EuroLega, 15ª giornata: L’Olimpia Milano si affida alla vecchia guardia. Rodriguez – Hines regolano il Panathinaikos

0
Olimpia Milano
EuroLeague.net

Tempo di conferme per l’Olimpia Milano in EuroLega contro il Panathinaikos, dopo la buona vittoria in terra monegasca della prossima settimana. Oggi la squadra di Ettore Messina affronta una grande del basket europeo, sicuramente non in uno dei suoi migliori momenti della storia e fra 2 giorni arriva il Real Madrid, colpito dal Covid proprio in giornata.

QUINTETTO OLIMPIA MILANO: Delaney, Daniels, Shields, Melli, Hines.

QUINTETTO PANATHINAIKOS: Macon, Sant-Roos, White, Papapetrou, Papagiannis.

Il primo quarto inizia con le due difese decisamente “ballerine” in una partita dal ritmo piacevole ma tutt’altro che di grande qualità in questa prima parte della partita. Daryl Macon continua il suo gran periodo di forma e firma 9 dei 13 punti iniziali del PAO. L’Olimpia attacca bene, difende un pò meno bene. In attacco da segnalare il buon inizio di Troy Daniels, subito cercato e subito a segno dalla lunga distanza. L’Olimpia oltre Daniels, fatica a trovare ispirazione in attacco. Non che il Panathinaikos sia stellare, ma meglio dell’Olimpia si in questo inizio di gara. Greci avanti di 4 lunghezze dopo 10 minuti di gioco.

Energia dalla panchina per l’Olimpia Milano con il Chacho Rodriguez. Lo spagnolo mette in ritmo compagni e segna dalla lunga distanza per il vantaggio milanese. Il Panathinaikos si inceppa offensivamente senza Macon e l’Olimpia sfrutta subito l’occasione. Punteggio bassissimo sin qui, ma Olimpia leggermente superiore ai greci nei primi 20 minuti. Il finale di Shavon Shields, ben aiutato da Daniels e Melli, permette alla squadra di casa di chiudere avanti di 4 lunghezze. Da segnalare l’ottima difesa dell’Olimpia che ha tenuto il PAO a soli 10 punti segnati nel secondo quarto.

Parte forte l’Olimpia Milano al rientro in campo dopo l’intervallo lungo. Kyle Hines, con l’elisir dell’eterna giovinezza, porta a scuola i lunghi del Panathinaikos ed è il principale autore del parziale di 7-0 che è sinonimo di primo tentativo di fuga per la squadra milanese. Sergio Rodriguez illumina l’attacco milanese, con 7 assist ed è proprio alla spagnolo che Milano mette la sesta e lancia la fuga. Il Panathinaikos non ha contromisure al duo Rodriguez – Hines e dopo 3 quarti, a meno di clamorosi scossoni, l’Olimpia si assicura un vantaggio che dà serenità, con 15 punti di vantaggio a 10 minuti dal termine.

Il Panathinaikos prova a limitare i danni nell’ultimo quarto, ma Devon Hall ha deciso che si deve chiudere qui ogni discorso. Le triple dell’ex Bamberg, scatenato in questa ultima frazione, mettono a tacere ogni possibile discorso di rimonta da parte dei greci, anche se già prima sembrava un esito scontato. Panathinaikos che continua a navigare in fondo alla classifica di EuroLeague, mentre l’Olimpia ritrova la vittoria di fronte al pubblico di casa in EuroLega dopo aver vinto anche venerdì scorso a Montecarlo contro Monaco.

Si torna in campo fra 48h contro il Real Madrid, sempre al Forum.

OLIMPIA MILANO – PANATHINAIKOS 75-54 (15-19, 18-10, 24-13, )

MVP BasketInside: Kyle Hines.

OLIMPIA MILANO: Melli 9, Grant 2, Rodriguez 6, Tarczewski, Ricci, Hall 19, Delaney 7, Daniels 9, Shields 9, Hines 14, Bentil, Datome. All: E.Messina

PANATHINAIKOS: Perry 7, Macon 14, Papagiannis 4, Bochoridis 3, Kavvadas, Papapetrou 5, Kaselakis 6, White 6, Avdalas, Evans 5, Mantzoukas, Sant-Roos 4. All: D.Priftis.