con due partite a testa, ed inizia con il big match di Bologna dove la Virtus ospita i greci dell’Olympiacos. Partiti male in questa stagione, i ragazzi di coach Bartzokas hanno agganciato il treno che porterebbe ai Playoff.

QUINTETTO VIRTUS BOLOGNA: Hackett, Belinelli, Cordinier, Shengelia, Dunston

QUINTETTO OLYMPIACOS PIRAEUS: Walkup, Canaan, Papanikolaou, Peters, Fall

Pronti, via! e i greci si ritrovano subito sullo 0-6 ma un gioco da 4 di Cordinier scuote l’ambiente Virtus. Che però non lo segue particolarmente ed è lo stesso francese a tenere a contatto i suoi con 9 punti nei primi 12 di Bologna. Olympiacos fa il gioco e le Vu Nere inseguono, con Lundberg che all’ultimo secondo si guadagna i liberi per il 17-19 che chiude la prima frazione.

I problemi in attacco della Virtus continuano nel secondo quarto, mentre i greci volano grazie a Milutinov e Larentzakis. Si aggiunge poi Petrusev con 4 punti consecutivi che firmano il massimo vantaggio esterno sul 22-35 dopo 16′. Hackett prova a suonare la carica dopo il timeout, ma i greci chiudono l’area perfettamente e non concedono nulla ai ragazzi di coach Banchi. Peters dall’arco conclude un grande primo tempo per l’Oly, avanti 28-40 alla Virtus Segafredo Arena.

É una Virtus Bologna completamente trasformata quella che entra in campo nel secondo tempo, anche perché fare peggio al tiro del primo tempo è praticamente impossibile. Toko Shengelia cambia passo, l’aggressività sale e un Marco Belinelli finalmente in partita sono la chiave del primo strappo Virtus che ricuce lo scarto a 6 punti a metà quarto. L’Olympiacos però non si disunisce, è molto bravo a chiudere l’area e a rimbalzo dove domina dall’inizio. Gli extrapossessi dei greci, le percentuali al tiro (in particolare da 2 punti) della Virtus riportano l’Olympiacos in gestione della partita nel finale di quarto, ma in particolare a 8 punti di vantaggio con 10 minuti di gioco rimasti.

Nonostante le brutte percentuali, Bologna non molla e resta aggrappata alla partita, di puro cuore e volontà. I greci fanno la voce grossa nel pitturato con il duo Fall – Milutinov, entrambi dominanti e con il serbo in doppia doppia. Una difesa dura, a volte oltre il limite e l’impatto di Dobric esaltano la Virtus e la Segafredo Arena per il -2 e una partita tutta da risolvere ancora. Daniel Hackett ruba e va a segnare in contropiede rispondendo subito ad un’importantissima tripla di Larentzakis. Finale emozionante, a 2 minuti dal termine è perfetta parità a quota 67. Daniel Hackett è magnifico nel finale. Prima segna un jumper importantissimo per il +2, poi subisce uno sfondamento fondamentale da Walkup. La preghiera di Larentzakis si spegne sul ferro, VITTORIA VIRTUS BOLOGNA!

Con la sconfitta del Barça, è secondo posto solitario in EuroLeague.

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA – OLYMPIACOS PIREO 69-67 (17-19, 28-40, 47-55)

MVP BasketInside: D.Hackett

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA: Hackett 8, Belinelli 12, Cordinier 13, Shengelia 6, Dunston 3, Lundberg 5, Dobric 10, Pajola 3, Cacok 7, Polonara 2, Abass , Smith NE. All: Banchi

OLYMPIACOS PIRAEUS: Walkup 3, Canaan 6, Papanikolaou 5, Peters 7, Fall 12, Larentzakis 13, Milutinov 10 (10 rimbalzi), Williams-Goss 2, Petrusev 4, Brazdeikis 5, McKissic, Sikma NE. All: Bartzokas