EuroLega, 25ª giornata: Olympiacos facile su un’ASVEL allergica alle trasferte

Al Pireo i padroni di casa, nonostante le assenze, controllano agevolmente la partita fin dal secondo quarto. Vezenkov il migliore dei suoi, Ellis, Baldwin IV e Printezis solidi. Francesi imprecisi da tre e incapaci di dare una scossa.

di Francesco Mecucci

Nella 25ª giornata di EuroLega, l’Olympiacos Pireo dà seguito alla vittoria con il CSKA dello scorso turno e supera agevolmente al Peace & Friendship Stadium 77-68 un’ASVEL Villeurbanne giunta all’ottava sconfitta esterna consecutiva.

I greci di coach Bartzokas, dopo un primo quarto equilibrato, hanno distanziato gli ospiti già nel corso del secondo, controllando agevolmente nel resto della partita il vantaggio acquisito. Troppo scarico l’attacco del team di coach Mitrovic, che al tiro da tre ha registrato un mediocre 29% e in generale non ha mai saputo dare una scossa al match.

L’Olympiacos, privo di Paul, Rubit e Rochestie oltre che di Spanoulis, ha fatto affidamento sulla buona serata di Vezenkov (18 punti, 3/5 da tre e 7 rimbalzi), su un ottimo Ellis (13) e sulla concretezza di Printezis (11) e Baldwin IV (11 punti e 7 rimbalzi), trovando belle risposte anche dal giovane Nikolaidis. Tra i francesi doppia cifra per Kahudi (14) e Taylor (12).

In generale una partita dai ritmi lenti e frammentati e tutt’altro che spettacolare, con un Olympiacos rimaneggiato che conquista due punti essenziali in chiave rincorsa playoff e un’ASVEL che ora vede la postseason più lontana.

QUINTETTO OLYMPIACOS: Baldwin IV, Papanikolaou, Vezenkov, Printezis, Milutinov
QUINTETTO ASVEL: Taylor, Kahudi, Maledon, Payne, Jekiri

PRIMO QUARTO. Vezenkov porta avanti 5-2 l’Olympiacos colpendo dall’arco, ma subito Maloudi impatta il risultato e apre un parziale di 0-7 a favore dell’ASVEL grazie ai punti di Kahudi e Taylor. Un’altra tripla di Jean-Charles e un canestro di Jekiri allungano per i francesi sull’8-14, ma i greci si affidano a Vezenkov e Milutinovic per rifarsi sotto e recuperare fino al sorpasso (19-18). Sulla sirena Kahudi infila da tre per il 20-21 di fine primo quarto.

SECONDO QUARTO. Gioco lento e frammentato, con molti falli ed errori da ambo le parti. Il solo Kahudi tiene viva l’ASVEL, mentre dall’altra parte si fa sentire Printezis sotto canestro. La tripla di Papanikolau dopo 4′ è la scintilla che dà la svolta alla partita. Nonostante perda Milutinovic per infortunio alla caviglia, l’Olympiacos sprinta fino al +12 con Ellis, Printezis e il giovane Nikolaidis. Si va all’intervallo lungo sul 43-33.

TERZO QUARTO. I padroni di casa dimostrano di saper gestire e mantenere il vantaggio a doppia cifra, periodicamente alimentato con le triple di Papanikolaou, Printezis e Vezenkov (due volte). Octavius Ellis affonda una poderosa schiacciata e il divario tra le due contendenti lievita, sul finale di frazione, fino a +16 prima che i soliti Kahudi e Taylor fissino il parziale sul 61-50.

QUARTO QUARTO. L’ASVEL prova a svegliarsi con un canestro dalla lunga distanza di Diot e con buone giocate di Taylor, ma gli ellenici tengono saldamente il comando delle operazioni, soprattutto con un buon Wade Baldwin IV. L’ex Portland raggiunge la doppia cifra, a cui aggiunge 7 preziosi rimbalzi, e sta iniziando a dimostrare quella personalità necessaria per non far rimpiangere Spanoulis.

OLYMPIACOS PIREO – ASVEL VILLEURBANNE 77-68 (20-21; 43-33; 61-50)

TABELLINO OLYMPIACOS: Rochestie dnp, Baldwin IV 11, Nikolaidis 6, Koniaris 4, Milutinov 9, Vezenkov 18, Printezis 11, Papanikolaou 8, Pokusevski, Ellis 13. All. Bartzokas
TABELLINO ASVEL: Taylor 12, Jekiri 9, Kahudi 14, Maledon 7, Lomazs, Galliou, Noua 3, Jean-Charles 11, Diot 3, Bako 2, Strazel 4, Payne 4. All. Mitrovic

PARZIALI: 20-21; 23-12; 18-17; 16-18.

BASKETINSIDE MVP: Sasha Vezenkov

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy