EuroLega, 30ª giornata: Il CSKA doma la rimonta Madrilena e torna a vincere in casa del Real

0
euroleague.net

Chiude il giovedì d’Eurolega la sfida tra Real Madrid (17-12) e CSKA Mosca (18-10). Moscoviti con una partita in meno e reduci da due sconfitte consecutive, l’ultima con Milano ha consentito all’Olimpia di prendersi il secondo posto, proprio ai danni del CSKA. Vincendo stasera l’altalenante Real avrebbe la possibilità di raggiungere (momentaneamente) il gruppone di squadre con 18 vittorie, rimettendosi in corsa per un posto in top 5.

Quintetti iniziali:

Real Madrid: Alocen, Causeur, Deck, Thompkins, Tavares

CSKA Mosca: James, Hackett, Shengelia, Voigtmann, Kurbanov

1° quarto: Si respira aria da Playoff, non tanto per la qualità del gioco, ma per una tensione percepibile sin dai primi secondi di gara. Shengelia e James rompono il ghiaccio sbloccando il CSKA con un parziale di 0 a 8, ma è immediata la reazione del Real sull’asse Causeur-Tavares. Il dominatore della primissima parte di gioco però porta esclusivamente il nome di “Toko” Shengelia, che trova 11 punti con 3 triple in 5′ di gioco. Dopo il timeout chiamato da Pablo Laso, Madrid inizia pian piano a carburare e, trainato dalle schiacciate di Tavares (8 punti), sul tramontare del quarto trova anche la parità.

2° quarto: Partita che continua sulla scia di un grande equilibrio in cui il Real Madrid non riesce a mettere il naso avanti, ma allo stesso tempo Mosca non allunga. Superata la metà di quarto però, 6 punti in fila trovati da Clyburn e James mandano i russi a +8. Il Real prova a rifarsi sotto, ma dalla premiata ditta James-Clyburn (26 punti in due al 17esimo) arriveranno altri 9 punti consecutivi, contribuendo al massimo vantaggio moscovita, +12. I padroni di casa perdono un bel pò di terreno, non riuscendo a reagire dopo la tremenda scossa subita. Un 2/3 in lunetta del solito Mike James, chiude il primo tempo sul punteggio di 41-55. 

3° quarto: Non cambia la musica al rientro sul parquet, il CSKA gioca sul velluto in attacco e in difesa viene aiutata da un Real che sbaglia tutto quello che può sbagliare. Una tripla di Voigtmann sulla sirena dei 24” porta il vantaggio degli ospiti addirittura sul +20, dopo 4′ di gioco. A sorpresa, sul finale di quarto Mosca paga un calo di concentrazione che porta alla perdita di tanti punti di vantaggio, con gli spagnoli che tornano addirittura a -7. Fondamentali per il tentativo di rimonta le triple di Jaycee Carroll ed un inesorabile Causeur.

4° quarto: Real in campo nell’ultimo quarto con uno spirito ben diverso, per un obiettivo che pareva irraggiungibile fino a pochi minuti prima. Dopo 2′ di botta e risposta, due triple consecutive di Voigtmann rispediscono Madrid a -11. Blancos che proveranno in tutti i modi a tornare in partita, ma il CSKA stavolta non corre rischi, riuscendo a tenere a bada le iniziative spagnole. Partita che si chiude sul punteggio di 89 a 96 in favore dei Moscoviti.

Progressivi: 1° quarto: 21-23 (21-23), 2° quarto: 41-55 (20-32), 3° quarto: 67-74 (26-19), 4° quarto: 89-96 (22-22)

Tabellini

Real Madrid: Thompkins 20, Tavares 12, Causeur 14, Carroll 17, Deck 12, Abalde 7, Taylor , Garuba 3, Alocen 2, Laprovittola 2, Tyus

CSKA Mosca: James 22, Clyburn 23, Voigtmann 18, Shengelia 14, Bolomboy 4, Hackett 4, Kurbanov 3, Antonov , Lundberg 4

MVP Basketinside: Premiamo la pesantezza del ruolo avuto da Johannes Voigtmann. Il lungo tedesco chiude con 18 punti e 9 rimbalzi, ma soprattutto con tante triple pesanti mandate a bersaglio nella fase più delicata. Il suo giocare sul perimetro tenendo Tavares lontano dal canestro è stata una chiave per la vittoria CSKA.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here