EuroLega, 21ª giornata: Dorsey trascina il Maccabi, Real ko al fotofinish

Il Maccabi trova strada facendo le contromisure al Real e lo costringe ad arrendersi nell’ultimo possesso della partita. 30 per super Dorsey.

di Gabriele Leslie Giudice

MACCABI TEL AVIV 86-84 REAL MADRID (24-33, 21-13, 18-20, 23-18)

Vittoria di lusso per il Maccabi Tel Aviv, che si gode il miglior Dorsey di stagione – i 30 punti sono il personale season high – e supera il Real Madrid trascinando una partita iniziata male, e raddrizzata strada facendo, fino all’ultimo possesso, in cui Carroll deraglia lasciando pallone e vittoria agli uomini di Sfairopoulos. Dopo un primo quarto di evidente ambientamento, in cui il Real Madrid riesce a giocare al suo ritmo e a produrre 33 punti con 5 triple a bersaglio, la difesa del Maccabi sale di giri abbassando contestualmente il tachimetro della partita e creando non pochi grattacapi all’attacco dei blancos, che nei due quarti centrali segnano gli stessi punti del solo primo quarto. Il Real Madrid perde la leadership della contesa, che resta comunque in equilibrio (il Maccabi non avrà mai più di 4 punti di vantaggio) e si trascina in equilibrio fino all’ultimo minuto, in cui la marcatura di Laprovittola non disturba Dorsey, che sigilla la vittoria con 5 punti. A 7” dalla fine Carroll spreca l’ultimo possesso perdendo palla e il Maccabi può festeggiare una vittoria che porta in dote tanta fiducia per il rush finale della stagione.

La cronaca: il Real approccia con grande intensità in attacco coinvolgendo tutti i suoi uomini e volando a +9 (2-11) sulla realizzazione di Tavares che costringe Sfairopoulos al timeout. Il Maccabi risponde colpendo ripetutamente dal perimetro, con 3 triple di Bender e del duo di piccoli Dorsey – Wilbekin che riporta i padroni di casa a contatto (13-16). Il Real non toglie il piede dall’acceleratore e continua a non dare punti di riferimento alla difesa del Maccabi alternando soluzioni e vola +12 (19-31) con la bomba a bersaglio – la 5° di squadra nel solo primo quarto – di Laprovittola. Il Maccabi risponde piazzando un gran parziale a cavallo tra primo e secondo quarto (di 11-0) che permette ai padroni di casa di pareggiare la partita (33-33) con un Dorsey letteralmente imprendibile in attacco (già a quota 14). Il Real è in rottura prolungata in attacco ma riesce a sfruttare l’energia di Carroll per alimentare un minimo il proprio vantaggio (37-40), che è sempre più in bilico e viene eroso dalla tripla di Caloiaro (43-40) che dà il primo vantaggio della partita al Maccabi dopo 16′. Il Real controsorpassa con i liberi di Thompkins (43-44) e riesce a proteggere l’esiguo vantaggio fino all’intervallo, che i primi due punti della serata di Jones sigillano sul 45-46. Molto alte le percentuali di entrambe le squadre, in un match elettrico e con gli attacchi a fare da protagonisti: 60% da 2 e 54% da 3 per il Maccabi, 70% da 2 e 50% da 3 per il Real Madrid.

gettyimages.com

La ripresa nasce sotto l’insegna dell’equilibrio, con Bender e Abalde che si rispondono da 3 (50-52), e un Tyler Dorsey ancora on fire, con 8 punti nei primi 5′ del quarto che portano l’ex Oregon a quota 22 punti personali, costringendo la difesa del Real a prestargli delle attenzioni che liberano gli altri in giallo, come Bender, che riceve e d’istinto infila la tripla del +4 (59-55). Il Maccabi sfrutta i migliori minuti di Hunter per proteggere il vantaggio (63-59), ma il Real ha uno scatto di orgoglio negli ultimi minuti del quarto e produce un 7-0 che gli permette di mettere il naso allo sbocciare dell’ultimo quarto (63-66). Bryant colpisce subito con la tripla del momentaneo pareggio (66-66), il ritmo continua progressivamente a scendere e gli attacchi non ne beneficiano, le retine si muovono con molta meno e ha un grande peso specifico la tripla del sorpasso scoccata ancora da Dorsey (71-70), mentre corre il 35′. Con la bomba di Wilbekin i padroni di casa trovano anche il +4 (76-72), il Real trova il pareggio con il 2+1 di Abalde e l’1\2 di Tavares (76-76). Bryant sorpassa ancora (80-78) apparecchiando un finale dall’alto contenuto drammaturgico: Tavares conquista il rimbalzo offensivo e converte (80-80) a 50” dall’ultima sirena, dall’altra parte Dorsey semina Laprovittola in penetrazione e conclude convertendo anche il libero supplementare (83-80), Deck porta il Real a -1 dalla lunetta (83-82), e a 10” è ancora Dorsey a colpire, con l’arresto e tiro a centro area su cui Laprovittola non riesce a difendere efficacemente (85-82). A 8’8” Taylor esagera nel cercare di divincolarsi dal blocco di Hunter e subisce un antisportivo che rischia di chiudere la partita del Real: Hunter fa 0\2, il possesso resta ai padroni di casa, che faticano a rimettere ma mandano Wilbekin in lunetta (1/2). Carroll ha il possesso per la vittoria a 7”, ma deraglia e consegna palla e vittoria a Bender. Il Maccabi vince 86-84.

MACCABI TEL AVIV: Bryant 5, Wilbekin 9, Jones 2, Caloiaro 3, Hunter 11, Dorsey 30, Di Bartolomeo 7, Blayzer 2, Bender 9, Zizic 8 , Zoosman.

REAL MADRID: Causeur 4, Abalde 13, Tyus, Laprovittola 6, Alocen 3, Deck 8, Garuba, Carroll 9, Tavares 15, Thompkins 20, Taylor 6.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy