EuroLega, 3° giornata – Rodriguez Show, facile vittoria per il CSKA

0

Torna un grande classico del basket europeo, una sfida che spesso ha deciso trofei importanti, ovvero CSKA Mosca – Panathinaikos. I russi sono chiamati a tornare alla vittoria dopo la pesante sconfitta di Madrid, mentre il Panathinaikos cerca di trovare la giusta dimensione tra l’essere una grande squadra in casa e una pessima squadra fuori dalle mura amiche.

QUINTETTO CSKA MOSCOW: Rodriguez, De Colo, Kurbanov, Vorontsevich, Hines.

QUINTETTO PANATHINAIKOS: Calathes, Denmon, Lojeski, Vougioukas, Singleton. 

Pronti via, è Sergio Rodriguez show con un assist al bacio per Hines e un contropiede chiuso al ferro. Il CSKA cambia leggermente il quintetto rispetto alle precedenti uscite e l’innesto del “Chacho” è il cambio più evidente. Dopo 3 minuti di gioco il CSKA spinge sull’acceleratore e costringe Xavi Pascual, coach dei greci, al timeout sul 8-1 in favore dei padroni di casa. Al rientro in campo, le cose non cambiano con i russi in pieno controllo. Finalmente arrivano anche i primi canestro dal campo per il Panathinaikos e sono due triple di Chris Singleton, che accende l’attacco degli ospiti. L’ex Kuban non accenna a fermarsi ed è autore di una super giocata che fissa il punteggio in parità a metà prima quarto. La partita è piena di parziali. Dopo aver pareggiato l’incontro, il Pana subisce un altro parziale che li fa tornare nuovamente sotto di dieci lunghezze, e guarda caso il protagonista è ancora il Chacho Rodriguez. Lo spagnolo, in questa prima frazione, insegna pallacanestro da entrambi i lati del campo con palle recuperate, assist e triple. Molto positivo anche Kyle Hines che fa la voce grossa sotto canestro e “gode” degli assist al bacio di Sergio Rodriguez.

La difesa del CSKA è super e il Panathinaikos soffre terribilmente in attacco, forzando troppo. Rodriguez riposa in panchina ma l’attacco dei russi non risente dell’assenza dello spagnolo. Westermann e De Colo puniscono costantemente la difesa greca con il Pick & Roll, viaggiando oltre i 15 punti di vantaggio. La rotazione profonda dei russi permette di gestire il vantaggio, il tutto favorito dalla difficoltà offensiva del Pana. La squadra di Mosca tira con grandissime percentuali dal campo nonostante i 0 tiri liberi tentati sin qui in questo primo tempo di gioco. Solito apporto di qualità per Cory Higgins dalla panchina, sia in penetrazione che col tiro da 3 punti.  Continuano i problemi in attacco per gli ospiti, nonostante un buon impatto di Thanasis Antetokounmpo dalla panchina, con la solita energia. Rodriguez ricomincia da dove aveva lasciato nel primo quarto, illuminando l’attacco dei russi senza sbagliare una scelta. Gist si innervosisce dopo aver preso una botta al volto da De Colo, non accettando le scuse e accendendo una rissa a metà campo che costa una dubbia doppia espulsione ad entrambi. Si va quindi all’intervallo lungo con i russi in vantaggio di dieci lunghezze ma con un De Colo in meno.

Il fatto De Colo – Gist ha decisamente innervosito la partita, con contatti ai limiti della legalità. La partita continua sempre sulla doppia cifra di vantaggio per i padroni di casa, con il Panathinaikos anche fortunato a non essere sotto maggiormente nel punteggio. Hines continua a portare a scuola i lunghi avversari, con 15 punti e una presenza importante in area. Antetokounmpo è sicuramente tra i più positivi per i greci, con un ottimo impatto nella partita. Se la difesa del CSKA è super, tanto merito è di un Hines superbo, in grado di cambiare in difesa e di reggere contro qualsiasi avversario. Nell’ultimo minuto di gioco nel terzo quarto, il Pana segna una tripla in contropiede con Rivers per il -8, ma viene subito cancellata da una super giocata di Rodriguez con un canestro più fallo.

Super inizio di ultimo quarto per i russi, che spingono sull’acceleratore tentando di staccare definitivamente il Panathinaikos. Will Clyburn è il protagonista principale del parziale dei russi che a 8 minuti dal termine sono avanti di 14 punti. Il CSKA commette subito 4 falli nei primi minuti, esaurendo così il bonus in favore dei greci. Lekavicius segna la tripla del -12, ma subito Rodriguez risponde con una bomba per il +15 a metà ultimo quarto. Ancora il Chacho segna la tripla col fallo che fa volare i russi a +19 e probabilmente chiudendo qui le speranze di rientrare in partita per gli uomini di Coach Pascual. Gli ultimi minuti sono accademia dei russi che gestiscono il vantaggio senza tanti patemi.

Grande vittoria per i russi del CSKA, che nonostante abbiano giocato l’intero secondo tempo senza una superstar come Nando De Colo, trovano in Sergio Rodriguez e Kyle Hines due veri leader. C’è ancora molto da lavorare per il Panathinaikos, come già visto in queste prime uscite, a tratti irriconoscibile fuori dalle mura amiche di OAKA.

CSKA MOSCOW – PANATHINAIKOS 81-63 (27-16, 16-18, 17-18, 21-12)

CSKA MOSCOW: De Colo 4, Fridzon 2, Westermann 5, Antonov, Rodriguez 25, Vorontsevich 2, Clyburn 7, Higgins 9, Khryapa 2, Kurbanov 2, Hines 21, Hunter 2.

PANATHINAIKOS: Singleton 10, K.C. Rivers 17 , Pappas, Denmon, Gist, Vougioukas, Lekavicius 9, Gabriel, Auguste 8, Lojeski 6, Calathes 7, Antetokounmpo 6.

MVP BasketInside.com – Sergio Rodriguez. Accademia pura dello spagnolo. 25 punti e 9 assist per un 29 di valutazione in una partita strepitosa del Chacho. Costante punto di riferimento per i russi, non fa neanche notare l’assenza di un pezzo da 90 come Nando De Colo.