EuroLega, 18ª giornata: Derby scacciacrisi, il Barça supera il Valencia

La squadra di Jasikevicius vince il derby spagnolo contro il Valencia e torna a vincere dopo tre sconfitte consecutive. La squadra catalana sfrutta i canestri di Abrines, agli ospiti non bastano le buone prestazioni di Sastre e Labeyrie.

di Gaetano Cantarero

Rialzare la testa e tornare al successo dopo tre sconfitte consecutive. Questo è l’imperativo con cui il Barcellona scende in campo al Palau per affrontare il Valencia, una squadra altalenante ma che si trova comunque in piena zona play-off. La gara segna il debutto in maglia blaugrana per Leo Westermann.

Quintetto Barcellona: Calathes, Higgins, Smits, Hanga, Pustovyi

Quintetto Valencia: Sastre, Van Rossom, Williams, Kalinic, Tobey

BARCELLONA 89 – 72 VALENCIA (18-12; 38-33; 67-54)

Inizio contratto per le due squadre, pochi canestri nei primi tre minuti con Sastre che domina l’attacco ospite. I padroni di casa si affidano a Higgins e Hanga per rientrare subito e impattare a quota 7. Fino al 6′ le squadre sono molto equilibrate, poi arriva un break importante da 9-0 chiuso dal canestro di Leo Westermann, il primo del playmaker francese in questa nuova avventura in blaugrana. Il quarto si chiude con i liberi a segno di Hermannsson per il 18-12 con cui si chiude il primo periodo.

Il secondo quarto comincia con canestri da una parte e dall’altra ma al 12′ si ferma la produzione offensiva del Valencia che, nei tre minuti successivi, resta a secco e viene surclassato dai canestri dei padroni di casa con due triple di Abrines, un Martinez perfetto e il 32-16 a metà periodo. Gli ospiti tornano a segnare con due triple di Labeyrie che torna assegnare ancora un’altra tripla al minuto 19 per il -9. Negli ultimi possessi si annulla l’attacco del Barca e il Valencia rientra fino al -5, 38-33.

Al rientro dalla pausa lunga il Barcellona controlla il match, Calathes segna e risponde colpo su colpo a Kalinic e fino a metà terzo periodo il distacco resta di poco sotto alla doppia cifra. L’allungo dei bluagrana arriva grazie ai tiri dalla lunetta, sette punti e match che va sul 56-43 al 27′. Van Rossom e Sastre dall’arco provano a tenere aperto il match ma Abrines è perfetto allo scadere e i ragazzi di Jasikevicius si presentano all’ultimo periodo sul 67-54.

Getty Images

La partita sembra essere indirizzata verso il Barça, anche perché il Valencia non riesce a difendere forte e continuare a subire canestri, con Martinez e Abrines sugli scudi. Prepelic è l’unico a crederci, piazza cinque punti consecutivi e prova a dare una speranza agli ospiti che, però, fanno troppo poco e lasciano ai catalani la possibilità di controllare il match e dilagare nel finale quando in campo vanno le riserve. Al Palau finisce 89-72, top scorer del match Louis Labeyrie con 17 punti, nei blaugrana decisivi i 16 punti di Abrines e la prestazione di Martinez (10 punti, 8 assist).

Tabellino

Barcellona: Westermann 5, Hanga 13, Bolmaro, Smits 10, Pustovyi, Oriola 9, Abrines 16, Higgins 13, Martinez 10, Kuric 5, Badio, Calathes 8. Allenatore: Sarunas Jasikevicius

Valencia: Prepelic 7, Pradilla, Puerto, Labeyrie 17, Van Rossom 4, Tobey 14, Kalinic 8, Vives 1, San Emeterio, Williams 4, Hermannsson 4, Sastre 13. Allenatore: Jaume Ponsarnau

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy