EuroLega, 22ª giornata: Il Real torna alla vittoria, cade il Panathinaikos a Madrid

Torna alla vittoria il Real dopo due sconfitte consecutive. Un ottimo inizio per gli spagnoli che rischiano di subire la rimonta nel terzo periodo, ma controllano la gara nel finale. Il Pana ci prova, qualche segnale incoraggiante per Kattash.

di Gaetano Cantarero

Stesso score nelle ultime cinque gare di EuroLega ma situazione completamente opposta. Due vittorie e tre sconfitte per il Panathinaikos significano un tentativo di non sprofondare troppo in classifica, nonostante le chance di qualificazione ai play-off siano praticamente nulle. Lo stesso bottino per il Real Madrid, invece, è del tutto insufficiente e i Blancos devono riscattare immediatamente le due brutte gare contro Stella Rossa e Maccabi.

Quintetto Real Madrid: Alocen, Deck, Taylor, Thompkins, Tavares

Quintetto Panathinaikos: Nedovic, Mack, White, Mitoglou, Auguste

I primi minuti di gara al Wizink Center sembrano equilibrati, gli ospiti segnano con Mitoglou e Mack ma il Real al 4′ preme sull’acceleratore e con un break da 7-0 mette subito distanza tra le squadre. Gli sprazzi di Pana si vedono con Nedovic, ma Taylor e Tavares dominano nella metà campo greca e il Real dopo sette minuti ha già la doppia cifra di vantaggio. La differenza tecnica in campo è evidente, Auguste mette a segno quattro punti ma quasi sulla sirena Deck trova il canestro del +13. Il Real dopo dieci minuti è già in fuga, 25-12.

Nel secondo quarto il Pana non riesce a crescere offensivamente, con tanti errori al tiro, ma il problema dei greci è in difesa. Il Real fa quello che vuole in attacco, Causeur spara due triple e a metà secondo periodo i padroni di casa doppiano gli avversari, 38-19. La gara resta comunque movimentata, Mitoglou e White trovano la via del canestro, rispondono Tavares e Alocen, autore di 9 punti nella prima metà di gioco. Dopo venti minuti il Real è in controllo totale, le squadre tornano negli spogliatoi sul 49-27.

Al rientro dalla pausa lunga gli spagnoli sono chiamati a controllare la gara ma l’inizio è incoraggiante per il Panathinaikos che piazza un break da 5-0 e si rifà sotto fino al -15 con il canestro di Mack al 24′. Le due squadre segnano poco, il Real sfrutta la buona giornata al tiro di Alocen, ma Foster e Bochoridis riescono a rimettere meno di 10 punti di distacco tra le squadre, 58-49 a 1:40 dalla fine del periodo. Deck prova a svegliare i suoi e i blancos si presentano all’ultimo periodo avanti di 14, 64-50.

Getty Images

Nell’ultimo quarto il Panathinaikos è indemoniato, lascia al Real appena due punti in metà quarto e mette a referto 11 punti con Foster e Auguste sugli scudi, portandosi sul 66-61 e mettendo in allarme i padroni di casa. Abalde e Llull, però, sparano due triple consecutive e spengono l’entusiasmo dei greci che sprofondano in trenta secondi di nuovo sul -11 e non riescono più a rialzare la testa. Il Real Madrid controlla il finale e vince 76-66, con 20 punti e 9 rimbalzi per Gabriel Deck.

REAL MADRID 76 – 66 PANATHINAIKOS (25-12;49-27; 64-50)

Tabellino

Real Madrid: Causeur 11, Fernandez, Abalde 4, Tyus 4, Alocen 13, Deck 20, Garuba, Carroll 3, Tavares 4, Llull 7, Thompkins, Taylor 10. Coach: Pablo Laso

Panathinaikos: Mack 4, Bochoridis 5, Auguste 13, Kaselakis 3, Vougioukas, Kalaitzakis, Foster 11, Nedovic 18, White 5, Mitoglou 5, Bentil 2, Sant-Roos. Coach: Oded Kattash

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy