EuroLega, 17ª giornata: Olimpia Milano, il cuore ogni oltre ogni difficoltà. Voigtmann, Melli e Flaccadori abbattono il Baskonia

0
Olimpia Milano Baskonia
Olimpia Milano Twitter

Olimpia Milano e Baskonia si sfidano nell’ultima giornata di andata di EuroLega. L’Olimpia arriva a questa partita super incerottata, con l’ultima defezione, importantissima, di Shavon Shields.

QUINTETTO OLIMPIA MILANO: Flaccadori, Hall, Melli, Voigtmann, Hines.

QUINTETTO BASKONIA: Miller-McIntyre, Marinkovic, Diez, Sedekerskis, Kotsar.

Parte fortissimo l’Olimpia Milano, il quale dimenticandosi delle numerose assenze, gioca benissimo in questo inizio di gara con grande grinta e concentrazione. Il duo Flaccadori – Voigtmann sugli scudi sin da subito, per un parziale che supera la doppia cifra di vantaggio per i milanesi. Soffre il Baskonia, che probabilmente non si aspettava una partenza così forte dei padroni di casa. Super Voigtmann, già flirtando con la doppia doppia dopo soli 10 minuti di gioco, a quota 8 punti e 8 rimbalzi. +8 Olimpia al termine del primo quarto.

Che partenza nel secondo quarto per l’Olimpia! Gli uomini di Ettore Messina non accennano a diminuire l’intensità e con un paio di rubate consecutive, figlie di una grande difesa, vola sul +14. Il Baskonia è stordito, perde tante palle e in difesa concede tantissimo. Nicolò Melli è eccezionale, segna oltrepassando con facilità la doppia cifra personale, fa il playmaker aggiunto ed è la solita certezza in fase difensiva. Voigtmann, Melli, Flaccadori ma un’intera Olimpia Milano ai limiti della perfezione in questi primi 20 minuti. +14 per una Milano che va al riposo in pieno comando della gara.

La pausa lunga non influisce sullo stupendo stato di forma dell’Olimpia Milano che continua a spingere sul pedale dell’acceleratore. Melli e Voigtmann continuano a segnare con grande facilità di fronte ad un Baskonia a dir poco irriconoscibile. I baschi concedono di tutto all’Olimpia Milano crollando oltre i 20 punti di scarto in una partita perfetta dei padroni di casa sin qui. Nel momento di massimo vantaggio, Milano si “riposa” , passando a vuoto per alcuni minuti con ovvia stanchezza che comincia a farsi sentire. Il parziale di Baskonia limita i danni nel finale, con “soli” 12 punti di scarto in favore dell’Olimpia Milano a 10 minuti del termine.

Con la stanchezza e le rotazioni corte, l’Olimpia Milano si trova di fronte al tentativo di rimonta di Baskonia il quale torna sotto la doppia cifra di svantaggio nonostante la pessima serata sin qui. Tanti errori in quest’ultimo quarto da parte di entrambe le squadre, ma cosa più importante è il cronometro che passa per l’Olimpia Milano, ancora a +10 con 5 minuti circa da giocare. Devon Hall non riesce a segnare, incredibilmente ancora a quota 0, ma è fondamentale in difesa con un super lavoro sulle guardie del Baskonia. Nel finale l’Olimpia Milano è brava a gestire il vantaggio accumulato per un Baskonia che ci prova più di volontà che di organizzazione.

Super vittoria per l’Olimpia Milano, soprattutto per come era arrivata a questa partita con le numerose difficoltà e assenze.

OLIMPIA MILANO – BASKONIA 76-67 (20-12, 26-19, 14-17, 16-19)

MVP BasketInside: J.Voigtmann

OLIMPIA MILANO: Melli 21, Voigtmann 19, Flaccadori 14, Hines 8, Tonut 7, Poythress 5, Kamagate 2, Baron, Hall.

BASKONIA VITORIA: Moneke 12, Sedekerskis 12, Marinkovic 10, Costello 9, Howard 7, Rogavopoulos 6, Miller-McIntyre 4, Diop 3, Kotsar 2, Chiozza.