EuroLega, 30ª giornata: il Fenerbahce continua a volare sulle ali di Vesely

0
euroleague.net

Vince e convince sempre di più il Fenerbahce Beko Istanbultrascinato da un Vesely ancora una volta spaziale. La squadra di coach Igor Kokoskov mette una grossa ipoteca sulla qualificazione ai playoff andando a sconfiggere nettamente – quasi umiliare – un bruttissimo Zalgiris Kaunas, vistosamente in calo di condizione e fiducia. Quinta sconfitta nelle ultime 6 uscite continentali, infatti, per gli žaliai balti di Kaunas, che si tirano fuori quasi definitivamente dalla corsa playoff.

QUINTETTO FENERBAHCE: De Colo, Guduric, Pierre, Vesely, Duverioglu

QUINTETTO ZALGIRIS: Walkup, Grigonis, Jokubaitis, Hayes, Lauvergne

Gli ospiti cominciano con lo spirito giusto, portandosi avanti 9-4 con Nigel Hayes e Joffrey Lauvergne protagonisti. De Colo e Vesely, autori dei primi bersagli del Fenerbahce, dimostrano una volta di più di costituire la spina dorsale della squadra guidandola al pareggio. Sempre De Colo, caldissimo, risponde con la stessa moneta alla tripla di Marius Grigonis, prima del mini-break turco propiziato da due palle perse dello Zalgiris (17-12). Dyshawn Pierre e Marko Guduric, a finalizzare e sostenere la premiata ditta De Colo – Vesely. Quest’ultimo piazza una schiacciata delle sue su alzata del francese, ma lo Zalgiris reagisce con i suoi mancini, Lekavicius, Jokubaitis e Jankunas. Il problema, per i lituani, resta sempre De Colo: un computer. 12 punti nei primi 8 minuti per l’ex CSKA e Valencia. Vesely ne aggiunge 6 + l’assist per la tripla fortunosa – di tabella, dall’angolo – di Guduric, in chiusura di primo quarto (28-18).

Lo Zalgiris ricomincia con determinazione: midrange jumper di Lukas Lekavicius e assist dello stesso per lo spot-up chirurgico di Augustine Rubit. Ci pensano Lorenzo Brown e DyShawn Pierre a riportare il Fener a +10, in un secondo quarto nel quale l’intensità fisica delle difese tende a farla da padrone. Martynas Geben, grazie all’alzata di Thomas Walkup, riesce a scardinare per una volta i meccanismi difensivi di un Fenerbahce molto bravo a difendere il proprio pitturato (32-24). Ma il Fenerbahce non si scompone, anzi, aumenta la compattezza della sua difesa e lo Zalgiris perde la bussolaoltre a tanti palloni. E come dicono negli USA, defense turning into offenseLa squadra di Kokoskov muove meravigliosamente palla e di conseguenza la difesa avversaria, trovando ottime soluzioni: Pierre, Guduric e un Vesely scatenato decretano +19 all’intervallo (45-26).

Walkup, Grigonis e Lauvergne provano ad ispirare il tentativo di rimonta Zalgiris, ma Vesely, Brown e Pierre ricacciano a -19 gli ospiti. Rokas Jokubaitis segna la seconda tripla di serata, ma Vesely e Duverioglu fanno valere i loro cm e il Fener raggiunge il +20 (56-36). Coach Martin Schiller chiama timeout, perché – tra le altre cose – al suo Zalgiris serve maggiore presenza a rimbalzo; troppe infatti le seconde opportunità concesse e concretizzate dal Fenerbahce. Vesely torna in panchina con 19 punti (8/9 al tiro), 7 rimbalzi e la sensazione di non poter essere arginato da nessun lungo bianco-verde. Rientra Kyle O’Quinn e anch’egli combina bene con De Colo; poi Brown firma il +25, con lo Zalgiris profondamente in balia della squadra di coach Kokoskov. Paulius Jankunas, da buon capitano, non abbandona la nave e cerca di spronare i suoi a salvare l’onore, ma il deficit rimane proibitivo (66-46).

Nonostante l’ampio e rassicurante vantaggio, il Fenerbahce da grande squadra non smette di giocare; anzi, dilaga ulteriormente. Due triple di Danilo Barthel e gli assalti al ferro di Brown e Biberovic producono un parziale di 10-0 che affossa lo Zalgiris a -30! Schiller chiama timeout, sconsolato; i suoi sembrano non credere più nel sogno playoff. Gli ultimi minuti del match non regalano nient’altro di rilevante ai fini della cronaca, considerato il punteggio a tabellone. Lo Zalgiris riesce a ricucire parzialmente il comunque gravoso divario; alla sirena finale è 84-61 il finale.

FENERBAHCE ISTANBUL – ZALGIRIS KAUNAS  84-61  (28-18; 45-26; 66-46)

PARZIALI: 28-18; 17-8; 21-20; 18-15.

TABELLINO FENERBAHCE: Brown 8, Perez , Guduric 9, Mahmutoglu , O’Quinn 2, Biberovic 8, De Colo 16, Pierre 12, Barthel 6, Vesely 21, Eddie NE, Duverioglu 2. Coach: Igor Kokoskov

TABELLINO ZALGIRIS: Walkup 11, Blazevic NE, Lekavicius 12, Hayes 5, Jankunas 3, Lukosiunas, Geben 2, Rubit 4, Jokubaitis 8, Vasturia, Grigonis 10, Lauvergne 6. Coach: Martin Schiller

MVP BASKETINSIDEJan Vesely. Dopo il fenomenale primo quarto di De Colo, la scena se l’è presa tutta il lungo ceco. Lo Zalgiris non trova il modo di tenere lontane dal pitturato le sue lunghe leve e paga dazio con 21 punti, 1o rimbalzi e 5 assist griffati Jan Vesely, per un totale di 32 punti di valutazione complessivi. Sta giocando da MVP ed è anche quello in caricaSarà back to back?