EuroLega, 1ª giornata: Billy Baron si traveste da Steph Curry, l’Olimpia Milano soffre ma vince la prima in casa dell’ASVEL

0
EuroLega Olimpia Milano
Olimpia Milano Twitter

Esordio per l’Olimpia Milano che inaugura la sua nuova stagione di EuroLega in Francia a Villeurbanne contro l’ASVEL di Tony Parker. I francesi, con un Nando De Colo super acquisto dell’estate, si presentano ai nastri di partenza senza i favori dei pronostici, ma guai a sottovalutarli.

QUINTETTO ASVEL VILLEURBANNE: De Colo, Lighty, Obasohan, Noua, Fall.

QUINTETTO OLIMPIA MILANO: Pangos, Baron, Voigtmann, Melli, Hines.

Inizio molto complicato per l’Olimpia Milano. Gli uomini di Ettore Messina litigano continuamente con il canestro, non segnando praticamente mai. L’ASVEL invece parte molto bene, raggiungendo subito la doppia cifra di vantaggio. Youssoupha Fall domina nel pitturato, sfruttando i cm contro i difensori milanesi. Subito protagonista anche Nando De Colo, tornato in Francia dopo parecchi anni e con un impatto immediato sulla partita. Milano limita i danni nel finale con Voigtmann molto attivo, impiegato sia da 3 che da 4 nei quintetti di Ettore Messina. +9 ASVEL dopo 10 minuti di gioco.

Scendono le percentuali dell’ASVEL, dopo un primo quarto eccezionale al tiro. Nando De Colo continua a giocare in modo maestoso, ma i compagni non lo seguono. L’Olimpia Milano recupera, anche grazie ad un Billy Baron caldissimo dalla lunga distanza. L’ex Zenit con un 5 su 5 dal campo trascina l’Olimpia nella rimonta. Sebbene non giocando in modo eccezionale, con Pangos e Davies fuori dalla partita e 0 canestri dal campo, all’intervallo i campioni d’Italia sono a -3, il quale è un vero lusso per come era iniziata la partita.

Inizia bene la ripresa l’Olimpia e Stefano Tonut, al suo debutto assoluto in EuroLeague. La colonia italiana trascina l’Olimpia che sembra subito voler mettere in chiaro le cose in questo secondo tempo, con Melli e Tonut dentro la partita e molto positivi. L’Asvel però non molla e rimane sempre attaccato alla partita, che non riesce a trovare un vero e proprio padrone. Bene Lighty, visto anche in Italia, punto di riferimento in questi anni dell’ASVEL. +2 Olimpia a 10 minuti dal termine.

Si segna pochissimo, in una partita oggettivamente non indimenticabile ma anche comprensibile dato che siamo solo alla prima partita stagionale. Tantissime palle perse da entrambe le parti, ma soprattutto in casa Olimpia Milano, dove anche giocatori esperti e “sicuri” come Pangos e Hines sbagliano parecchio. Difficoltà? Palla a Billy Baron, che questa sera è travestito da Stephen Curry (4 su 4 da 3 punti) per il sorpasso a 2 minuti dal termine. Dicevamo un Pangos in difficoltà con 0 punti? Il canadese segna i suoi primi 3 punti in EuroLega con la maglia Olimpia a 1 minuto dal termine, con un tripla pazzesca che probabilmente vale la partita all’Olimpia. L’ultimo minuto non riserva sorprese, l’Olimpia Milano soffre tantissimo ma vince a Lyon e porta subito i primi 2 punti alla classifica di EuroLega.

ASVEL VILLEURBANNE – OLIMPIA MILANO 62-69 (23-14, 21-27, 10-15, 8-13)

MVP BasketInside: Billy Baron

ASVEL: De Colo 18, Lighty 12, Fall 11, Mathews 11, Noua 6, Obasohan 2, Pons 2, Polite.

OLIMPIA MILANO: Baron 18, Melli 16, Hines 8, Tonut 8, Voigtmann 8, Davies 4, Hall 4, Pangos 3, Ricci, Thomas.