EuroLega, 23ª giornata: Super secondo tempo del Fenerbahçe. La Virtus Bologna gioca con orgoglio ma cade ad Istanbul

0
Fenerbahçe Virtus Bologna
Virtus Segafredo Bologna Twitter

Fenerbahçe Beko Istanbul e Virtus Segafredo Bologna aprono la 23ª giornata di EuroLega. Impegno durissimo per i bolognesi, privi di Marco Belinelli e Toko Shengelia. Il georgiano è sempre out per infortunio mentre l’ex veterano NBA è rimasto a Bologna per la nascita della figlia.

QUINTETTO FENERBAHÇE BEKO ISTANBUL: Calathes, Wilbekin, Guduric, Motley, Papagiannis.

QUINTETTO VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA: Lundberg, Hackett, Abass, Mickey, Dunston.

Ottima partenza della Virtus, che nonostante le assenze di Belinelli e Shengelia, gioca bene con pazienza e calma, trovando il tiro giusto. Il Fenerbahce reagisce con Papagiannis e soprattutto Motley a far male alla difesa della Virtus Bologna. L’ex big man di Kazan e Clippers fa il vuoto sotto canestro, dominando in lungo e in largo ma poco aiutato dai compagni di squadra. Iffe Lundberg è l’uomo chiamato a dare qualcosa in più in questa sera e il suo primo quarto dimostra che c’è. 8 punti per il danese, molto ispirato e dall’altra parte sono 14 i punti per Johnathan Motley. Virtus Bologna molto positiva in questi primi 10 minuti con 4 punti di vantaggio sul Fenerbahce.

La Virtus Bologna apre molto bene il secondo quarto con due triple di Alessandro Pajola che valgono il massimo vantaggio sul +9. Le rotazioni, ovviamente più lunghe ed importanti, dei padroni di casa però iniziano a fare la differenza. L’energia e l’aggressività di Yam Madar sono fondamentali per il rientro del Fenerbahce. Qualche errore banale della Virtus e i turchi cercano la fuga sulle ali di Scottie Wilbekin onfire con 5 punti in un amen. Battaglia su ogni pallone, percentuali altissime da entrambe le parte, ma Fenerbahçe avanti di 5 dopo 20 minuti di gioco.

Atteggiamento completamente differente, difesa durissima e di grande energia del Fenerbahçe che punta ad iniziare in modo diverso questo secondo tempo e ci riesce. Super parziale dei turchi che in breve raggiungono i 15 punti di vantaggio di fronte ad una Virtus che soffre tantissimo. Le rotazioni corte e la grande energia dei padroni di casa sono un mix letale per gli ospiti, in netta difficoltà in questa seconda parte di gara. Amine Noua, neo arrivato per i turchi ed ex Tortona, gioca un super terzo quarto a rimbalzo e sempre pronto in area sugli scarichi. +15 per il Fenerbahçe a 10 minuti dal termine.

Puro orgoglio nell’apertura di ultimo quarto per la Virtus Bologna che non ne vuole sapere di mollare e piazza un ottimo parziale di 9-2. Calo di concentrazione del Fenerbahçe subito ben approfittato dalla Virtus. Abass risponde presente ai minuti concessi da Coach Banchi, fondamentale in difesa contro i centimetri di Papagiannis e autore di un ottima prestazione. Ultimo grande sforzo della Virtus Bologna che ci prova ma il vantaggio del Fener è tale che i turchi possono permettersi di gestire. Tyler Dorsey in ombra oggi, chiude i giochi nel finale mandando i titoli di coda.

Tanto orgoglio ma non è sufficiente per la Virtus Bologna che cade ad Istanbul contro un Fenerbahçe uscito di prepotenza nel secondo tempo.

FENERBAHÇE BEKO ISTANBUL – VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 88-75 (21-25, 31-22, 19-9, 17-19)

MVP BasketInside: J.Motley

FENERBAHÇE BEKO ISTANBUL: Motley 23 (11 rimbalzi), Wilbekin 15, Guduric 10, Noua 9, Sanli 8, Madar 7, Papagiannis 7, Calathes 5, Dorsey 4, Mahmutoglu.

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA: Lundberg 17, Abass 12, Cordinier 11, Hackett 11, Mickey 7, Pajola 7, Zizic 5, Dunston 4, Lomazs 1, Polonara.