EuroLega, 27° giornata: Zalgiris che rimonta! Suicidio Maccabi Tel Aviv

EuroLega, 27° giornata: Zalgiris che rimonta! Suicidio Maccabi Tel Aviv

Grandissima partita, con il sogno Playoffs in palio. Vincono i lituani che rimontano dopo essere stati sotto per 38 minuti.

di Matteo Andreani, @matty_vanpersie

Sfida fondamentale in chiave Playoffs quella che si svolge oggi a Tel Aviv. Due squadre che sono partite malissimo e tentano la risalita verso la post-season. Più in difficoltà i lituani, in ritardo in classifica mentre gli israeliani sembrano rinati con la cura Sfairopoulos.

QUINTETTO MACCABI TEL AVIV: Wilbekin, Kane, O’Bryant, Caloiaro, Black.

QUINTETTO ZALGIRIS KAUNAS: Westermann, Grigonis, White, Ulanovas, Davies.

Partono forte gli israeliani, sotto il segno di Tarik Black. Il lungo americano sta vivendo un periodo di forma stratosferico e anche stasera ha fatto capire di voler dominare il pitturato. Più fluidità in attacco per i gialli a differenza dello Zalgiris, più contratto nel cercare il canestro. Ottima risposta di Aaron White e Marius Grigonis, molto cercati in attacco per lo Zalgiris. Si chiude un primo quarto equilibrato con il Maccabi avanti di 4 lunghezze.

Preme sull’acceleratore il Maccabi Tel Aviv in questo secondo quarto. Quando la squadra di Sfairopoulos riesce ad alzare i ritmi, è difficilmente contenibile dallo Zalgiris. Un furioso Sarunas Jasikevicius prova a scuotere la sua squadra ma c’è uno Scottie Wilbekin decisamente di diverse idee. Sprazzi da MVP per l’ex giocatore del Darussafaka e prove di fuga per il Maccabi. Fattore chiave per gli israeliani sono i rimbalzi, nettamente a favore dei padroni di casa. Irriconoscibile sin qui Brandon Davies, ancora a quota 0 e con un solo rimbalzo. All’intervallo il punteggio recita +9 Maccabi.

Spalle al muro, lo Zalgiris reagisce. Leo Westermann è finalmente il leader che i lituani cercavano. Segna a ripetizione e permette agli ospiti di rientrare a stretto contatto nel punteggio ben aiutato da Thomas Walkup. Il Maccabi però non sta a guardare e dimostra di avere una solidità mentale notevole. Zoosman e Caloiaro sono utilissimi alla causa, sia a rimbalzo che a livello realizzativo. Nel finale il Maccabi riesce a rimettere il muso avanti e chiudere sopra nel punteggio.

Ultimo quarto da cardiopalma a Tel Aviv. Ennesima prova di fuga decisiva, per il Maccabi. Correre, correre e correre, è questo il film della partita in casa Maccabi. Di Bartolomeo e Black sono super ma lo Zalgiris non ci sta. La squadra di Jasikevicius non muore mai, pazzesco carattere per i lituani. Brandon Davies ritorna il lungo che tutta Europa ha potuto ammirare. L’americano e un corale gioco di squadra permettono allo Zalgiris di arrivare a 3 minuti dal termine con il punteggio in perfetto equilibrio. Che finale di partita, pazzesco! Davies segna per il -1, rimessa folle del Maccabi. Rubata di Westermann e primo vantaggio per lo Zalgiris a 2 minuti scarsi dal termine. Risponde Black dall’altra parte, in un sfida stellare con Davies. L’azione decisiva arriva da chi non ti aspetti, Arturas Milaknis. Tripla pazzesca del lituano che taglia le gambe agli israeliani. Wilbekin nelle ultime due azioni sbaglia tutto quello si può sbagliare e i liberi di Walkup sigillano la vittoria Zalgiris. Clamorosa vittoria di carattere dei lituani che rincorrono per 38 minuti e con grandissimi attributi ottengono una vittoria che mantiene in vita le speranze Playoffs.

 

MVP BasketInside: Leo Westermann. Notevole menzione per Milaknis, ma se lo Zalgiris arriva negli ultimi minuti con la possibilità di vincere è tanto merito del francese. Personalità, leadership e simbolo di una vittoria di grande carattere.

MACCABI TEL AVIV: Wilbekin 18, Pargo 5, O’Bryant 9, Caloiaro 9, Roll 4, Kane, Avdija, Tyus 2, DiBartolomeo 8, Cohen, Black 18, Zoosman 10. All: Sfairopoulos.

ZALGIRIS KAUNAS: Davies 12, Thompson 4, Wolters, Walkup 14, Westermann 16, Uleckas, Milaknis 8, White 11, Jokubaitis, Grigonis 12, Kavaliauskas 2, Ulanovas 6. All: Jasikevicius.

 

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy