EuroLega, 18ª giornata: Gudaitis e Pangos dominano, lo Zenit espugna OAKA

La squadra russa dello Zenit San Pietroburgo gioca una grande partita ad Atene e sconfigge con autorevolezza il Panathinaikos.

di La Redazione

Inizia il girone di ritorno in EuroLega (qui i nostri premi al giro di boa) e si schierano Panathinaikos e Zenit San Pietroburgo. All’andata non si giocò per via del Covid-19, quindi non ci saranno “differenze canestri” da difendere: sarà recuperata il prossimo 17 febbraio dopo le coppe nazionali.

Pesante assenza per coach Pascual che non avrà a disposizione Poythress, mentre il Pana è a pieno regime. Nei prossimi giorni verrà annunciato Oded Kattash, dopo il buyout pagato a Hapoel Gerusalemme.

 

QUINTETTO PANA: Sant-Roos, Foster, Papapetrou, White, Papagiannis

QUINTETTO ZENIT: Pangos, Thomas, Hollins, Ponitka, Gudaitis

 

1° QUARTO

Lo Zenit parte meglio spinto da Kevin Pangos e Gudaitis (5-11 dopo 3′) ma il Panathinaikos risponde e resta in scia. I russi però trovano un 7-0 che li manda avanti di ben undici lunghezze. I padroni di casa fanno fatica, trovano un solo canestro in oltre 5 minuti, il resto vengono tutti dalla lunetta: lo Zenit tocca il +12, poi i liberi di Nedovic fissano il punteggio del primo quarto sul 16-26.

 

2° QUARTO

La secchezza offensiva dei greci continua, mentre i ragazzi di coach Pascual macinano punti e volano a +17. Si sveglia il Pana con Ben Bentil che infila quattro canestri, e in aggiunta la tripla di Nedovic dimezza il ritardo (27-35 al 15′). Pangos trova il jolly da 10 metri, Gudaitis è indemoniato e si prende i russi sulle spalle. Fridzon riporta i suoi a +12, divario con cui si chiude il secondo quarto. Al 20′ San Pietroburgo guida 35-47.

3° QUARTO

Thomas e Pangos con 3 punti ciascuno allungano il gap a +18, massimo vantaggio Zenit (35-53 al 22′). Il Pana trova due jumper di Papagiannis, ma il centrone si perde in difesa Gudaitis che lucra due and-one da Nedovic (41-62 al 25′). Non c’è più partita ormai, troppo netta la differenza tra le due squadre. Al Pana servirebbe un parziale per provare a cambiare inerzia, ma non arriva. Unica nota lieta la tripla sulla sirena di Kaselakis, che fissa il punteggio sul 54-76 al 30′.

 

4° QUARTO

Pascual allunga le rotazioni e dà spazio anche alle riserve, ma intanto i greci recuperano qualcosina e con la tripla di Mitoglou addirittura a -12 (68-80 al 35′). Dà lì però Gudaitis torna a segnare – oggi superati i mille in carriera in EuroLega – e Pangos va in doppia doppia con gli assist, ma il Panathinaikos trova un 6-0 e il -9 a soli 2′ dal termine. Alla fine però il risultato non cambia e lo Zenit San Pietroburgo vince a OAKA 89-77.

 

MVP Artūras Gudaitis 25 punti, 3 rimbalzi e 5 falli subiti, tirando 10/13 da 2 e 5/6 ai liberi

 

Panathinaikos Atene – Zenit San Pietroburgo 77-89 (16-26, 35-47, 54-76)

Pana: Sant-Roos 2, Foster 2, Papapetrou 14, White 6, Papagiannis 9, Mack 1, Kaselakis 9, Nedovic 8, Mitoglou 13, Bentil 8, Bochoridis 5, Kalaitzakis. All: Charalampidis

ZenitPangos 18 (10 assist), Thomas 10, Hollins 10, Ponitka 4, Gudaitis 25, Rivers 4, Baron 6, Zubkov 1, Fridzon 3, Pushkov 8, Trushkin, Zakharov NE. Coach: Pascual

Getty Images

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy