EuroLega, 3° giornata – L’Olympiacos vince in Israele e mantiene l’imbattibilità

0
agonasport.com

Dopo un match ad altissima intensità, in cui l’equilibrio ha regnato sovrano per tutti e quaranta i minuti, sono i greci dell’Olympiacos a spuntarla e mantenere l’imbattibilità dopo tre giornate di EuroLeague. Difatti solo nell’ultimo periodo gli uomini di coach  Sfairoupoulous sono riusciti a chiudere i conti, grazie ad un cinico Printezis nei momenti topici del match. A Maccabi non è bastata l’ottima prestazione di Cole, autore di 22 punti (di cui 20 nei primi trenta minuti).

CRONACA- L’avvio di match vede i greci partire con le mani caldissime dalla lunga distanza, con le triple di Printezis e Papanikoulau che scrivono il primo cospicuo vantaggio (4-10) dopo tre minuti di partita.  Il Maccabi impiega qualche minuto per entrare in gioco, piazzando il break del sorpasso con la tripla di Cole ed i punti di Tyus (13-12) dopo otto minuti. Ne scaturisce un finale equilibrato e dai ritmi alti, con McLean ispiratissimo per l’Olympiacos, ma Dibartolomeo dalla lunetta permette agli israeliani di chiudere in perfetta parità il primo periodo: 18-18 il punteggio.

Nel secondo periodo è ancora Cole a guidare l’offensiva israeliana, trovando già il decimo punto della sua partita, portando Maccabi sul +4 (22-18) al secondo minuto. Gli attacchi si inceppano, e l’Olympiacos rimane a contatto con i punti di Papapetrou, per poi attuare il sorpasso con la prima tripla della serata di Agravanis (24-25) alla metà esatta del quarto. La reazione non può che arrivare dalle mani del solito Cole, che permette ai suoi di restare in scia nonostante i tentativi di fuga, e all’ottavo minuto Jackson dall’arco riporta Maccabi sul +1 (31-30). In un altro finale di periodo punto a punto, sono i greci stavolta a prevalere con Printezis, chiudendo dai liberi la prima metà di gara sul punteggio di 33-35.

Al ritorno dagli spogliatoi è ancora l’equilibrio a regnare sovrano. Prima Kane porta Maccabi avanti di due, poi mini-break di 4-0 dei greci che si portano avanti con Printezis, ma alla metà del quarto è ancora perfetta parità tra le due squadre, con il solito Cole che scrive il 39-39. L’equilibrio persiste fino all’ottavo minuto, poi l’Olympiacos prova a romperlo con un parziale di 8-0 tutto ad opera di Printezis che porta sul +8 (43-51) i greci, ma sarà Cole (20 punti in trenta minuti per lui) a chiudere il terzo periodo sul 45-51.

Nell’ultimo periodo la reazione dei padroni di casa arriva dalle mani di Bolden e Tyus, che portano Maccabi a -1 (58-59) dopo quattro di gioco. Con i giochi nuovamente riaperti, le squadre per qualche minuto si tirano l’elastico oscillando tra il +1 e il +3 dei greci, fino al sesto minuto in cui Printezis scrive il 60-65 in favore dell’ Olympiacos. Gli ospiti sembrano riuscire a gestire il vantaggio, fino ad 1:45 dalla fine, perché poi Maccabi si riavvicina con la tripla di Roll e i punti di Cole, che danno il -1 (68-69) a 31 secondi dal termine. Nel ribaltamento di fronte Mantzaris sbaglia la tripla che avrebbe chiuso i conti, quindi l’ultimo tiro della disperazione va nelle mani di Cole che però sbaglia: 68-69 il punteggio finale.

MACCABI TEL AVIV 68-69 OLYMPIACOS PIREAUS

TABELLINI MACCABI: Thomas 2, Roll 7, Kane 6, Tyus 6, Dibartolomeo 4, Cohen, Cole 22, Bolden 7, Parakhouski, Zoosman, Jackson 14, Segev ne. Coach Spahija.

TABELLINI OLYMPIACOS: McLean 8, Tolioupoulos, Papapetrou 4, Agravanis 3, Milutinov 8, Strelnieks 5, Printezis 21, Papanikoulaus 7, Mantzaris 5, Roberts 4, Thompson 4, Bogris ne. Coach Sfariropoulos.

MVP BASKETINSIDE.COM: Georgios Printezis (21 pt, 5/9 da due, 3/5 da tre).