Eurolega 31ª giornata: Fattore campo rispettato, vittorie per Efes, Zalgiris e Olympiacos

0
EuroLega
(Foto X Zalgiris Kaunas)

Il giovedi della 31a giornata di Eurolega arrivano le vittorie casalinghe dell’Efes contro l’Alba Berlino, dello Zalgiris sul Baskonia e dell’Olympiacos sul parquet del Peace And Friendship Stadium ai danni dell’Asvel Villeurbanne.

Anadolu Efes Istanbul-Alba Berlin 85-84 (23-23, 30-17, 12-27, 20-17)
Seppur con tanta fatica l’Efes supera alla Sinan Erdem Sports Hall l’Alba Berlino e rimane in lizza per un posto nei play-in di Eurolega. I turchi disputano un buon primo tempo che li mette avanti sul 53-40 all’intervallo. Nel terzo quarto i tedeschi (privi di Spagnolo e Procida) riemergono con decisione e riaprono totalmente i discorsi mettendo anche il naso avanti nell’ultima parte di gara. L’Efes conduce di un punto con l’Alba che ha in mano il possesso della vittoria. Entrata fino al ferro di Hermansson ma arriva la stoppata di Tyrique Jones che cancella il tentativo dell’islandese e consegna la vittoria all’Efes. Turchi alla 14a vittoria, la 5a consecutiva in casa.
Bryant (24 punti, 9/11 dal campo) e Clyburn (13) i migliori dell’Efes. L’Alba rimedia l’ottavo k.o in fila con 17 punti a testa per Thomas e Olinde. Doppia-doppia per Koumadje (11 e 10 rimbalzi).


Zalgiris Kaunas-Baskonia 94-76 (25-17, 23-17, 23-23, 23-19)
Lo Zalgiris completa il due su due nell’ultimo double round di Eurolega. Dopo la Virtus cade allo Zalgirio Arena anche il Baskonia con i lituani di Trinchieri che si prendono la vittoria numero 13 e non sono ancora fuori dai giochi per un posto nei play-in anche se la strada è più che in salita. I verdi (ancora privi di Roland Smits) dominano la partita tenendo sempre il vantaggio raggiungendo il +15 nel secondo quarto chiuso sul 48-34. Dopo 5′ di ripresa i baschi riducono fino al -7 ma poi ripartono i padroni di casa che nella parte finale arrivano al massimo vantaggio (+20) prima del definitivo 94-76. Tra i lituani il miglior realizzatore e Keenan Evans (20 punti, 2 rimbalzi, 4 assist) davanti a Hayes (17 e 7 rimbalzi). Miller-McIntyre (16 con 7/10 al tiro) e Markus Howard (14) in evidenza tra gli ospiti.


Olympiacos Piraeus-LDLC Asvel Villeurbanne 80-64 (20-12, 23-23, 11-9, 26-9)
Con un deciso strappo nell’ultimo quarto l’Olympiacos rispetta il pronostico superando l’Asvel e consolida la propria posizione in classifica all’interno del gruppo delle prime sei squadre che parteciperanno ai playoff. I francesi restano agganciati ai padroni di casa fino al 33′ poi l’Olympiacos decide di chiudere i conti e dal 61 pari piazza un parziale di 19-3 che sfianca i transalpini e consegna la vittoria agli uomini di Bartzokas. Peters (17) e l’ex Fall (12) gli unici in doppia cifra per gli ateniesi. Luwawu-Cabarrot il top scorer per l’Asvel.