EuroLega, 34ª giornata: tra Fener e Olympiacos è battaglia vera. La spuntano i greci all’overtime

0
via euroleaguebasketball.net

Non riesce l’assalto ad Atene al Fenerbahce, che gioca una gran partita ma non sufficiente per battere un ottimo Olympiacos, che fa sua la gara e blinda il quinto posto in classifica. Per i turchi sconfitta indolore e sesto posto in regular season confermato. Gara equilibrata per tutti i 40′, e decisasi solo all’overtime grazie alle grandi giocate di Canaan, MVP del match con 27 punti a referto. I greci affronteranno il Barcelona al primo turno, mentre il Fenerbache se la vedrà con il Monaco.

Quintetto Olympiacos: Walkup, Canaan, Papanikolau, Peters, Fall

Quintetto Fenerbahce: Calathes, Dorsey, Hayes-Davis, Pierre, Sanli

Gara che parte ad alto ritmo, con gli ospiti che tentano la fuga grazie ai punti di Dorsey. Reazione immediata dell’Olympiacos, che nella seconda parte di primo quarto chiude le maglie difensive e inizia a segnare svariati canestri. I greci rientrano, con Larentzakis che fissa il pareggio a quota 16 poco prima del 10′, che giunge sul 19-19.

Secondo quarto molto fisico, con le formazioni che si affrontano a viso aperto: appare evidente che saranno i dettagli a decidere la contesa, la quale procede si binari si un sostanziale equilibrio. A metà frazione McKissic prova a lanciare i suoi accendendosi in atacco (29-23 al 15′). Reazione affidata al reparto lunghi dei gialloneri, che iniziano a dominare il pitturato e a rimbalzo, affidandosi a Hayes-Davis in fase realizzativa per ricucire il gap, azzerandolo poco prima dell’intervallo lungo (38-34).

Ripresa che non mostra variazioni rispetto allo spartito del primo tempo: si segna poco, nessuna delle compagini ha la forza di scappare e le squadre si scambiano la leadership della gara svariate volte. Sono i punti di Dorsey a far tornare avanti il Fener (40-41 al 25′), con le difese che calano di intensità dopo diversi minuti di attacchi stagnanti. Nell’Olympiacos è Canaan a trascinare i suoi, aiutato da Sikma e Papanikolau, che ispirano un parziale 13-7 per spingere i greci a +5 (51-46 al 28′). 53-52 al 30′.

Ultima frazione al cardio palma, con il Fenerbahce che si aggrappa a Wilbekin per tentare la fuga decisiva (53-58 al 32′). Brea 6-0 interrotto da Sikma, che a sua volta è preludio a un 6-0 dei padroni di casa, e a metà quarto siamo ancora pari (60-60). Seguono minuti in cui si segna col contagocce: Williams-Goss infila la bomba del +4 (64-60), facendo esplodere i tifosi Olympiacos, i quali però assistono a un nuovo assalto dei viaggianti. Il Fenerbahce mostra fama e voglia, griffando un parziale 9-2 che spinge coach Bartzokas al timeout (65-69 al 38′). Siamo nei minuti finali: McKissic accorcia con un “and one” in area, Williams-Goss lo segue con un 1/2 dalla lunetta (a seguito di un contatto dubbio con Calathes). Ancora pari (69-69): le squadre hanno occasione per vincere ma nessuno segna, serve l’overtime.

Guduric dal’arco per i primi punti del supplementare. Fener che appare più lucido, con l’ex Grizzlies che prende in mano l’attacco turco ed è protagonista del 9-4 con cui gli ospiti volano a +5 (74-79 al 43′). Timeout Olympiacos, che trova una tripla impossibile di Canaan che riapre tutto. L’ex Suns segna anche due liberi (78-78), con i padroni di casa che azzeccano delle buone difese nel momento più caldo: Canaan ringrazia e passa alla cassa, segnando prima il floater del vantaggio e poi rubando la palla della possibile vittoria Fener dalle mani di Calathes. E’ l’epilogo, finale 82-81, inutile la tripla finale di Wilbekin.

Olympiacos Pireo vs Fenerbache Beko Istanbul 84-81 (19-19; 38-34; 53-52; 69-69)

Olympiacos: Walkup 2, Williams-Goss 6, Wright 2, Canaan 27, Larentzakis 7, Fall 6, Papanikolau 8, Peters 2, Milunitov 5, Sikma 7, Mckissic 12, Mitrou-Long n.e.. All: Bartzokas

Fenerbahce: Wilbekin 12, Sanli 11, Papagiannis 3, Hayes-Davis 21, Biberovic 7, Noua 0, Pierre 4, Guduric 9, Dorsey 10, Calathes 2, Madar 2, Sestina 0. All: Jasikievicius

MVP Basketinside: Isaiah Canaan