EuroLega, 20° giornata: il resoconto del turno

EuroLega, 20° giornata: il resoconto del turno

Ecco cosa è successo in questo ventesimo turno di EuroLega.

di Emanuele Terracciano

Con le partite di questa sera si è conclusa la ventesima giornata di questa edizione dell’EuroLega. La partita di cartello è stata senza ombra di dubbio quella tra Panathinaikos e Zalgiris Kaunas conclusasi con la vittoria di un solo punto della compagine greca. Il big match di oggi è stata la sfida tra Fenerbahce e Barcellona grazie a una fenomenale prestazione del nostro Nicolò Melli, autore di ben 23 pt. Andiamo nel dettaglio a vedere cosa è successo anche nelle altre partite di questa ventesima giornata.

PANATHINAIKOS 94-93 ZALGIRIS KAUNAS 

È stata una partita davvero molto interessante quella giocatasi a OAKA tra Panathinaikos e Zalgiris Kaunas, partita risolta dal canestro di Nick Calathes al termine di un overtime. Oltre che il canestro della vittoria, l’esperto playmaker greco ha portato in dote una discreta prestazione offensiva sfiorando la doppia doppia con 14 pt e 9 assist per un 17 di valutazione. Tra le fila lituane il migliore in campo è risultato essere l’ex Caserta Kavaliauskas con i suoi 21 pt che però non sono bastati allo Zalgiris per portare a casa la vittoria e difendere il vantaggio nei confronti del Pana nella corsa al fattore campo nei playoff.

REAL MADRID 87-68 ANADOLU EFES

Molto meno equilibrata è stata la sfida tra Real Madrid e Anadolu Efes che ha visto i padroni di casa vincere con uno scarto di ben 19 pt. In realtà la partita non è stata mai in discussione con gli spagnoli che hanno vinto tutti i quarti vedendo il loro margine di vantaggio sugli avversari crescere fino alla sirena finale. Analizzando la partita dei singoli non possiamo non segnalare l’ennesima ottima prova di Luka Doncic fatta di 17 pt, 6 rimbalzi e un buon 22 di valutazione, mentre tra le fila turche è il solo Zoran Dragic a provare a mantenere a galla una squadra che sta marciando sempre di più verso la conclusione di una stagione davvero anonima.

MALAGA 83-85 BASKONIA

Si affrontavano le due squadre che la scorsa settimana hanno regalato due successi all’Olimpia Milano e alla fine ha vinto quella in grado di mettere maggiormente in difficoltà i meneghini. Il Baskonia, trascinato da un Janis Timma autore di 17 pt, ha portato a casa la vittoria in questo ennesimo derby spagnolo grazie proprio a un canestro del ventiseienne lettone a 2” dalla sirena finale. Questa partita potrebbe avere un’importanza non secondaria nella corsa ai playoff e averla vinta per il Baskonia rappresenta un segnale molto importante dopo ben due sconfitte consecutive.

CSKA MOSCA 81-72 BAMBERG

Ancora una vittoria per il CSKA che corre sempre di più verso il primo posto alla fine della regular season. Questa volta è stato il Bamberg di Andrea Trinchieri a doversi piegare alla forza del club russo che ha avuto la meglio per 81-72. Decisivo al fine del risultato finale è stato il secondo quarto dove, con un 21-11 di parziale, la formazione di coach Itoudis ha preso i nove punti di vantaggio che un secondo tempo chiusosi in perfetta parità non è stato in grado di cancellare. Dal punto di vista dei singoli da segnalare la buona prova del solito De Colo e i quattro giocatori mandati in doppia cifra di punti realizzati dalla formazione tedesca (Wright, Lo, Rubit e Radosevic).

STELLA ROSSA 89-79 OLYMPIAKOS

La Stella Rossa sul suo campo non cade al cospetto di un Olympiakos arrivato in Serbia con tutta l’intenzione di riscattare il pesantissimo ko subito in Russia contro il Khimki. I serbi partono bene e riescono ad arrivare all’intervallo lungo con nove punti di vantaggio, ma l’Olympiakos passa in vantaggio e sembra prendere la partita in mano nel terzo quarto, salvo poi crollare nella frazione conclusiva del match e incappare nella seconda sconfitta consecutiva.

VALENCIA 85-83 KHIMKI MOSCA

Diretti dall’arbitro italiano Luigi Lamonica, il Valencia ha battuto davanti al proprio pubblico il Khimki Mosca e ha messo un po’ di distanza tra sé e il fondo della classifica. La partita è scorsa praticamente sempre sui binari dell’equilibrio e si è risolta solo nel finale quando i padroni di casa si sono riusciti a prendere cinque lunghezze di vantaggio e a difenderle dai tentativi di Shved di salvare i suoi. Per il Valencia miglior realizzatore è stato Tibor Pleiss con 15 pt, mentre tra le fila russe, manco a dirlo, Alexey Shved con 22 pt.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy