EuroLega, 21ª giornata: Virtus Bologna, a Istanbul è notte fonda. L’Anadolu Efes vince e domina con il duo Thompson-Bryant

0
Virtus Bologna Efes
Virtus Segafredo Bologna Twitter

Seconda partita settimanale per la Virtus Bologna in EuroLega questa volta contro i turchi dell’Anadolu Efes Istanbul. Chiamata al riscatto la Virtus dopo il KO di Belgrado contro il Maccabi Tel Aviv.

QUINTETTO ANADOLU EFES ISTANBUL: Thompson, Larkin, Beaubois, Osmani, Pleiss.

QUINTETTO VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA: Hackett, Belinelli, Cordinier, Polonara, Zizic.

Inizia bene l’Efes, colpendo nel pitturato grazie ad un Tibor Pleiss molto ispirato a conferma del suo grande periodo di forma. La Virtus però non si scompone e reagisce con il nucleo italiano sugli scudi, incluso l’ex Polonara subito a segno con una tripla. Altro parziale, questa volta per i padroni di casa, con Darius Thompson bravo a sfruttare le forzature e le concessioni della Virtus. Più energia e quasi sempre prima nei palloni 50/50 l’Efes che “aggredisce” la Virtus e in attacco sfrutta un ispiratissimo Thompson, già in doppia cifra. +11 Efes dopo 10 minuti di gioco.

Inizio di quarto durissimo per la Virtus Bologna che subisce un Elijah Bryant super e in soprattutto crolla sul -16. La Virtus soffre tremendamente l’aggressività e la difesa tutto campo con raddoppi impostata da Coach Erdem Can. I bianconeri non riescono a trovare tiri puliti in attacco e in difesa. Thompson e Bryant fanno il bello e cattivo tempo, segnando a ripetizioni. Dato inquietante per la Virtus, le 12 palle perse contro 1 sola persa dell’Efes che tocca il +21 al termine del secondo quarto. Primi 20 minuti da incubo per la Virtus Bologna contro un Anadolu Efes Istanbul scatenato e dominante a rimbalzo, in particolare l’ex Pesaro Jones.

Non cambia l’andamento della partita. L’Anadolu Efes Istanbul fa letteralmente quello che vuole, sovrastando fisicamente la Virtus Bologna e difendendo con grandissima intensità. Unica pecca dei turchi il bonus di falli raggiunto presto nel quarto, ma comprensibile con la grande tenacia messa in campo. La Virtus ha pochissimo da Shengelia e Lundberg (3 punti in 2) e ha un Belinelli che tira male dal campo e che è perfettamente ingabbiato dalla difesa turca. Un Anadolu Efes Istanbul in pieno controllo, quello che chiude il terzo quarto sul +19.

D’orgoglio, la Virtus prova a limitare i danni nell’apertura di ultimo quarto. Ma Elijah Bryant e Darius Thompson non sono di questo avviso e con il tiro da 3 punti, unito alle invenzioni del duo della squadra turca, in un amen si torna oltre le venti lunghezze di vantaggio per i turchi. Una delle poche note positive della serata, l’ottimo rientro di Jordan Mickey dopo il periodo out per infortunio. I minuti finali servono solo a definire il punteggio, in una partita già finita da parecchio tempo e a senso unico in favore dei turchi.

Brutto KO per la Virtus Bologna, in un momento di evidente calo fisico, chiamata a riscattarsi la prossima settimana dopo 2 sconfitte consecutive.

ANADOLU EFES ISTANBUL – VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 99-75 (26-15, 24-14, 23-25, 26-21)

MVP BasketInside: D.Thompson

ANADOLU EFES ISTANBUL: Thompson 26, Bryant 21, Larkin 11, Jones 10, Beaubois 9, Willis 9, Oturu 6, Pleiss 6, Oncel 1, Osmani.

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA: Lundberg 14, Mickey 12, Belinelli 10, Cordinier 9, Hackett 6, Pajola 5, Polonara 5, Dunston 4, Lomasz 3, Shengelia 3, Abass 2, Zizic 2.