EuroLega, 2ª giornata: riscatto Stella Rossa, il Baskonia perde in Serbia

Arriva la vittoria casalinga per la Stella Rossa che supera in casa il Baskonia e muove la classifica dopo la sconfitta nel match d’esordio. Passi indietro per i baschi rispetto al match contro il Real Madrid.

di Gaetano Cantarero

La seconda giornata di EuroLega mette in calendario la gara tra Stella Rossa e Baskonia, due squadre che hanno iniziato in modo diametralmente opposto la massima competizione europea. Se le mura amiche della Fernando Buesa Arena hanno permesso al Baskonia di superare a sorpresa il Real Madrid, la squadra di Belgrado ha iniziato con una sconfitta in casa del Fenerbahce.

Quintetto Stella Rossa: Hall, Loyd, Lazic, Simonovic, Kuzmic

Quintetto Baskonia: Vildoza, Giedraitis, Raieste, Polonara, Fall

STELLA ROSSA 90 – 73 BASKONIA (23-16; 36-31; 65-49)

L’inizio di gara all’Aleksandar Nikolic Hall è di marca serba con i canestri di Loyd e Simonovic, mentre nel Baskonia sono due liberi a segno di Achille Polonara ad aprire lo score. La squadra ospite fatica a costruire in attacco ma tiene a bada le offensive della Stella Rossa, ricucendo lo strappo e poi addirittura pareggiando la gara con un Polonara caldissimo, autore  che prima della bomba del -2 e poi del canestro del pareggio a quota 9 dopo poco più di metà quarto. I padroni di casa riescono però a trovare spazi dall’arco e la coppia Reath-Dobric regala un altra mini fuga per il 19-11. Il Baskonia prova ancora a rientrare ma un break di 4-0 nel finale regala il +7 ai ragazzi di Obradovic dopo dieci minuti di gioco.

Il secondo quarto inizia diversamente e il Baskonia chiude la propria area, concedendo appena un canestro agli avversari in quattro minuti. L’attacco degli spagnoli continua a latitare e con fatica il match arriva fino al 25-23 con il canestro di Henry. Le squadre continuano a segnare poco, la Stella Rossa riesce a rilanciarsi in fase offensive con le bombe dall’arco di Loyd e Walden a cui seguirà, ad un minuto dalla fine, il canestro di Hall. Negli ospiti è Polonara a spingere i suoi con il canestro nell’ultimo possesso che vale il -5, 36-31. Per l’italiano nove punti e due rimbalzi nel primo tempo.

Al rientro dagli spogliatoi la Stella Rossa è in palla e mette a segno otto punti in meno di due minuti, provando a dare l’ennesima sterzata al match. Vildoza prova a metterci una pezza, prima dalla lunetta e poi dall’arco, ma due triple consecutive di Simonovic portano a 18 i punti di vantaggio della Stella Rossa, 56-38 al 25′. Gli ospiti sembrano in bambola, provano a scuotersi con il canestro di Diop, ma i serbi sono in fiducia e riescono a mantenere un vantaggio in doppia cifra, con il canestro di Jagodic-Kuridza che chiude il terzo periodo sul 65-49.

Getty Images

Nell’ultimo periodo il Baskonia deve compiere un autentico miracolo e il tentativo di rimonta è firmato Giedraitis che segna tutti e otto i punti degli ospiti nei primi cinque minuti del quarto di chiusura. Ma la squadra di Ivanovic non ha fatto i conti con Loyd e compagni che rispondono colpo su colpo e con il canestro di Hall arrivano sul 78-60 al 36′. Il Baskonia molla la presa, accetta la sconfitta e negli ultimi minuti di gioco non prova a recuperare, lasciando Giedraitis a lottare come ultimo baluardo basco. Il match si chiude sul 90-73, con Loyd straripante e autore di 30 punti e 6 rimbalzi, mentre negli ospiti non bastano i 26 punti di Giedraitis. Polonara chiude con 10 punti, 4 rimbalzi e 1 assist in poco più di venti minuti di gioco.

TABELLINO

Stella Rossa: Hall 7, Walden 9, Loyd 30, Davidovac 6, Lazic 2, Reath 3, Radanov, Dobric 3, Simonovic 16, Jagodic-Kuridza 6, Simanic, Kuzmic 8

Baskonia: Raieste, Vildoza 13, Jekiri 2, Henry 6, Sedekerskis 4, Diop 3, Fall, Peters 9, Dragic, Giedraitis 26, Polonara 10, Kurucs

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy