EuroLega, 1ª giornata: colpo esterno del Panathinaikos, sconfitta al fotofinish per il Khimki

Prima gara della stagione per il Panathinaikos che va a conquistare una vittoria importante a Mosca contro il Khimki. Partita altalenante, ma i greci hanno guidato la partita per quasi tre quarti, rischiando di farsi beffare dai russi nel finale.

di Gaetano Cantarero

Inizia all’Arena Mytishchi l’avventura europea 2020/2021 di Khimki e Panathinaikos. Nel sobborgo di Mosca i padroni di casa lanciano la loro rincorsa ai playoff, mentre per i greci arriva il debutto in EuroLega come head coach di Giorgos Vovoras.

Quintetto Khimki: Bertans, Karasev, Timma, Booker, Jerebko

Quintetto Panathinaikos: Foster, Bochoridis, Mitoglu, Papapetrou, Auguste

KHIMKI MOSCA – PANATHINAIKOS ATENE (17-24; 39-41; 62-59)

Inizio lento ed equilibrato a Mosca, i primi punti della stagione del Pana sono di Auguste mentre per i padroni di casa lo score è aperto da Devin Booker. Il primo strappo è di marca ospite con il +8 firmato Mitoglu-Foster, con il Khimki che realizza punti dal campo dopo quattro minuti di vuoto ancora con Booker, unica luce nel difficile inizio dei moscoviti. La squadra di Vovoras sembra controllare bene il vantaggio e chiude il primo quarto con il canestro di Papagiannis, dopo dieci minuti ospiti avanti 17-24.

Il canovaccio del match viene confermato dai primi possessi del secondo periodo, con Bentil-Bochoridis sugli scudi. Le squadre sporcano le statistiche offensive, trovando poco il canestro per oltre tre minuti, il Khimki al 15′ prende fiducia e con Timma e Jerebko si rifà sotto fino al -3. La bomba di Jerebko porta la gara sul 33-33 ed è ancora Timma a completare la rimonta dalla lunetta, con i padroni di casa che tornano in vantaggio dopo oltre quattordici minuti in cui erano stati costretti ad inseguire. Nel finale di tempo colpo di reni di Kalaitzakis e Papapetrou permettono ai verdi di tornare negli spogliatoi in vantaggio, 39-41.

Al rientro dalla pausa lunga il Khimki si affida a Jerebko per cercare di rientrare nel match, oltre al solito Devin Booker che da spettacolo e risponde ai canestri di Mitoglou. I padroni di casa dominano a metà quarto, con Bertans che impatta a quota 51 e Zaytsev che porta i moscoviti in vantaggio, 53-51. Ed è proprio quest’ultimo a realizzare quattro canestri in due minuti e spinge i suoi sul +5. Il quarto si chiude con la tripla di Bochoridis, gara apertissima a 10 minuti dalla fine.

Getty Images

Il Khimki si affida, a giro, ad un giocatore diverso e l’inizio di gara porta la firma di Dairis Bertans, mentre i verdi sfruttano la mano calda di Papapetrou per trovare il pareggio sul 65-65 a 7 minuti dalla fine. La prima gara dell’anno rispetta le aspettative di tensione, con un sostanziale pareggio che si protrae fino al 39′, quando Papapetrou con una giocata da tre punti porta i verdi sul 73-76. I liberi di Foster a trenta secondi dalla fine mettono due possessi di vantaggio per il Pana, ma Bertans va dall’altra parte e spara la tripla in pochi secondi per un nuovo -2. Bochoridis sbaglia per gli ospiti, ma ancora Bertans non riesce a replicare il canestro precedente. A Mosca finisce 76-78 in favore del Panathinaikos.

KHIMKI: Timma 9, Karasev 3, Zaytsev 11, Vialtsev, Barashov, Monia 3, Voronov, Booker 15, Jerebko 9, Bertans 14, Mickey 12

PANATHINAIKOS: Papagiannis 6, Bochoridis 10, Auguste 4, Papapetrou 16, Diplaros, Kaselakis, Kalaitzakis 2, Foster 10, Persidis, Nedovic 7, Mitoglou 12, Bentil 11

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy