Eurolega 22ª giornata: L’Efes blocca il Barça. Il Bayern vince il derby, la vendetta di Ivanovic a Belgrado e l’Olympiacos stende il Maccabi

0
EuroLega
Twitter Anadolu Efes Istanbul

Oltre alla vittoria della Virtus Bologna il programma del giovedi del 22° round di Eurolega si snoda tra le vittorie casalinghe dell’Efes e Olympiacos e quelle del Bayern Monaco e Baskonia in trasferta.

ANADOLU EFES ISTANBUL – FC BARCELONA 98-74 (18-13, 24-26, 30-21, 26-14)

L’Efes sfrutta ancora il turno casalingo e ottiene la seconda vittoria di fila allo Sinan Erdem Sports Hall battendo il Barcellona che ferma la sua striscia positiva dopo 4 turni favorevoli. Lo scarto finale di 24 punti nasce tutto nel secondo tempo dopo i primi 20′ di grande equilibrio dove Pleiss da una parte e Hernangomez dall’altra si mettono in mostra per il 18-13 del 10′ e il 42-39 dell’intervallo. L’Efes rientra in campo con maggiore convinzione. Beaubois inizia a mitragliare la retina catalana e i turchi vanno all’ultima pausa con 12 punti di vantaggio (72-60). Il Barca è sulle gambe e l’Efes mette l’accelerata definitiva nell’ultimo periodo. Parziale di 26-14 negli ultimi 10′ e vittoria marcata per gli uomini di Can che hanno Beaubois con 21 punti (4/5 da tre e 4/4 da due) 5 assist e 1 recupero. Pleiss chiude con 17 punti e 7 rimbalzi, 15 per Larkin e 16 con 6 rimbalzi per Oturu. Sul fronte catalano Willy Hernangomez finisce con 18 punti, 14 a testa per Kalinic e Jokubaitis.

ANADOLU EFES ISTANBUL: Beaubois 21, Pleiss 17, Oturu 16, Larkin 15, Thompson 7, Bryant 6, Willis 6, Clyburn 5, Daum 3, Jones 2, Oncel.

FC BARCELONA: Hernangomez 18, Jokubaitis 14, Kalinic 14, Brizuela 9, Parker 8, Vesely 6, Satoransky 3, Da Silva 2, Parra.

CRVENA ZVEZDA – BASKONIA 90-91 (30-20, 22-23, 10-26, 28-22)

Dusko Ivanovic, cacciato dalla Stella Rossa a fine ottobre, ritorna alla Stark Arena da avversario in EuroLega con il suo Baskonia. Vendetta firmata dal coach serbo che espugna il campo della Crvena Zvezda grazie a un secondo tempo dirompente e con uno straordinario Markus Howard da 32 punti (7/10 da tre punti). I serbi privi di Teodosic vanno a strappi, partono benissimo con grandi percentuali nel primo quarto (6/9 da tre e 6/8 da due) per il 30-20 del 10′. Il Baskonia risponde bene nel secondo periodo ma sono i padroni di casa a condurre a metà corsa (52-43). Nel terzo quarto c’è la svolta. Parziale di 10-26 per i baschi sorretti da Howard e una grande difesa. Partita ribaltata e spagnoli in vantaggio a 10′ dalla fine (62-69). Nell’ultimo quarto tutto è da decidere il Baskonia si presenta agli ultimi 3′ sul +6 (78-84). Mitrovic e Giedraitis infiammano la Stark Arena portando i biancorossi sull’83-84 a -1’51” che richiede il time out di Ivkovic. Howard varca quota 30 con i punti del 83-88. In mezzo ai due canestri dell’americano di Ivanovic c’è un sanguinoso 0/2 di Mitrovic. A 32″ dalla fine c’è il 2/2 di Dos Santos per l’85-88, il Baskonia decide di rendere il finale ancora più avvincente. Palla persa e contropiede vincente di Dos Santos per l’87-88 a 14″ dallo stop. Miller-McIntyre va in lunetta, segna il primo e sbaglia il secondo sul rimbalzo lotta Moneke-Bolomboy con il giocatore con gli occhiali del Baskonia che prende un rimbalzo offensivo di importanza capitale. Ancora fallo della Stella Rossa e lunetta stavolta per Marinkovic che porta i baschi al sicuro (87-91) a 7″ dal termine. C’è solo il tempo per la tripla sulla sirena di Dos Santos per il 90-91 definitivo.

CRVENA ZVEZDA: Yago 26, Giedraitis 13, Smart 11, Hanga 10, Bolomboy 9, Davidovac 9, Lazic 6, Mitrovic 6, Gillespie.

BASKONIA: Howard 32, Marinkovic 18, Moneke 13, Costello 10, Rogavopoulos 8, Kotsar 4, Diez 3, Miller-McIntyre 3, Raieste, Sedekerskis.

ALBA BERLINO – FC BAYERN MONACO 65-82 (19-19, 11-24, 21-23, 14-16)

Il Bayern Monaco si prende il derby tedesco di EuroLega. Espugnata la Mercedes-Benz Arena di Berlino con i bavaresi di Laso che tornano a sorridere in Eurolega dopo 4 sberle consecutive. L’Alba non riesce a dare continuità al successo di Villeurbanne e perde la sua sesta partita nelle ultime 7 gare giocate. Primo quarto in totale equilibrio (19-19) e Bayern che scappa prima dell’intervallo andando al riposo sul + 13 (30-43). Nella ripresa i gialli di casa cercano il riscatto ma c’è una partita equilibrata che giova solo al Bayern capace di rimanere avanti al 30′ (51-66). Anche nell’ultima parte di derby le gerarchie rimangono inalterate. Il parziale se lo aggiudica gli ospiti che affondano le mani sulla partita con il 65-82 finale. Per il Bayern 4 uomini in doppia cifra con Brankovic che sfiora la doppia doppia con 14 punti (7/9 da due) e 9 rimbalzi, 14 punti anche per Francisco, 13 di Edwards e 11 di Ibaka. Tra le fila berlinesi c’è Matteo Spagnolo che eguaglia il suo massimo in Eurolega (15 punti) aggiungendo anche 4 assist. Il brindisino è il miglior realizzatore dei suoi davanti a Wetzell (13) e Thomas (10).

ALBA BERLINO: Spagnolo 15, Wetzell 13, Thomas 10, Brown 9, Hermannsson 8, Thiemann 8, Koumadje 2, Bean, Delow, Procida, Schneider.

FC BAYERN MONACO: Brankovic 14, Francisco 14, Edwards 13, Ibaka 11, Obst 9, Booker 6, Weiler-Babb 6, Bolmaro 4, Giffey 3, Bonga 2, Lucic, Radoncic.

OLYMPIACOS PIRAEUS – MACCABI TEL-AVIV 89-72 (26-18, 16-18, 27-21, 20-15)

Il giovedi di EuroLega è chiuso dal successo interno dell’Olympiacos ai danni del Maccabi con i greci di Bartzokas che tengono la partita in mano e la azzannano definitivamente nel secondo tempo non lasciando troppo spazio alle speranze israeliane. Tra gli ateniesi si esaltano Canaan e Milutinov entrambi a quota 20 punti con il serbo che arpiona anche 20 rimbalzi in una gara da 40 di valutazione. Al Maccabi non basta un Baldwin da 18 punti, unico in doppia cifra con Blatt e Colson (10). L’Oympiacos comanda già al 10′ (26-18) e si presenta all’intervallo in vantaggio 42-36 dopo il miglior momento dell’intera serata del Maccabi. Nella ripresa però il marchio dei biancorossi di casa si fa più forte. Il divario in doppia cifra del 30′ (69-57) è il viatico all’affondo finale che vale l’89-72 del 40′.

OLYMPIACOS PIRAEUS: Canaan 20, Milutinov 20 (20 rimbalzi), Peters 17, Papanikolaou 7, Larentzakis 6, Walkup 6, Petrusev 5, Williams-Goss 5, Mitrou-Long 3, McKissic, Sikma.

MACCABI TEL-AVIV: Wade Baldwin 18, Blatt 10, Colson 10, Sorkin 9, Rivero 8, DiBartolomeo 6, Menco 5, Nebo 3, Webb III 3, Cleveland, Mayer.