EuroLega, 22° giornata: il CSKA nel finale ha la meglio del Real e lo aggancia in classifica

EuroLega, 22° giornata: il CSKA nel finale ha la meglio del Real e lo aggancia in classifica

Partita equilibrata, ma alla fine è il CSKA a prevalere. Dubbi per un fallo non fischiato a Clyburn sul tiro del potenziale pareggio in extremis di Carroll.

di Filippo Stasi

Le due squadre più vincenti del Vecchio Continente si accingono a incrociare le armi alla Megasport Arena di Mosca: stiamo parlando naturalmente del CSKA che questa sera ospita i campioni in carica del Real Madrid. Le due società possono vantare ben 17 Coppe dei Campioni in bacheca (10 per le Merengue, 7 per il CSKA) e anche quest’anno figurano tra le pretendenti più accreditate per arrivare a giocarsi il prossimo maggio, alle Final Four di Vitoria, l’ennesimo titolo di EuroLega. L’Armata Rossa guidata da Itoudis è al momento terza in classifica e proprio questa sera ha la ghiotta occasione per tentare l’aggancio al Real – aggancio che varrebbe anche il sorpasso, in virtù della vittoria russa all’andata al Palacio nella sfida della 10a giornata, terminata 88-93. Il Madrid, infatti, ha patito l’unica sconfitta casalinga di questa campagna europea proprio per mano del CSKA, per cui vorrà vendicare lo sgarbo dell’andata per proteggere il secondo posto e continuare a insidiare il primato del Fenerbahce, nonostante l’assenza pesantissima del leader tecnico Sergio Llull renda tutto questo più difficile, almeno sulla carta. Ma lo sappiamo, specie quando ci sono così tanti campioni a roster, la carta conta fino a un certo punto: parola dunque al campo!

QUINTETTO CSKA: Hackett, De Colo, Kurbanov, Peters, Hunter

QUINTETTO REAL: Campazzo, Causeur, Deck, Randolph, Tavares

Parte forte il CSKA con la tripla di DaniBoy Hackett, il long-two di Nando De Colo e l’assist dello stesso asso francese per l’ex Madrid Othello Hunter. Al 7-0 dei padroni di casa, gli ospiti rispondono con Fabien Causeur che imita il connazionale nella sfida transalpina nel ruolo di guardia, prima col canestro personale e poi con il suggerimento finalizzato da Edy Tavares. De Colo trova il secondo bersaglio personale, mentre Anthony Randolph si sblocca dall’arco. Sono ancora i due ex senesi Hackett e Hunter a tenere avanti il CSKA fino al TV timeout, ma il Real rimane a stretto contatto di nuovo con Causeur e Tavares (13-11). Lo stesso gigante capoverdiano fa 1/2 in lunetta, mentre De Colo è infallibile dalla linea della carità. Alec Peters risponde a Campazzo, ma il Real impatta e poi sorpassa con le bombe di Randolph e dello scatenato Causeur. I madridisti però non han fatto i conti con De Colo, galvanizzato dal duello con l’avversario: assist per la schiacciata facile di Kyle Hines e tripla del controsorpasso a fil di sirena, a chiudere in grande stile i primi bellissimi 10 minuti di gioco (22-20).

Il Real pareggia immediatamente in apertura di periodo con JayCee Carroll, poi Facundo Campazzo brucia il grande ex della partita Sergio Rodriguez per il vantaggio, annullato immediatamente dal controbreak di 4 punti firmato dal rientrante Cory Higgins, mattatore del match d’andata con 24 punti personali. Il solidissimo Ayon pareggia, ma El Chacho Rodriguez trova un gioco di prestigio che vale 3 punti di vantaggio per i russi (29-26). Hines di tecnica e mestiere risponde a Carroll, ma la guardia ex Teramo con un altro impeccabile runner riporta avanti il Real. I Blancos poi tentano la fuga grazie a un’ottima difesa e all’insospettabile contributo offerto da Klemen Prepelic: lo sloveno – chiamato a dare minuti di qualità dalla panchina vista l’assenza illustre di Sergio Llull – segna 8 punti e manda a schiacciare il connazionale Anthony Randolph, con il quale ha vinto l’ultimo Europeo. Il CSKA, inceppatosi in maniera evidente in attacco nella seconda parte del quarto, trova ossigeno grazie ai rimbalzi (21 di cui 9 offensivi, contro i 13 del Madrid) e infatti torna a segnare nel finale dopo un’eternità grazie a un tap-in di Nikita Kurbanov, che vale il 34-40 con cui si va al riposo.

In apertura di ripresa il CSKA si aggrappa al suo attaccante prediletto, quel Nando De Colo che nel primo quarto ha fatto malissimo agli spagnoli e che segna 5 punti per riportare a -1 i suoi. Il Real reagisce di squadra con Causeur, Campazzo e Randolph, ma il CSKA è vivo e ha ritrovato fluidità offensiva, come dimostrato dai canestri del solito De Colo, di Kurbanov e dalla tripla del momentaneo sorpasso firmata Hackett. Il vantaggio dei padroni di casa dura pochissimo, perchè Anthony Randolph risponde dal perimetro e poi trova un 2+1 utile ad allungare a +5 (47-52). Dopo il timeout Itoudis, Will Clyburn si mette finalmente al lavoro e costruisce un parziale moscovita di 6-0 insieme all’inarrestabile De Colo, ma Ayon pesca magistralmente per due volte consecutive Jeff Taylor sotto canestro per il nuovo sorpasso ospite. Hackett risponde con 4 punti e Kurbanov è preciso in lunetta, mentre Gustavo Ayon dopo 5 rimbalzi e 6 assist (!!) torna a segnare e impatta a quota 59. I russi ritrovano linfa con la qualità di Rodriguez e Higgins in uscita dalla panchina – panchine livello extra lusso sia per Itoudis che per Laso – e con loro il +5, ma Prepelic trova la prima doppia cifra personale stagionale e accorcia in chiusura di terzo quarto (64-61).

Gustavo Ayon schiaccia su assist di Prepelic rispondendo al bersaglio con cui Higgins ha inaugurato l’ultimo periodo, poi di nuovo il messicano a far male alla difesa moscovita giocando a due con lo sloveno, il quale poi assiste Rudy Fernandez per la bomba del sorpasso merengue (66-68). Però dall’altra parte De Colo pareggia e scollina quota 20 per la sesta volta in stagione, Hines imbeccato da Higgins sorpassa e lo stesso Higgins allunga a +6 con due penetrazioni efficaci derivanti dall’ottimo lavoro svolto dal CSKA sotto il tabellone avversario, a garantire secondi possessi che han messo in difficoltà un Real parso in calo. Laso ferma la partita (74-68) a 4 minuti dal termine e il suo Real riparte dalla difesa per provare la rimonta, concedendo solo una tripla forzata a Higgins nei successivi 3 minuti; nel mentre segnano Carroll da rimbalzo offensivo, Campazzo in floater e Anthony Randolph due volte, dopo due grandissime azioni difensive personali. Sul 77-76, il Real ha anche la palla del vantaggio nelle mani di Ayon a 40″ dalla fine, ma il lungo messicano questa volta non riesce a concretizzare la ghiottissima chance, contestato da Hines e Clyburn. Quest’ultimo fa 2/2 in lunetta, ma il Real torna a un solo punto di distacco con Ayon che questa volta non sbaglia su assist di Campazzo. Daniel Hackett rientra e segna due tiri liberi discretamente pesanti a 17 secondi dal termine, per ripristinare il +3 CSKA. Allora Carroll tenta la tripla del pareggio, contestata in maniera probabilmente fallosa da Clyburn, ma gli arbitri non immettono aria nel fischietto e lo stesso Clyburn chiude i giochi con un 1/2 in lunetta. Finisce quindi 82-78 per il CSKA, che aggancia e sorpassa – in virtù del doppio scontro diretto a favore – il Real Madrid al secondo posto in classifica. Partita molto equilibrata decisa solo dai dettagli nel finale. Decisive le prove di De Colo, Higgins e Hackett per i russi, mentre ai Blancos non sono bastati i 20 punti di Randolph e la prova all around di Ayon (11+6+6), il quale può solo rimproverarsi il mancato canestro che poteva cambiare l’epilogo del match…

CSKA MOSCA – REAL MADRID  82-78  (22-20, 12-20, 30-21, 18-17)

MVP BASKETINSIDE.COM: Nando De Colo. Il fenomeno francese ha fatto molto male alla difesa del Real, specialmente nei quarti dispari, grazie alla sterminata qualità del suo bagaglio tecnico. Fondamentale la sua spinta nel terzo quarto per lanciare la rimonta del CSKA. Chiude con 21 punti con 8/12 al tiro, 4 assist, 3 rimbalzi e la miglior valutazione del match (22).

CSKA MOSCA: De Colo 21, Bolomboy, Peters 2, Antonov, Rodriguez 6, Clyburn 8, Higgins 15, Hackett 14, Kurbanov 6, Hines 6, Hunter 4. Coach: Dimitris Itoudis

REAL MADRID: Causeur 9, Randolph 20, Fernandez 3, Campazzo 8, Reyes, Ayon 11, Carroll 8, Tavares 5, Deck, Prepelic 10, Taylor 4. Coach: Pablo Laso

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy