EuroLega, 1ª giornata: Olimpia Milano sei meravigliosa! CSKA Mosca battuto all’esordio al Forum

0
Olimpia Milano
EuroLeague.net

Esordio stagionale per l’Olimpia Milano che debutta contro l’ultima squadra affrontata la scorsa stagione, quel CSKA Mosca fortemente indicato tra i favoriti alla vittoria finale di questa EuroLega 21/22.

QUINTETTO OLIMPIA MILANO: Delaney, Shields, Datome, Melli, Tarczewski.

QUINTETTO CSKA MOSCA: Shved, Lundberg, Kurbanov, Shengelia, Milutinov.

Si parte subito con una bruttissima notizia. Il ginocchio di Milutinov si gira in modo innaturale in una battaglia sotto canestro con Datome e il CSKA è subito costretto a fare a meno del suo big man, appena recuperato dopo un grave infortunio. I russi giocano più fluidi trascinati dal duo Shved – Kurbanov, letale con gli spazi creati dall’ex Khimki in attacco. L’Olimpia prova a restare aggrappata alla partita, nonostante un pessimo Malcolm Delaney in questo inizio di gara. Milano “limita” i danni e chiude sul -8 dopo 10 minuti di gioco.

L’inizio di secondo quarto è targato Chacho Rodriguez. Lo spagnolo, alle 300esima partita in EuroLega, è scatenato e alza i giri dell’attacco milanese, riportando gli uomini di Messina a -2. I russi soffrono le fiammate di Rodriguez, soprattutto quando in difesa è accoppiato Shved e non Hackett. Molto bene anche Devon Hall, difensivamente importante e con scelte giuste in attacco. Il meccanismo perfetto del CSKA visto nel primo quarto si è inceppato notevolmente ma è sufficiente per rimanere in vantaggio. 44-45 per gli ospiti a metà partita.

Il talento di Shavon Shields e l’enorme intelligenza tattica di Nicolò Melli sono i motivi principali di un Olimpia Milano che rimette il muso avanti e che spaventa un CSKA che sembrava venuto al Forum per una facile vittoria dopo i primi 10 minuti. Grandissima terza frazione della compagine milanese che aumenta i giri in difesa, lottando su ogni pallone e rendendo ogni possesso difficilissimo a Shved e compagni. Il CSKA Mosca, che ha sofferto tantissimo l’assenza di Nikola Milutinov, ha visto incepparsi un attacco che nel primo quarto sembrava quasi perfetto, trovando numerose difficoltà, soprattutto grazie ad una difesa di livello assoluto dell’Olimpia.

Botte da orbi e nessun punto segnato nei primi 2 minuti di gioco dell’ultima frazione, dopo se possibile, aumenta ancor di più l’intensità in campo. Non si segna? Macché se in campo ci sono Shields e Rodriguez. Lo spagnolo, centellinato da Coach Messina, è fresco ed esplosivo come non mai e ogni suo minuto in campo è un problema importantissimo per Itoudis e i suoi giocatori. A 7 minuti dal termine, Milano è avanti di 7 con l’inerzia totale dalla sua parte. Il CSKA ha una difficoltà immensa nel segnare e i suoi primi 2 punti sono segnati a 6 minuti dal termine con il danese Lundberg. Il duo Rodriguez-Hines semina il panico nell’area russa, invertendo i protagonisti ma non il risultato finale, ma Nicolò Melli è il plus di questa Olimpia Milano. L’ex NBA ritorna in EuroLeague con una maestosa prestazione, giocando una partita eccezionale. Il CSKA non c’è più, segna pochissimo dopo un super primo quarto e deve cedere la strada ad una grandissima Olimpia Milano, partita così così ma rientrata in campo in un secondo tempo eccezionale. Meritata vittoria degli uomini di Ettore Messina, trascinati dai veterani Rodriguez, Melli e Hines, ma anche da un sontuoso Shields e un buonissimo Ricci, in campo per tutta l’ultima frazione con tanta fiducia.

OLIMPIA MILANO – CSKA MOSCA 84-74 (21-29, 23-16, 18-14, 22-15)

MVP BasketInside: Nicolò Melli.

OLIMPIA MILANO: Melli 15, Grant 3, Rodriguez 17, Tarczewski, Ricci 3, Moraschini, Hall 11, Delaney, Mitoglou 2, Shields 17, Hines 13, Datome 3. All: Ettore Messina.

CSKA MOSCA: Lundberg 13, Bolomboy 3, Ukhov, Hackett 9, Antonov, Voigtmann 8, Clyburn 12, Shengelia 7, Milutinov, Grigonis 3, Kurbanov 10, Shved 10. All: Dimitris Itoudis.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here