EuroLega, 24ª giornata: nona sinfonia del Fenerbahçe, lo Zenit lotta ma cade a Istanbul

Altra vittoria casalinga fondamentale per un Fenerbahçe lanciatissimo verso i playoff, lo Zenit deve soccombere per la terza volta consecutiva nonostante un’ottima prova.

di Francesco D'Introno

Nono successo consecutivo per il Fenerbahçe che batte lo Zenit per 92-84 in una partita in cui la difesa di coach Pascual non ha funzionato, ma i russi hanno lottato ancora una volta come già fatto a Barcellona e la settimana scorsa a Milano. Prova monstre di De Colo che chiude con 24 punti, 7 assist e 8 falli subiti. Doppia cifra anche per Guduric (19) e Vesely (16). Per lo Zenit, che chiude un autentico tour de force lontano da casa, non bastano i 21 di Thomas.

QUINTETTO FENERBAHCE: De Colo, Guduric, Ulanovas, Vesely, Duverioglu

QUINTETTO ZENIT: Pangos, Rivers, Ponitka, Zubkov, Thomas

Lo Zenit partiva a sorpresa difendendo a zona, ma il Fenerbahçe riusciva subito a trovare le giuste contromisure convincendo coach Pascual a cambiare strategia. Il punteggio, nella prima frazione, era insolitamente alto per gli standard dei russi, molto precisi da oltre l’arco con un ispirato Rivers. I padroni di casa erano bravi a trovare protagonisti sempre diversi, e mettevano la testa avanti grazie prima a Guduric, poi a Duverioglu e al solito De Colo. Un ispiratissimo Will Thomas puniva più volte la difesa turca (13 punti nel primo periodo per l’ex Valencia) e l’equilibrio non si rompeva (25-25 al 10′).

Il canovaccio non cambiava nel secondo quarto con altissime percentuali da ambo le parti, sebbene le difese aumentassero la propria attenzione. Un canestro difficilissimo di Ponitka spingeva coach Kokoskov a chiamare timeout sul 30-32 al 14′. Due triple di Guduric riportavano avanti il Fener, che stringeva le maglie difensive costringendo lo Zenit a oltre tre minuti senza canestri dal campo (40-35 al 18′). La sospensione di Pascual dopo il break di 10-3 dei turchi portava i suoi frutti, lo Zenit cercava Gudaitis ed il lungo lituano rispondeva con 6 punti in un amen. La risposta del Fenerbahçe arrivava dal suo uomo simbolo, De Colo, che all’intervallo aveva già 15 punti a referto e teneva avanti il Fenerbahçe (47-43 al 20′).

Al rientro in campo coach Kokoskov proponeva per la prima volta il rientrante Barthel, che forniva il suo contributo sia in attacco che in difesa. Il Fenerbahçe esauriva ben presto il bonus spendendo falli anche banali, tra cui il pesantissimo terzo di Guduric. Con Pangos e Thomas lo Zenit resisteva ai ripetuti tentativi di fuga dei padroni di casa, ma non aveva fatto i conti con Vesely, che finalmente si accendeva e segnava in breve tempo otto punti (62-55 al 27′). Ulanovas siglava il massimo vantaggio sul +8 spingendo lo Zenit verso il baratro, ma sette punti di Billy Baron tenevano i russi più vivi che mai alla terza sirena (66-65 al 30′).

Ancora Baron completava il parziale di 10-0 con una bomba che valeva il sorpasso ospite. La luce sembrava spegnersi per il Fenerbahçe nonostante il rapido timeout di Kokoskov: Truskin mandava a bersaglio il jumper del +5 (69-74 al 32′). Reazione veemente dei turchi con il capitano Mahmutoglu dall’angolo, prima che De Colo mettesse in piedi un vero e proprio show con una magia in layup, un cioccolatino per il volo di Vesely e la bomba del +6 (80-74 al 36′). Il parziale di 13-0 si chiudeva con un libero di Gudaitis, ma il Fener continuava a macinare gioco e toccava a due minuti dalla fine per la prima volta la doppia cifra di vantaggio con Pierre. Lo Zenit non mollava nonostante qualche errore di troppo, e aumentando la pressione difensiva rientrava fino a -4 ma era tardi.

FENERBAHCE BEKO ISTANBUL – ZENIT SAN PIETROBURGO 92-84 (25-25; 47-43; 66-65; 92-84)

FENERBAHCE: Brown 5, Perez, Guduric 19, Mahmutoglu 5, O’Quinn, De Colo 24, Pierre 8, Barthel 2, Vesely 16, Eddie 3, Duverioglu 2, Ulanovas 8. Coach: Kokoskov.

ZENIT: Rivers 14, Zakharov, Pangos 10, Fridzon, Hollins, Thomas 21, Baron 13, Pushkov 2, Trushkin 4, Zubkov 5, Ponitka 4, Gudaitis 11. Coach: Pascual.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy