EuroLega, 15ª giornata: Torna alla vittoria il Panathinaikos, battuto l’Alba Berlino

Vittoria casalinga che vale tanto per la classifica e tanto anche per il morale. Il Pana vince dopo tre sconfitte consecutive contro l’Alba Berlino che non riesce ad entrare quasi mai in partita.

di Gaetano Cantarero

Il Panathinaikos ospita l’Alba Berlino nel quindicesimo turno di EuroLega e sa di non avere alcuna chance di errore. La squadra greca ha totalizzato appena quattro vittorie nelle prime tredici gare e l’avventura europea deve subire una svolta per provare a tornare competitivi nella zona play-off. L’Alba, dal canto suo, viene da quattro partite vinte nelle ultime cinque e vuole sfruttare le difficoltà del Pana per salire ancora in classifica.

Quintetto Panathinaikos: Sant-Roos, Nedovic, Papapetrou, Bentil, Papagiannis

Quintetto Alba Berlino: Siva, Granger, Olinde, Sikma, Nikic

PANATHINAIKOS 92 – 69 ALBA BERLINO (25-18; 39-32; 66-52)

Inizio di gara promettente per l’Alba Berlino che nei primi due minuti va avanti 4-0 grazie a Sikma. La risposta del Pana è firmata Papapetrou, con la tripla di Sant-Roos al 4′ che vale il 10-6. I padroni di casa sfruttano le doti fisiche di Papagiannis nel pitturato, con due canestri e una stoppata in poco più di trenta secondi, Foster spara dall’arco e l’Alba sprofonda sul -9. La reazione, comunque, degli ospiti non si fa attendere, Lo si mette in proprio e riporta i suoi sul -1, 19-18, ma il finale di quarto è firmato Pana con due bombe dall’arco di Papapetrou e White per il 25-18.

Lo schema della partita è uguale anche nel secondo periodo. Il Pana cerca di dare qualche strappo al match, con Papapetrou sugli scudi, ma gli ospiti si affidano a Sikma per rimanere in partita, con il 29-26 al 13′. Il canestro di Schneider a metà quarto, che vale il -2, sembra il preludio del sorpasso dell’Alba Berlino ma gli ospiti, praticamente, non vedono più il canestro dal campo e subiscono i canestri dei greci che sfruttano le difficoltà offensive dei tedeschi per andare al riposo sul 39-32.

Al rientro dagli spogliatoi subito ritmo alto e quattro triple per le due squadre, con il parziale da 9-3 per i padroni di casa. Sikma è una spinta fondamentale per l’Alba ma il Pana gioca bene, sfrutta la serata positiva di Sant-Roos e vola sul +14 con il canestro di Nedovic al 27. Olinde prova a metterci una pezza nel finale di quarto, ma ancora Nedovic con il supporto di Kaselakis provano a chiudere la questione già al 30′. Le squadre si presentano al periodo finale sul 66-52 in favore del Pana.

Getty Images

L’Alba Berlino è chiamato agli straordinari per provare, almeno, a ribaltare le cose e nella prima metà del quarto periodo ci prova sul serio. Mattiseck, Giffey e Siva segnano con continuità, il Pana non riesce a replicare davanti e gli ospiti dimezzano lo svantaggio, portandosi sul -7 a 4:14 dalla fine, 76-69. La gara sembra aperta ma dal canestro di Siva del -7, l’Alba Berlino non segna più fino a fine partita, subisce un pesantissimo 16-0 di parziale dai greci e affonda fino al 92-69 con cui si chiude il match.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy