EuroLega, 30ª giornata: il Barcellona resiste al rientro della Stella Rossa e mantiene il primato

0
Credits: Twitter Barça Basket (@FCBbasket)

Nonostante l’assenza dell’ultimo minuto di Sanli (che si somma ai lungodegenti Higgins e Oriola), il Barcellona batte per 82-70 la Stella Rossa con qualche patema di troppo nei minuti conclusivi, frutto della tenacia dei ragazzi di coach Radonjic. Grazie al top scorer Mirotic (19 punti, 13 nel primo periodo) i catalani dominano fino a metà gara prima di subire il rientro dei serbi con Dobric (17) e Ivanovic (13 punti, tutti nell’ultimo quarto). Barça sempre primo, per la Stella Rossa sarà fondamentale, per l’accesso ai playoff, la sfida di venerdì a Berlino.

QUINTETTO BARCELLONA: Calathes, Laprovittola, Exum, Smits, Mirotic

QUINTETTO STELLA ROSSA: Wolters, Dobric, Davidovac, Kalinic, Mitrovic

Ritmi alti in avvio con la Stella Rossa che si adeguava molto bene spinta anche dai 7 punti di Dobric. La prima frazione si svolgeva sui binari dell’equilibrio (con un Mirotic super da 13 punti) in pratica fino all’ultimo minuto, momento in cui grazie agli assist di Calathes e ai punti in transizione i blaugrana volavano sul +7 (22-15 al 10′).

Il Barça prendeva il largo nel secondo periodo con un autentico show firmato da Davies e Jokubaitis, che con 10 punti a testa erano i protagonisti del break di 20-2 arrivato a cavallo tra i due quarti grazie al quale i catalani sfondavano le venti lunghezze di margine (42-21 al 17′). La Stella Rossa ricuciva con una migliore difesa e con un po’ di fortuna, come nel canestro di Dobric, riuscendo ad andare all’intervallo sul -15 (47-32 al 20′).

Credits: Twitter Barça Basket (@FCBbasket)

Altra partenza forte del Barcellona che trovava un altro protagonista in Rolands Smits con 6 punti in rapida successione, mentre il solito Mirotic ritoccava il massimo vantaggio sul +23 (57-34 al 24′). I blaugrana alzavano il piede dall’acceleratore un po’ troppo presto e la Stella Rossa provava a ridurre il margine con ottime azioni corali, costringendo Jasikevicius al timeout dopo un’inchiodata di Lazarevic (59-44 al 26′). I serbi continuavano a difendere forte trovando canestri importanti con Markovic, non riuscendo però mai a scendere sotto la doppia cifra di ritardo (65-51 al 30′).

Il -8 arrivava con Wolters, con uno Jasikevicius su tutte le furie. I piccoli della Stella Rossa salivano in cattedra: Ivanovic segnava in cinque minuti i primi 11 punti della sua serata riaprendo i giochi (73-66 al 35′). Il Barça perdeva fluidità offensiva ma i serbi erano stanchi dopo la grande rimonta quasi portata a termine: le incursioni di Exum salvavano la capolista, che può così continuare la sua marcia.

FC BARCELONA – STELLA ROSSA BELGRADO 82-70 (22-15; 47-32; 65-51; 82-70)

BARCELLONA: Exum 13, Martinez, Smits 8, Abrines 2, Kuric 3, Davies 12, Laprovittola 3, Jokubaitis 10, Mirotic 19, Nnaji 2, Calathes 6, Hayes-Davis 4.Coach: Jasikevicius

STELLA ROSSA: Dobric 17, Simonovic n.e., Ivanovic 13, Lazarevic 4, Davidovac 2, Mitrovic 9, Lazic, Kalinic 5, Markovic 7, White 4, Kuzmic 5, Wolters 4. Coach: Radonjic