EuroLega, 27ª giornata: Zalgiris, la rincorsa continua: Khimki battuto con un grande attacco

EuroLega, 27ª giornata: Zalgiris, la rincorsa continua: Khimki battuto con un grande attacco

Lo Zalgiris guida la contesa per tutti i 40′ e conduce la nave in porto con un ultimo quarto da 32 punti. Khimki ribaltato anche nella differenza canestri.

di Gabriele Leslie Giudice

ZALGIRIS KAUNAS 96-85 KHIMKI MOSCA (29-15, 21-19, 14-24, 32-27)

Lo Zalgiris guida la contesa per tutti i 40′ e conduce la nave in porto con un superlativo ultimo quarto da 32 punti. Chi pronosticava uno Zalgiris a trazione posteriore, al cospetto di uno dei migliori attacchi della competizione, viene smentito da 40′ di grande vena balistica (14\28 da 3 punti, ma anche il 72% da 2 e 96 punti totali) in cui restano in evidenza le 5 triple – 4 di un indemoniato Rivers – nei primi 4′ dell’ultimo quarto, che i baltici chiudono con 32 punti sigillando una vittoria di enorme peso nell’economia della corsa ai Playoffs. Serata difficile per il Khimki, che combatte e mette in mostra il suo arsenale ma è sempre emotivamente sotto e non riesce mai, pur piazzando dei parziali importanti, a concretizzare la rimonta. Non hanno aiutato i moscoviti le 14 palle perse totali (8 all’intervallo), la difficoltà nel tenere il passo dei piccoli di Jasikevicius, in particolare Lekavicius, nonché il 9\19 ai liberi.

La cronaca: lo Zalgiris impatta la partita con 2 triple ben costruite, il Khimki inizialmente non trova un buon ritmo, con Shved che è ben controllato da Walkup. Landale è molto creativo dal post e imbecca Walkup (8-2), mentre il Khimki trova spazio sul perimetro e colpisce con le triple di Timma e Jovic (10-8). Nella parte finale del quarto i padroni di casa mettono la quarta con un parziale di 9-0 che rischia di mandare all’aria il piano di Kurtinaitis, con il Khimki sotto di 15 lunghezze (29-14) e in difficoltà nella tenuta difensiva, in particolare nel gestire gli aiuti. Lo Zalgiris non toglie il piede dall’acceleratore e impatta il secondo quarto con un 7-0 che lascia il Khimki sotto di 19 (36-17). Timma è il più in palla dei suoi e con 7 punti consecutivi cerca di ricucire il gap (44-30), ma il primo passo di Lekavicius è un problema per la difesa del Khimki, e con 6 punti di fila scorta lo Zalgiris all’intervallo lungo con 16 punti di vantaggio (50-34). I russi sono più aggressivi nei primi possessi del terzo quarto e firmano un parziale di 8-0 – tripla frontale di Shved, tripla in transizione di Timma, penetrazione di Robinson – che gli permette di abbattere la doppia cifra di svantaggio (50-42). La gara procede a strappi, con lo Zalgiris che si riappropria dell’inerzia giovando dello spazio concesso a centro area dal Khimki, con due runner a bersaglio di Ulanovas e Lekavicius che costringono Kurtinaitis a rifugiarsi nel timeout (56-42). Il penetra e scarica spesso cercato da Shved propizia la tripla di Jerebko, ma è la stessa stella a perdere sul blocco Lekavicius, che segna i punti numero 11 e 12 della sua serata con l’ennesimo runner a centro area (58-45). Il Khimki non vuole mollare e si avvicina ancora (61-54) con un parziale di 9-0 propiziato dai recuperi difensivi di Jerebko e Shved, e finalizzato dalla 4° tripla di serata di Timma. La tripla di Shved nell’ultimo possesso del terzo quarto ha un peso specifico ancora più importante, poiché consente al Khimki di affacciarsi nell’ultimo quarto con un ritardo di 6 lunghezze (64-58). Lo Zalgiris torna a far circolare a meraviglia il pallone in attacco trovando le triple aperte di Ulanovas e Rivers, Shved risponde con la stessa moneta ma ancora Rivers colpisce dall’arco legittimando un inizio di ultimo quarto spettacolare (73-63). Rivers è rovente e colpisce ancora con la 4° tripla del suo enciclopedico ultimo quarto (76-65), Jovic colpisce con la tripla ma è ancora Rivers a far esplodere la Zalgirio Arena, con la 5° bomba del quarto che rimette i baltici a distanza di sicurezza (81-72). Il Khimki prova ancora ad avvicinarsi ma è sempre punito dai tiratori di Jasikevicius, che nei possessi conclusivi sigilla la vittoria (96-85) e ribalta la differenza canestri, poiché nel match di andata il Khimki aveva superato i lituani di 9 punti.

ZALGIRIS KAUNAS: Walkup 4, Rivers 15, Lekavicius 14, Hayes 8, Jankunas 4, Milaknis 12, Geben, Leday 23, Landale 6, Ulanovas 10.

KHIMKI MOSCA: Robinson 4, Shved 24, Kramer 2, Booker 8, Timma 20, Jerebko 17, Gill, Jovic 10, Bertans.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy