EuroLega 26ª giornata: Battaglia a OAKA, ma il Panathinaikos è più freddo. Il Fenerbahçe è piegato

0
Panathinaikos Fenerbahçe
Panathinaikos Athens - EuroLeague Basketball

Il Panathinaikos supera il Fenerbahçe nella sfida dal sapore playoff del venerdì di Eurolega. La squadra greca è brava a reagire, dopo una partenza a singhiozzo, rimontare e a costruire una vittoria che fa morale e classifica, e che permette al Pana di attestarsi nelle prime quattro squadre migliori in classifica. In doppia cifra Lessort e Nunn, con il primo che si dimostra un fattore in difesa, mentre il secondo sigla 23 punti, dimostrandosi nel bene e nel male l’uomo più talentuoso della squadra. Ataman lo lascia libero e lui ripaga con una prova da MVP. Al Fener non basta la bella prova di Motley (16 punti e 5 rimbalzi), oltre che la doppia cifra realizzativa di Calathes e Biberovic per aver ragione di un Panathinaikos che gioca da gruppo rodato e che costruisce il successo soprattutto in difesa.

Quintetto Panathinaikos: Nunn, Grigonis, Grant, Mitoglou, Lessort

Quintetto Fenerbahçe: Calathes, Wilbekin, Nigel-Hayes, Sanli, Noua

Partenza equilibrata e con le difese protagoniste, a lavorare bene contro gli attacchi avversari (7-8 al 5′). Sanli dall’arco apre un parziale per i viaggianti, che firmano un 11-0 di break a portarsi sul +12. Il Pana fatica a trovare la via del ferro, ci pensa Vildoza a chiudere il parziale e a dare ossigeno ai compagni, che chiudono il primo quarto a -8 (13-21).

Primi minuti in cui il Fenerbahçe amministra il vantaggio accumulato sul Panathinaikos, ma coach Ataman rimanda in campo i suoi giocatori migliori e con Nunn impatta il pareggio a quota 25 a metà frazione. Si prcede punto a punto ma Motley e Biberovic fanno in modo che il Pana non prenda il comando della gara, cosa che però accade qualche possesso dopo. I greci chiudono infatti un buon secondo periodo con un parziale 9-0, rientrando negli spogliatoi con un bel vantaggio (38-30).

Ripresa aperta dal canestro di Calathes, ma il lavoro difensivo del Pana è encomiabile, con anche un buon controllo dei tabelloni e del pitturato. Nunn segna la bomba del +10, massimo vantaggio fin qui per i locali (42-32), costringendo coach Jasikievicius al timeout. Il massimo vantaggio viene ritoccato qualche minuto dopo dalla lunetta con Lessort, seguito dai canestri di Grant e Nunn, a spingere i greci sul +15 (55-40 al 29′). Il Fener si aggrappa a Motley per rientrare a -10 alla penultima sirena (57-47).

Inizio positivo per il Fener nell’ultimo quarto, con un break 7-2 che rimette i turchi sui giusti binari, riaprendo di fatto il match. Nunn segna ricacciando indietro gli avversari: l’ex Miami Heat ora è il go to guy per il Pana, che cerca di mettere in campo intensità difensiva per arginare il tentativo di risalita del Fenerbahce, che ora imprime il massimo sforzo per rientrare nella contesa (63-58 al 35′). Seguono diversi possessi in cui le squadre non costruiscono buoni tiri, di fatto favorend l’amministrazione del Pana, che chiude la gara con il punteggio positivo di 74-63.

Panathinaikos AKTOR Atene vs Fenerbahçe Beko Istanbul 74-63 (13-21; 38-30; 57-47).

Panathinaikos Athens: Kalaitzakis 6, Vildoza 7, Grant 9, Nunn 23, Lessort 13, Antetokoumpo 0, Grigonis 5, Hernangomez 5, Mitoglou 6, Mantzoukas n.e., Balcerowski n.e., Papapetrou n.e. All: Ataman

Fenerbahçe Beko Istanbul: Motley 16, Wilbekin 10, Sanli 5, Papagiannis 0, Hayes 4, Biberovic 12, Noua 4, Guduric 0, Dorsey 0, Calathes 12, Madar 0, Sistina n.e. All: Jasikievicius

MVP Basketinside: Kendrick Nunn