EuroLega, 29ª giornata: L’Alba domina sull’Olympiacos. Vittorie per Stella Rossa e Baskonia

0
Credits: Twitter Account KK Crvena zvezda mts

STELLA ROSSA 84 – 77 MACCABI TEL AVIV (24-10; 42-39; 65-60)

Inizio gara di marca serba con Wolters e Hollins che nei primi minuti guidano il break fino al +8, 14-6. Il Maccabi non trova continuità offensiva, realizza solo quattro punti nella seconda metà del periodo e la Stella Rossa ne approfitta con Hollins grande protagonista e il tabellone che recita 24-10 dopo dieci minuti di gioco. Nel secondo periodo i padroni di casa controllano senza grandi difficoltà per sette minuti, quando Lazic piazza il canestro del +12. Nunnally e Williams, però, reagiscono e alternandosi a canestro portano il Maccabi a farsi di nuovo sotto, fino al 42-39 con cui le squadre tornano negli spogliatoi.

L’apertura del terzo periodo serve alla Stella Rossa per allungare subito fino al +11 con la marcatura di Kuzmic. La rimonta del Maccabi è nuovamente realizzata nella seconda metà del periodo, fino al canestro del pareggio di Williams. I serbi sfruttano la stanchezza degli ospiti per chiudere avanti 65-60. Le speranze del Maccabi si spengono nei primi quattro minuti dell’ultimo periodo, con un break da 7-0 che praticamente porta il match tra le mani della Stella Rossa. Nunnally è l’ultimo ad arrendersi, segna praticamente tutti i punti rimanenti per i suoi, tocca quota 24 nel proprio score, ma non basta. I serbi vincono 84-77.

Tabellino

Stella Rossa: Lazarevic 2, Wolters 12, Davidovac 5, Mitrovic 6, Lazic 3, Kalinic 15, Dobric 10, Hollins 11, Simonovic, Ivanovic 7, White 5, Kuzmic 8

Maccabi: Wilbekin 14, Evans 4, Caloiaro, Williams 13, Reynolds 4, Sorkin, DiBartolomeo 6, Thomas 2, Cohen, Nunnally 24, Zizic 10, Ziv

Credits: Twitter Account LDLC ASVEL Lyon-Villeurbanne

LDLC ASVEL 69 – 72 BASKONIA (14-18; 30-33; 47-51)

Match equilibrato nel primo quarto, con pochissimi punti realizzati da una parte e dall’altra. Il Baskonia mantiene un minimo vantaggio, ma Antetokoumpo e Osetkowski riportano i padroni di casa fino al -4 a fine primo quarto. Gli ospiti hanno il controllo del match, ma l’Asvel lotta e impatta il match a quota 22 al 14′. Gli spagnoli continuano ad allungare però, vanno sul +5 con la tripla di Marinkovic ma chiudono il primo tempo sul 30-33 per il canestro realizzato da Gist.

Nonostante la gara non sia sbilanciata da una parte, il Baskonia riesce a tenere a distanza gli avversari, con Peters e Costello già in doppia cifra. Gli ospiti però devono fare i conti con Kostas Antetokoumpo che segna a ripetizione e riporta i suoi sul -1 nel finale di terzo quarto. Il gioco da tre punti di Enoch chiude il periodo, 47-51 a dieci minuti dalla fine. Il match è tutt’altro che chiuso e Gist mette il canestro del 55-55 quando ancora mancano oltre sette minuti. L’Asvel ci crede e va sul +5, il match è frenetico, Fontecchio costruisce il controsorpasso, i liberi di Costello sono decisivi. Vittoria esterna del Baskonia, finisce 69-72.

Tabellino

Asvel: Wembanyama 9, Lacombe 16, Diot 5, Knight 2, Gist 6, Osetkowski 3, Lighty 11, Howard, Strazel 9, Antetokoumpo 8

Baskonia: Raieste 2, Baldwin 14, Barrera, Sedekerskis, Marinkovic 5, Granger, Fontecchio 12, Enoch 5, Costello 13, Peters 17, Giedraitis 4, Kurucs

Credits: Twitter Account Alba Berlin

ALBA BERLINO 90 – 75 OLYMPIACOS (16-17; 37-30; 57-51)

Il primo quarto è quasi tutto guidato dall’Alba Berlino, con Lammers e Lo protagonisti prima del pareggio a quota 11 con Fall. Il match corre sul filo dell’equilibro fino al canestro di Vezenkov che dà agli ospiti il vantaggio 16-17 dopo dieci minuti di gioco. Martin e Printezis garantiscono continuità offensiva agli ospiti, ma non riescono a contenere l’attacco dell’Alba che si affida a Lo per trovare il vantaggio e per allungare fino al 37-30.

Al rientro dalla pausa lunga l’Oly domina, concede un solo canestro nei primi quattro minuti ai padroni di casa e piazza un break da 10-2 per il sorpasso. La reazione dei tedeschi, però, ha gli effetti sperati con tanti giocatori a canestro, Blatt da ultimo, per una risposta forte che permette all’Alba di portarsi sul 57-51 al 30′. Poi arriva un quarto periodo pirotecnico a Berlino, le difese mollano la presa, l’Alba controlla il vantaggio, nonostante i tentativi di recupero firmati Vezenkov e Martin. I padroni di casa, però, tengono sempre a distanza gli avversari e danno lo strappo decisivo nel finale dilagando fino al 90-75 finale.

Tabellino

Alba: Lo 27, Da Silva 10, Smith 15, Delow, Mattisseck, Schneider 5, Nikic, Koumadje 4, Thiemann 6, Sikma 5, Lammers 8

Olympiacos: Walkup 3, Acy, Dorsey 10, Larentzakis, Fall 8, Sloukas 4, Martin 13, Vezenkov 19, Printezis 3, Papanikolaou 2, Jean-Charles 2, McKissic 4