EuroLega, 28ª giornata: Larkin formato MVP guida l’Efes, Olympiacos k.o. a testa alta

EuroLega, 28ª giornata: Larkin formato MVP guida l’Efes, Olympiacos k.o. a testa alta

L’Efes rafforza il primato superando l’Olympiacos con un Larkin da 40 punti e 10 triple.

di Gabriele Leslie Giudice

ANADOLU EFES 91-79 OLYMPIACOS (29-24, 22-17, 21-14, 19-24)

L’Anadolu Efes consolida il primato in classifica superando l’Olympiacos a domicilio con una prestazione solida e matura. Shane Larkin è l’autentico mattatore del match, con 40 punti e 10 triple a referto, che eguaglia il record di triple segnate in un solo match di EuroLega, detenuto dallo stesso Larkin e da Goudelock. In avvio l’Efes soffre la buona vena oltre l’arco dell’Olympiacos (5-13), in cui l’assenza di Milutinov si fa subito sentire, poiché Pleiss e Dunston impazzano sotto le plance – 24 punti totali per i due, 22 all’intervallo – creando non pochi grattacapi ai lunghi di Bartzokas. Quando poi, a cavallo tra primo e secondo quarto, Larkin e Micic aumentano i giri del motore, per l’Olympiacos si fa buia e il parziale di 23-7 è servito, con l’intervallo che sopraggiunge sul 51-41. Nel terzo quarto l’Efes tocca anche il +17 (67-50), ma gli ospiti, guidati da alcune giocate di alto spessore di Vezenkov, hanno un sussulto che vale il controparziale di 11-0 che riporta l’Olympiacos a -8 nell’ultimo quarto, il cui finale è ancora di matrice Larkiniana: 11 punti in meno di 3′, che valgono il secondo quarantello stagionale per il folletto di Ataman e sigillano il meritato successo per i vice campioni d’Europa. In casa Olympiacos resta l’impressione di aver fatto il massimo in una serata resa complicata da assenze importanti e al cospetto di un ingranaggio quasi perfetto.

La cronaca: avvio ad alta intensità, l’Oympiacos soffre i centimetri di Pleiss (11 nel primo quarto) ma riesce a sviluppare un buon attacco attaccando l’angolo sul lato debole, da cui nascono le triple di Buycks e Papanikolaou, la cui seconda tripla consecutiva costringe Ataman a chiamare timeout (5-13). Nella seconda metà del quarto si scatena il duo Micic – Larkin, che prende per mano l’Efes conducendolo al parziale di 18-7 che porta i turchi sul +5 (29-24) al 10′. 5 punti consecutivi di Micic in avvio di secondo quarto danno all’Efes il primo vantaggio in doppia cifra della serata (34-24), Paul colpisce con la bomba che, però, non riesce ad accendere l’attacco dei reds, il cui ritmo è frequentemente interrotto dalle eccessive palle perse – saranno 11 all’intervallo -. L’assenza di Milutinov offre ad Ataman un vantaggio in area, di cui continua a beneficiare rifornendo Dunston e Moerman, che segnano gli ultimi 11 punti dell’Efes aggiornando il massimo vantaggio a +15 (51-36) con i punti 12 e 13 di Pleiss. L’Olympiacos reagisce con un mini parziale di 5-0 che gli permette di limitare il gap a 10 lunghezze all’intervallo (51-41).

Le triple di puro talento di Anderson e Larkin avviano il terzo quarto nel peggiore dei modi per i reds, costretti al nuovo massimo svantaggio (57-41). Mckissic risponde colpendo dall’arco ma ora l’Efes vuole dare la scodata definitiva e costruisce per Larkin, che è in trance agonistica e trova altre 3 triple (7\11 al momento) che consentono ai turchi di mantenere le distanze (67-50). L’Olympiacos si tiene dentro alla partita con carattere e a cavallo tra terzo e ultimo quarto, complice un rallentamento dell’Efes, costruisce un parziale di 11-0 – 8 punti di Vezenkov – che tiene i greci in corsa (72-64). Dunston interrompe l’emorragia rompendo l’inerzia dei reds, che tornano a -14 sulla zingarata chiusa in penetrazione da Larkin. Gli uomini di Bartzokas sembrano aver prodotto il massimo sforzo ma continuano a lottare, con Paul che pesca dal cilindro la tripla del -9 (78-69). Il finale di partita è ancora il palco di un enorme Shane Larkin, che in 3′ aggiunge al suo score altri 11 punti (saranno 40 alla fine), scortando l’Efes a un finale sereno. L’ultima sirena arriva sul 91-79.

ANADOLU EFES: Larkin 40, Beaubois 3, Singleton 3, Balbay, Sanli, Moerman 5, Pleiss 13, Micic 12, Anderson 4, Peters, Dunston 11, Simon.

OLYMPIACOS: Rochestie 3, Baldwin IV 8, Buycks 11, Vezenkov 10, Printezis 9, Papanikolaou 8, Rubit 4, Ellis 14, Mckissic 5.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy