EuroLega, 34ª giornata: Howard giganteggia, la Virtus Bologna crolla nel terzo quarto. Baskonia ottava

0
Virtus Bologna Baskonia
Virtus Segafredo Bologna X

Virtus Bologna e Baskonia si sfidano nell’ultima giornata di EuroLega, decisiva per la sorte delle due squadre e per il piazzamento nell’imminente Play-In.

QUINTETTO VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA: Hackett, Belinelli, Cordinier, Shengelia, Dunston.

QUINTETTO BASKONIA: Miller-McIntyre, Marinkovic, Raieste, Moneke, Kotsar.

Inizio contratto da parte delle due squadre che sbagliano un pò troppo nei primi minuti. Ci pensa Toko Shengelia per la Virtus, ben aiutato da Daniel Hackett per il primo sussulto della squadra di casa. Il Baskonia litiga con il ferro ma non Vanja Marinkovic ispirato e pericoloso al tiro. La Virtus prova a scappare sulle ali di Marco Belinelli ma Baskonia reagisce subito con Markus Howard, in uscita dalla panchina. L’ex Nuggets segna subito dalla lunga distanza ma è una tripla del capitano della Virtus che riporta avanti Bologna di 1 punto al termine del primo quarto.

Si accende la partita nel secondo quarto. Migliorano le percentuali e ne risente la qualità della partita. Howard e Marinkovic da una parte, Hackett e Lundberg dall’altra, per una partita che diventa decisamente piacevole. Il danese si scatena, in trance agonistica e comincia a segnare in tutti i modi in un clinic offensivo di primo livello. Lundberg, la grinta e la lotta sotto canestro di Dunston e Polonara sono fondamentali per il super parziale Virtus Bologna. In un amen dal completo equilibrio, la Virtus si porta all’intervallo lungo sul +9 contro un Baskonia in difficoltà nella fase difensiva.

Inizia meglio il Baskonia la seconda parte di gara, sfruttando la scia di un super Howard e una Virtus un pò molle al rientro in campo. La Virtus prova a scuotersi e cerca di riacquisire un vantaggio “discreto” ma è nervosa e spesso discute con la terna arbitrale per decisioni non accettate. Il Baskonia sfrutta questo e si riavvicina con Marinkovic e Miller-McIntyre. Si spegne improvvisamente la Virtus, in una crisi offensiva importante che permette al Baskonia non solo di riavvicinarsi ma di portarsi avanti incredibilmente di 6 lunghezze. Nel momento di massima difficoltà, reazione Virtus. Prima Dobric, poi Lundberg riportano le V Nere ad un solo punto di scarto con 10 minuti da giocare. Che partita!

Tanta confusione e ritmi elevati in questa ultima frazione, ritmi che favoriscono un Baskonia più cinico di nuovo avanti nel punteggio. Polonara, molto positivo stasera, da la scossa con una tripla che riavvicina ad un possesso di distacco la Virtus Bologna contro un Baskonia che non ne vuole sapere di mollare. Ogni volta che la Virtus Bologna si riavvicina, Markus Howard piazza punti importantissimi che restituiscono più di un possesso di vantaggio per il Baskonia. Abass segna da 3 per il 4 a circa 3 minuti dal termine, in una rimonta che sembra durissima per la Virtus. Incredibile cuore e grinta della Virtus. Mickey e Abass segnano per il 90-90. Il Baskonia segna con un rocambolesco tap-in di Costello per il +2 a 32 secondi dal termine. Mickey dalla lunetta fa 1 su 2 per il -1 Virtus a 17 secondi dal termine. Costello fa 2 su 2 dalla lunetta, la Virtus perde palla e cade alla Virtus Segafredo Arena.

Baskonia ottava, Virtus decima chiamata ad un’impresa per arrivare ai Playoffs di EuroLega.

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA – BASKONIA 91-85 (22-21, 31-23, 21-31, 17-20)

MVP BasketInside: M.Howard

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA: Lundberg 18, Belinelli 15, Hackett 11, Mickey 10, Polonara 8, Shengelia 8, Abass 7, Dunston 4, Zizic 4, Dobric 3, Pajola 3, Cordinier.

BASKONIA: Howard 34, Marinkovic 17, Miller-McIntyre 16, Moneke 12, Costello 6, Kotsar 4, Sedekerskis 4, Chiozza 2, Raieste.