EuroLega, 18ª giornata: Punter “mata” Villeurbanne, la Stella Rossa chiude una super rimonta

EuroLega, 18ª giornata: Punter “mata” Villeurbanne, la Stella Rossa chiude una super rimonta

La tripla di Punter sulla sirena dà la vittoria alla Stella Rossa, sotto di 19 all’intervallo.

di Gabriele Leslie Giudice

LDLC ASVEL VILLEURBANNE 80-83 STELLA ROSSA BELGRADO (30-13, 19-17, 16-34, 15-19)

La Stella Rossa supera Villeurbanne con una superba rimonta nei due quarti finali, conclusa dalla bomba a fil di sirena di Kevin Punter. Tanto da recriminare per i francesi, partiti fortissimo (30 punti e ottime percentuali nel primo quarto) e letteralmente travolti dalla reazione nel terzo quarto della Stella Rossa (16-34). I serbi rientrano dal -19, vanno a +7 a 2′ dalla fine ma subiscono la reazione di orgoglio dell’Asvel e devono giocarsi la partita all’ultimo possesso, risolto dalla bomba di Punter. Quarta vittoria consecutiva in EuroLega per la squadra di Sakota.

La cronaca: partenza razzo dei padroni di casa, che in apertura piazzano subito un break di 9-0 che stordisce i serbi. Brown dalla lunetta segna il primo punto degli ospiti, ancora dentro al vortice di energia dei francesi, che continuano a spingere trovando anche il +17 (22-5) con la tripla di Payne. Il tutto tirando con l’87% dal campo. Il buon impatto di Stimac – a quota 13 con 6\6 dal campo – aiuta l’attacco di Sakota a rimettersi in moto (34-23 al 13′), in un match che continua però a sorridere ai giocatori del presidente Parker, presto di nuovo a +17 (44-27) sulla seconda bomba di serata di Payne. Con il 2+1 del prospetto Maledon i francesi aggiornano il massimo vantaggio a +21 (49-28), ridotto dall’ex Trento Jovanovic al +19 (49-30) che scorta le squadre all’intervallo.

La Stella Rossa esce dagli spogliatoi con molta più intensità, trova la prima tripla di serata con Brown (49-35) e lima con regolarità lo svantaggio, riuscendo ad abbattere la doppia cifra di svantaggio con il libero, successivo al fallo tecnico comminato a coach Mitrovic, convertito da Baron (52-43). Con la bomba di Dobric la Stella Rossa tocca il -7 (55-48), Taylor risponde ma l’inerzia della partita è ora tutta dalla parte dei belgradesi, capaci di toccare il -1 (65-64) nell’ultimo possesso del terzo quarto con la prima tripla di serata di Kevin Punter. Spinto dai punti di Maledon e Payne (a quota 17), Villeurbanne riesce a difendere il suo esiguo vantaggio nei primi minuti di ultimo quarto (72-70). I liberi di Punter danno il primo vantaggio della partita alla Stella Rossa, mentre l’attacco di Villeurbanne è in rottura prolungata – quasi 5′ di digiuno – e Stimac piazza, all’alba del 38′, la tripla che allunga a due possessi pieni il vantaggio degli ospiti (73-79). L’ultimo minuto infiamma di nuovo la partita: Lomasz trova la bomba del -2 (78-80), Lighty pareggia a 15” dalla sirena, e nell’ultima azione Kevin Punter manda a bersaglio la tripla che mata Villeurbanne. Vince la Stella Rossa 80-83.

LDSC VILLEURBANNE: Taylor 5, Jekiri 6, Kahudi 5, Maledon 13, Lomazs 14, Galliou, Noua 3, Jean-Charles 6, Diot, Lighty 11, Strazel, Payne 17.

STELLA ROSSA BELGRADO: Kuzmic, Punter 18, L. Brown 13, Davidovac 9, Lazic 1, Baron 5, Dobric 6, Gist 2, Jadogic – Kuridza 2, Simanic, Jovanovic 6, Stimac 21.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy