EuroLega, 24ª giornata: Olimpia Milano, OAKA è un incubo. Il Panathinaikos dilaga e rifila una brutta sconfitta a Mirotic e compagni

0
Panathinaikos Olimpia Milano
Olimpia Milano Twitter

L’Olimpia Milano apre in casa del Panathinaikos, ad OAKA, un doppio turno di EuroLega tostissimo e importantissimo per l’imminente futuro della squadra di Ettore Messina.

QUINTETTO PANATHINAIKOS ATHENS: Grant, Nunn, Grigonis, Mitoglou, Lessort.

QUINTETTO OLIMPIA MILANO: Hall, Napier, Shields, Melli, Poythress.

Inizia bene la partita uno dei grandi ex di giornata, Jerian Grant. L’ex MVP di EuroCup segna subito 5 punti ed è dentro la partita sin dai primi secondi. L’Olimpia Milano risponde con Nicolò Melli, bravo a farsi trovare pronto con 4 punti in un amen. I verdi provano il primo strappo nella seconda parte di quarto con un altro grande ex di giornata, Kostantinos Mitoglou. I due, ben aiutati da un Nunn in gran forma, provano la fuga con l’Olimpia Milano che resta attaccata grazie a Nikola Mirotic. Ottimo segnale per i milanesi, con la loro stella sempre più vicina alla forma ottimale. +5 Panathinaikos dopo 10 minuti di gioco.

Il duo Grigonis – Hernangomez comincia a far male alla difesa milanese, in particolare con il tiro dalla lunga distanza. Milano soffre, accusa il colpo ed è già Mirotic-dipendente. Si alza notevolmente il livello e l’intensità della difesa dei greci con l’Olimpia Milano che fa fatica a trovare canestri facili, come previsto da Coach Messina. Fatica tantissimo Shavon Shields, sorvegliato speciale della difesa di Coach Ataman. L’Olimpia non segna più, il Panathinaikos non si ferma e c’è il primo parziale importanti in favori dei greens. Doppia cifra per Grigonis e Juancho Hernangomez ma soprattutto +16 Panathinaikos Atene.

Poythress e Napier aprono bene il secondo tempo, consapevoli che ora bisogna recuperare per rimettere in piedi una partita già molto dura. Nel momento di massimo sforzo per l’Olimpia, arriva un super controparziale del Panathinaikos. Nonostante i problemi di falli di Lessort, il duo Grigonis-Grant fa malissimo alla difesa milanese riportando il vantaggio ad una cifra consistente. Difese che si prendono la scena nel finale di terzo quarto che si conclude con un particolare 13-13 ma con il PAO sempre avanti di 16.

Nulla da fare in questo ultimo quarto. L’Olimpia Milano ci prova ma è travolta dall’agonismo e dall’intensità del Panathinaikos, trascinato da un OAKA caldissimo. L’ultima frazione serve solo per definire il punteggio finale con i greens quasi sempre oltre le 20 lunghezze di vantaggio. Si fa durissima per l’Olimpia Milano che fra meno di 48h tornerà in campo, ad Istanbul, contro un Anadolu Efes Istanbul che oggi è stato travolto dallo Zalgiris Kaunas di Coach Trinchieri.

PANATHINAIKOS ATHENS – OLIMPIA MILANO 79-62 (21-16, 23-12, 13-13,

MVP BasketInside: M.Grigonis

PANATHINAIKOS ATHENS: Grigonis 15, Hernangomez 12, Lessort 12, Kalaitzakis 10, Nunn 10, Grant 9, Antetokounmpo 4, Mitoglou 4, Moraitis 3, Vildoza.

OLIMPIA MILANO: Napier 16, Mirotic 11, Hall 7, Hines 6, McGruder 6, Poythress 6, Shields 6, Melli 4, Flaccadori, Lo, Voigtmann.