EuroLega, 24ª giornata: il Panathinaikos domina i tabelloni e si regala il derby

Il Panathinaikos prende le redini dell’incontro al 5′ e conduce fino alla sirena finale dominando le plance. 26-39 il computo totale dei rimbalzi.

di Gabriele Leslie Giudice

Il Panathinaikos prende le redini della contesa al 5′ e mantiene il vantaggio fino alla sirena finale, conducendo in porto un derby che conferma la crescita recente della squadra di Kattash, che priva di Nedovic sfrutta i vantaggi in termini di stazza e supera l’Olympiacos. Evidentissima la differenza sotto le plance tra le due squadre, con il Panathinaikos capace di catturare 39 rimbalzi (16 offensivi) contro i 26 dei padroni di casa, i quali sapevano di giocarsi la partita sulla capacità di portare aggressività sul perimetro – 12 a 7 lo score sui punti in contropiede, 25-12 quello sui punti da palle perse – e nel tentativo di riempire l’area e ci provano con tutto quel che hanno, ma escluso un ottimo McKissic (20 punti con 4\8 da 3) l’attacco – privo anche di Vezenkov – non gira con continuità e in difesa Papagiannis e Mitoglou creano sempre un vantaggio all’attacco di Kattash, sia quando attaccano il canestro che quando mettono in ritmo gli esterni. All’inizio dell’ultimo quarto l’Olympiacos tocca anche il -2 (59-61) ma è troppo dipendente dai migliori momenti dei suoi singoli e non riesce a dare troppo fastidio al Panathinaikos, che arriva alla sirena finale in controllo e si gode la vittoria nel derby greco, pur lontano, in termini di classifica, dai fasti del passato recente.

La Cronaca: l’Olympiacos cerca subito il post basso con Printezis, ma il primo colpo di coda lo dà il Panathinaikos, che sfrutta a dovere il vantaggio di stazza e costruisce un parziale di 10-0 che dà a Kattash il vantaggio in doppia cifra (7-17). L’Olympiacos aumenta la pressione sul perimetro e complica le ricezioni dei lunghi, in attacco trova più fluidità e con le triple di Jenkins e McKissic riduce il margine ai minimi termini (18-19). Il pick and roll tra Foster e Papagiannis cera grattacapi alla difesa dei reds, il lungo ringrazia e schiaccia il nuovo +5 del Panathinaikos (18-23), la partita è piuttosto spezzettata e l’Olympiacos la tiene in piedi con la tripla di Jean Charles (24-27). Con la tripla di Bochoridis il Panathinaikos alimenta il proprio vantaggio (28-32), con l’equilibrio che si prolunga fino alla sirena del secondo quarto, che gli ospiti chiudono avanti di 3 lunghezze (35-38). L’Olympiacos deve trovare il modo di proteggere i tabelloni, sono già i 6 rimbalzi offensivi concessi dalla difesa di Bartzokas, mentre il computo totale dice 17-9 in favore del Panathinaikos. Complicato da interpretare, invece, è il dato del PIR: l’Olympiacos è sotto di 3 punti ma è altrettanto in svantaggio 25-48 nel dato sulla valutazione.

gettyimages.com

In avvio di terzo quarto il Panathinaikos scappa a +8 con la tripla di Sant Roos (35-43), Printezis recupera due punti letteralmente dalla spazzatura ma la scelta di sfidare Sant-Roos al tiro dopo il pick and roll non paga i dividenti per la difesa di Bartzokas, che incassa la terza tripla di serata  del numero 74 (37-48). L’Olympiacos si avvicina con il 2+1 di Printezis (44-52) ma la difesa torna a soffrire Papagiannis, che prima realizza dalla lunetta e poi imbecca Kaselakis, che manda a bersaglio la tripla del +13 (44-57). La buona vena di Spanoulis sbilancia la difesa di Kattash, che apre spazi su cui si fionda Martin, autore di 4 punti in fila (54-59), l’Olympiacos approccia bene anche l’ultimo quarto e si porta a -2 (59-61). Il Panathinaikos reagisce con un parziale di 7-0 rotto dalla correzione di Reed (59-68). La tripla di Mitoglou protegge il vantaggio degli ospiti (64-73), Sloukas e White si rispondono dall’arco (72-80), nell’ultimo minuto Sloukas avvicina l’Olympiacos con il long two (77-82), ma il Panathinaikos la chiude dalla lunetta e fa suo il derby (77-88).

OLYMPIACOS 77-88 PANATHINAIKOS (18-21, 17-17, 19-23, 23-27)

MVP Basketinside: il reparto lunghi del Panathinaikos

OLYMPIACOSHarrison 6, Charalampopoulos N.E., Larentzakis 2, Spanoulis 4, Sloukas 9, Martin 11, Printezis 8, Jean Charles 5, Jenkins 5, Ellis 7, McKissic 20

PANATHINAIKOS: Mack, Papagiannis 8, Bochoridis 15, Auguste N.E., Papapetrou 5, Diplaros N.E., Kaselakis 3, Foster, White 12, Mitoglou 15, Bentil 10, Sant-Roos 20

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy