EuroLega, 2ª giornata: Olimpia Milano buona la prima casalinga! respinta la rimonta dello Zalgiris Kaunas

EuroLega, 2ª giornata: Olimpia Milano buona la prima casalinga! respinta la rimonta dello Zalgiris Kaunas

L’Olimpia sempre in vantaggio, controlla le rimonte di uno Zalgiris che non muore mai.

di Matteo Andreani, @matty_vanpersie

Partita subito importante per l’Olimpia Milano e per lo Zalgiris Kaunas. La squadra allenata da Ettore Messina ha esordito perdendo in casa del Bayern Monaco. Stessa sorte per quella di Coach Jasikevicius che ha ceduto in casa contro il Baskonia.

QUINTETTO OLIMPIA MILANO: Rodriguez, Roll, Brooks, Scola, Tarczewski.

QUINTETTO ZALGIRIS KAUNAS: Perez, Hayes, Grigonis, Ulanovas, Landale.

Pronti, via, è subito il Luis Scola show. L’argentino è assist-man e tiratore, fulcro dell’attacco milanese. Il parziale di 8-0 in favore dell’Olimpia Milano costringe lo Zalgiris al primo, veloce timeout. Dopo 5 minuti di gioco, lo Zalgiris è ancora a quota 0, merito della difesa milanese, molto dura e concentrata sin qui. Buonissimo il rientro in campo per Vladimir Micov, dalla panchina oggi e subito autore di ottime scelte in attacco. Lo Zalgiris attacca malissimo, per demeriti suoi ma anche per meriti della squadra milanese. La tripla di Jeff Brooks sul finale di primo quarto, segna il 23-7 Olimpia.

Nel secondo quarto lo Zalgiris da segnali di ripresa. Le urla di Saras Jasikevicius sembrano far effetto, con i lituani protagonisti di un parziale di 10-0, interrotto dal solito immenso Luis Scola. L’argentino e il Chacho Rodriguez interrompono il momento nero di Milano grazie alle triple dello spagnolo e ai rimbalzi dell’argentino, entrambi già indispensabili per questa Olimpia Milano. La squadra di Ettore Messina ha tanto dai primi 5 in quintetto, mentre è l’esatto opposto per lo Zalgiris, rientrato in partita grazie ai punti della panchina.

Al rientro in campo dopo l’intervallo lungo, c’è Amedeo Della Valle. L’ex Reggio segna subito un arresto e tiro dimostrando di essere pronto quando Coach Messina chiama. Lo Zalgiris ogni volta che prova a rientrare in partita, viene respinto da Milano. Un ingenuo Ulanovas commette antisportivo e permette all’Olimpia di ritornare in doppia cifra di vantaggio. Lo Zalgiris soffre terribilmente la mancanza di un punto di riferimento offensivo, quello che era Brandon Davies la scorsa stagione. L’Olimpia è sempre avanti nel punteggio, ma non riesce mai a scappare definitivamente. Pericoloso, pericolosissimo contro le squadre di Jasikevicius. Infatti, alla fine del terzo quarto, lo Zalgiris torna vicinissimo nel punteggio, sfruttando il riposo in panchina di Rodriguez e Scola.

Un buon inizio nell’ultimo quarto, restituisce tranquillità al Forum e all’Olimpia Milano. Il jumper di Aaron White riporta avanti l’Olimpia di 9 punti e costringe al timeout Jasikevicius. Al rientro in campo, Rodriguez e Scola si caricano la squadra sulle spalle. L’Olimpia prova a mettere le mani sulle partita ma Thomas Walkup non è d’accordo. L’americano è un vero e proprio problema con il suo Pick and Roll, uno contro tutti e di nuovo a -5 a 6 minuti dal termine. Milano sembra aver “timore” di vincere, commettendo errori banali e bloccandosi troppo in attacco. Lo Zalgiris dall’altra parte sbaglia parecchio anche, in una partita non eccezionale da vedere. Il jumper di Michael Roll vale il +7 a 3 minuti scarsi dal termine. L’ex Maccabi sblocca il punteggio in un momento di difficoltà per l’Olimpia Milano. Lo Zalgiris non muore mai, pazzesco il carattere che Jasikevicius ha impresso a questa squadra. La tripla di Grigonis vale il -4 con meno di un minuto da giocare. Dall’altra parte Milano forza e regala l’opportunità ai lituani di tornare vicinissimo nel punteggio. Sempre Grigonis segna un super arresto e tiro per lo Zalgiris. Due punti di vantaggio, 25 secondi al termine e palla in mano per l’Olimpia. Micov subisce il fallo e dalla lunetta fa 2 su 2 per il nuovo +4. Ma Grigonis non è d’accordo e segna in penetrazione un canestro difficilissimo. Milano deve sudare le 7 camicie per portare a casa questa vittoria che sembrava cosa fatta. I liberi di Sergio Rodriguez nei secondi finali sigillano una vittoria importantissima per l’Olimpia Milano, all’esordio stagionale al Forum.

 

OLIMPIA MILANO – ZALGIRIS KAUNAS  85-81 (23-7, 20-29, 21-23, 21-22).

 

MVP BasketInside – Sergio Rodriguez. Nonostante un ottimo Jeff Brooks, premiamo il Chacho. Senza Sergio Rodriguez, l’attacco dell’Olimpia soffre tantissimo e perde ritmo. Lo spagnolo è già indispensabile per questa Olimpia sia a livello realizzativo che a livello di assist e fluidità offensiva.

 

OLIMPIA MILANO: Della Valle 4, Micov 13, Biligha 4, Moraschini, Roll 6, Rodriguez 17, Tarczewski 8, Cinciarini, Burns, White 8, Brooks 14, Scola 11. Coach: Messina

ZALGIRIS KAUNAS: Walkup 19, Perez, Lekavicius 11, Hayes 5, Jankunas 6, Milaknis 8, Geben 2, Jokubaitis, Leday 5, Landale 10, Grigonis 13, Ulanovas 2. Coach: Jasikevicius

 

PROGRESSIVI: 23-7, 43-36, 64-59,

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy