EuroLega, 3° giornata – Il Khimki scappa nel terzo quarto e batte la Stella Rossa

EuroLega, 3° giornata – Il Khimki scappa nel terzo quarto e batte la Stella Rossa

Ancora un successo per il Khimki che batte la Stella Rossa per 85-78.

di Emanuele Terracciano

La Stella Rossa ha sperato in un colpaccio esterno sul campo del Khimki a lungo durante un primo tempo equilibrato che aveva visto la compagine serba condurre per larghi tratti. A svoltare la partita è stato il terzo quarto di straordinaria energia dei padroni di casa che hanno preso il controllo della partita che nel suo ultimo atto ha visto il tentativo tanto orgoglioso quanto infruttifero della Stella Rossa di rientrare nel match.

LA CRONACA – In avvio di partita l’uragano Feldaine si abbatte sul Khimki Mosca che deve subire un relativamente rapido parziale di 7-0 principalmente firmato dall’ex Cantù. A un certo punto il Khimki si sblocca con la schiacciata di Gill e trova il suo ritmo in attacco che gli consente di rispondere con un contro parziale di 11-2 che ribalta il risultato e manda in vantaggio i padroni di casa sull’11-9. Dopo lo scontato timeout richiesto dalla panchina serba, la Stella Rossa punta sull’esperienza di Antic e su percentuali al tiro pesante importantissime che le permettono di prendere un margine di vantaggio. Alla fine del primo quarto il vantaggio ospite è di otto lunghezze sul 28-20.

Il Khimi entra subito bene nel secondo quarto di gioco e, con un 5-0 principalmente propiziato da Shved, trova il -3 (28-25) e costringe la panchina avversaria all’immediato timeout. In questa fase la partita non offre uno spettacolo esaltante, ma è la Stella Rossa a uscire per prima dall’empasse con una meravigliosa schiacciata di Lessort su un ottima palla di Radicevic che poi è tra i protagonisti del 5-0 di parziale che riporta a +8 i serbi sul 33-28. Il Khimki rientra con l’ennesimo parziale di serata e da il via a una fase di partita molto equilibrata e abbastanza divertente. Neanche un fallo tecnico sanzionato alla panchina di casa riesce a scalfire l’andamento equilibrato della partita. Alla fine del primo tempo il punteggio vede la Stella Rossa condurre per 44-43.

L’avvio di secondo tempo vede il Khimki partire arrembante e sorpassare la Stella Rossa nel punteggio e allungare fino al +5 (51-46) successivo alla tripla di Shved. Dopo un timeout, la Stella Rossa continua a offrire un gioco offensivo lento e poco efficace, mentre il Khimki, spinto dall’accoppiata Shved-Robinson, gioca su alti ritmi e trova il +12 (60-48), spingendo la panchina ospite a un nuovo timeout. Al rientro in campo la Stella Rossa fa vedere qualcosa di diverso e, con una tripla dall’angolo di Antic, trova anche il -7 (62-55), prima che Shved sulla sirena fissi il punteggio alla fine del terzo quarto sul 64-55 in favore dei suoi.

Anche in avvio di quarto quarto la Stella Rossa prova il rientro e riesce a tenere gli avversari sotto la doppia cifra di vantaggio finché Shved non si riaccende. I serbi ancora una volta evitano che il Khimki la chiuda definitivamente, ma con il passare dei minuti si rende sempre più necessario un rientro più deciso per poter puntare alla vittoria. L’occasione per la Stella Rossa arriva con il canestro di Lessort che porta a -4 (78-74) i suoi, anche se subito dopo un ingenuo fallo sul tiro da tre punti su Anderson regala all’americano un viaggio in lunetta che rimette sette punti di distanza tra le due compagini in campo. Nel finale il Khimki gestisce e vince per 85-78.

KHIMKI MOSCA 85-78 STELLA ROSSA (20-28; 43-44; 64-55)

Khimki Mosca: Anderson 24, Shved 18, Markovic 10

Stella Rossa: Bjelica 15, Feldeine 14, Rochestie 13

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy