EuroLega, 1ª giornata: Il Real Madrid fa suo il big match e piega il Fenerbahce Beko

EuroLega, 1ª giornata: Il Real Madrid fa suo il big match e piega il Fenerbahce Beko

Partita bellissima quella tra spagnoli e turchi rimasta in bilico fino al 39′. Alla fine a decidere l’incontro è la superba giocata difensiva di Randolph su De Colo.

di Marco Novello

Una partita incredibile, 40′ di puro spettacolo a Madrid con Real e Fener che se la danno di santa ragione, ma alla fine a spuntarla sono i madrileni. Una sfida dai due volti, i blancos cominciano meglio prendendo già il largo nel primo quarto di gioco, ma poi viene fuori il Fenerbahce trascinato da un encomiabile De Colo ben assistito da Williams. Nel finale punto a punto a risultare decisiva è la rubata di Randolph ai danni della guardia francese; in quel momento, ad un minuto e mezzo dalla fine, l’inerzia era tutta a favore dei turchi, ma quella rubata ha, di fatto, regalato la vittoria ai campioni di Spagna.

 

QUINTETTO BASE REAL MADRID: Campazzo, Taylor, Fernandez, Randolph, Tavares

 

QUINTETTO BASE FENERBAHCE BEKO: Westermann, De Colo, Datome, Williams, Duverioglu

 

La sfida inizia a ritmi blandi, Real e Fener passano i primi minuti a studiarsi reciprocamente; Duverioglu sblocca il punteggio con un comodo appoggio, Randolph e Taylor replicano dall’altro lato per il primo vantaggio blanco (5-2 dopo 2’). Williams corregge col tap-in la tripla sbagliata da De Colo; poi i campioni di Spagna iniziano col loro solito show di intensità e cattiveria agonistica. Taylor, grande protagonista in questo avvio, apre il parziale di 14-0 sfruttando al meglio le disattenzioni difensive degli ospiti; Campazzo prima serve un cioccolatino a Tavares e poi conclude in solitaria il contropiede nato da una sua stessa palla rubata (19-4 al 5’). Obradovic su tutte le furie non ci sta e decide di richiamare i suoi ragazzi in panchina per un time-out, il coach serbo vuole sistemare dapprima la fase difensiva e poi anche quella offensiva perché ad ora nulla nella partita dei turchi sta funzionando. Tornati in campo i gialloblu propongono un quintetto piccolo con Sloukas, De Colo e Mahmutoglu contemporaneamente in campo insieme a Stimac e Williams e l’inerzia comincia a cambiare. De Colo prende per mano la squadra mettendo a referto dieci punti quasi consecutivi intervallati solo dalla tripla di capitan Mahmutoglu; ora è il turno del Real di capirci poco o nulla ma per fortuna dei blancos la sirena di fine primo quarto interrompe il momento positivo dei viaggianti. Il primo quarto termina sul parziale di 30 a 21 in favore della squadra spagnola.

 

Nel secondo periodo il Fener continua a cavalcare il momento positivo di De Colo, il francese mette a segno, infatti, il primo canestro della frazione ma prima Mickey e poi Randolph riallontanano momentaneamente gli ospiti sul -11 (34-23). Williams, con l’aiuto del ferro, apre il parziale  di 10 a 1 che ravviva la sfida tra le due super potenze ora divise solamente da due punti (35 a 33 al 15’). Fernandez, dai liberi, blocca l’emorragia offensiva madrilena, ma dall’altra parte De Colo ricomincia a far male alla difesa della squadra allenata da Pablo Laso. Il botta e risposta tra le due sfidanti è continuo, ma il parziale resta ancora in bilico tanto che al suono della seconda sirena il tabellone luminoso del Wizink Center recita il parziale di Real Madrid 43-42 Fenerbahce Beko.

 

Mahmutoglu, col primo canestro della ripresa, consegna al Fenerbahce il primo vantaggio in quest’incontro dopo ben 19’, i gialloblu avevano comandato solo sullo 0-2 di inizio match targato Duverioglu (43-44). La risposta dei blancos però non si fa attendere anzi; Randolph apre, ricama e chiude un parziale di 11 a 0 in favore del Real che riporta i blancos sulla doppia cifra di vantaggio costringendo Obradovic all’ennesimo time-out. I gialloblu rientrano in campo con piglio diverso ed in men che non si dica dimezzano lo svantaggio grazie ai centri di Mahmutoglu e Williams, questa volta è Laso che saggiamente decide di spendere un time-out per frenare il momento favorevole degli avversari. Taylor, in uscita dal minuto di sospensione, spara la bomba del +9, Williams trema dalla lunetta e sul ribaltamento immediato di fronte Campazzo non perdona scrivendo il nuovo +10 (61-51). Al trentesimo minuto il parziale recita Real Madrid 64-55 Fenerbahce Beko.

 

Gli ultimi dieci minuti di gioco parrebbero quasi una formalità per i blancos che decidono quindi di complicarsi la vita prestando il fianco alla rimonta gialloblu. A suonare la carica è un ritrovato Kalinic che nel giro di un paio di minuti mette a segno 6 punti consecutivi che rianimano la squadra turca! De Colo e Williams rimpolpano lo score del Fenerbahce, ma tra i padroni di casa e gli ospiti ci sono ancora sei lunghezze di differenza (71-65). Mickey, con un facile canestro da dentro l’area, sembra poter scrivere la parola fine all’incontro; ma i gialloblu spinti da un moto d’orgoglio mettono a referto un pesantissimo parziale di 8 a 0 che impatta incredibilmente la partita a quota 73. Laso, disperato, chiama un altro time-out per riordinare le idee dei propri ragazzi; per la prima volta nell’arco dell’incontro si ha la sensazione che il Real effettivamente possa perdere l’incontro nonostante i blancos siano stati sempre avanti nel punteggio. Ci pensa come al solito Taylor a scacciare via le ombre che in un attimo erano calate sul WIzink Center, il numero 44 segna due canestri davvero importanti, poi Randolph scippa un pallone davvero importante e pesante dalle mani di De Colo e sigilla la vittoria madrilena. L’incontro terminerà qualche istante dopo sul punteggio di Real Madrid 81-77 Fenerbahce Beko

 

MVP BASKETINSIDE.COM: Jeffery Taylor. Il più freddo in campo nei momenti più caldi nel match. Gran protagonista nel parziale iniziale di 14 a 0 che dà il là alla fuga madrilena, nel finale poi mette a segno quattro punti importantissimi che regalano il primo referto rosa della stagione in EuroLega alla compagine spagnola.

 

REAL MADRID – FENERBAHCE BEKO  81-77 (30-21, 43-42, 64-55)

 

Real Madrid: Causeur, Randolph 15, Fernandez 10, Campazzo 14, Lapravittola, Reyes n.e., Deck 4, Garuba n.e., Tavares 8, Llull 2, Mickey 9, Taylor 19, all. Laso

 

Fenerbahce Beko: Westermann, Mahmutoglu 8, Kalinic 13, Biberovic n.e., Sloukas 5, De Colo 22, Williams 19, Candan n.e., Muhammed 4, Duverioglu 2, Datome, Stimac 4, all. Obradovic.

 

PUNTEGGI PROGRESSIVI:  30-21, 13-21, 21-13, 17-22

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy