EuroLega, 3ª giornata: crollo Valencia, il Barcellona espugna La Fonteta

Il Valencia rimane nel match solo per due quarti. Nel secondo tempo i ragazzi di Ponsarnau vengono travolti da Abrines e Calathes e perdono la prima partita in questa edizione dell’EuroLega

di Gaetano Cantarero

Derby spagnolo nella terza giornata di EuroLega con il Barcellona che in mattinata ha comunicato la positività al Covid-19 di Nikola Mirotic. La gara, diversamente da altre due gare programmate e non disputate, va comunque in scena a La Fonteta con il Valencia che arriva imbattuto e carico dal successo contro il Real Madrid, mentre i catalani sono stati sconfitti a sorpresa nell’ultimo turno a San Pietroburgo dopo la vittoria all’esordio contro il CSKA.

Quintetto Valencia: Vives, Prepelic, Williams, Kalinic, Dubljevic. Allenatore: Jaume Ponsarnau

Quintetto Barcellona: Higgins, Hanga, Smits, Claver, Davies. Allenatore: Sarunas Jasikevicius

VALENCIA – BARCELLONA (19-16; 35-33; 44-54)

Inizio di gara marcato Smits, autore dei primi cinque punti ospiti, a cui risponde Dubljevic e buona percentuale al tiro per le due squadre che si trovano sull’8-7 al terzo minuto. Il primo strappo al match è dei padroni di casa che vanno sul +6, prima con Prepelic e poi con Derrick Williams, con la tripla di Cory Higgins per la squadra di Jasikevicius. I ritmi si abbassano nel finale del primo quarto, Hermannsson fa 1 su 2 ai liberi e i blaugrana rientrano fino al -3 con il canestro di Nick Calathes al 9′.

Il secondo quarto si apre con la tripla del pareggio di Alex Abrines, ma il Valencia è più preciso in fase offensiva e riesce a tenere un minimo vantaggio, con Tobey e Labeyrie a segno. Il Barca si aggrappa a Smits, che spara due triple dall’arco e tiene in linea di galleggiamento i suoi senza però riuscire ad impattare il match. Nei tre minuti finali del tempo si iscrive al tabellino anche Vives, con quattro punti realizzati, con le squadre che tornano negli spogliatoi sul 35-33 frutto dell’ultimo canestro di Brandon Davies.

Al rientro dalla pausa lunga il Barcellona riesce a tornare in vantaggio, come avvenuto in apertura di match, ed è un Nick Calathes show. L’ex Panathinaikos piazza sei punti e un assist in poco meno di quattro minuti e porta i suoi avanti di 1, 42-43, con Abrines che sale in cattedra a metà quarto, costringendo Ponsarnau a chiamare time-out. Negli ultimi cinque minuti il Valencia non segna più, la difesa crolla e il Barcellona ne approfitta piazzando un break da 11-0 chiuso da Oriola per il 44-54 con cui le squadre chiudono il terzo quarto.

Getty Images

L’ultimo periodo conferma le difficoltà del Valencia che subisce cinque punti nei primi due possessi e torna a realizzare punti al 31′ con Van Rossom a cui segue la tripla del -10 di Marinkovic. I ragazzi di Jasikevicius sembrano controllare bene il match, tengono la doppia cifra di vantaggio e riescono addirittura a portarsi sul 54-66 con Cory Higgins. Ma nei padroni di casa Kalinic non ci sta, piazza un break da 5-0 e rimette in corsa i suoi, con il -6 al 37′. Nel finale Prepelic piazza due liberi e mette pressione agli avversari, ma il canestro di Davies permette al Barca di mantenere i due possessi di vantaggio. I tentativi di rimonta al Valencia non sortiscono effetto, i blaugrana conquistano il derby spagnolo con il tabellone che recita 66-71.

TABELLINO

Valencia: Marinkovic, Prepelic, Pradilla, Labeyrie, Van Rossom, Tobey, Kalinic, Dubljevic, Vives, San Emeterio, Williams, Hermannsson

Barcellona: Davies, Hanga, Bolmaro, Smits, Heurtel, Oriola, Abrines, Higgins, Martinez, Kuric, Claver, Calathes

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy