EuroLega, 3ª giornata: per Kazan buona la terza, rimontato il Bayern

L'Unics vince in rimonta contro il Bayern grazie ad una grande prova di carattere e di squadra svoltasi nella ripresa con la super prestazione da 21 punti di Isaiah Canaan.

0
Euroleague.com

L’Unics vince in rimonta contro il Bayern grazie ad una grande prova di carattere e di squadra svoltasi nella ripresa con la super prestazione da 21 punti di Isaiah Canaan.

QUINTETTO UNICS KAZAN: Brown, Canaan, Brantley, Uzinskii, Jekiri.
QUINTETTO BAYERN MONACO: Walden, Weiler-Babb, Hilliard, Thomas, Rubit.

Nel primo quarto il Bayer parte forte grazie ad un ottimo giro palla nella metacampo offensiva che aggira il raddoppio portato spesso dalla difesa dell’Unics per poi punire sistematicamente infilando una tripla aperta (4/10).
Kazan perde 7 palloni in 10 minuti, decisamente troppi (anche per merito della pressione Bavarese), mentre in difesa lo spazio lasciato nei close-out è decisamente troppo, allora il Bayern ringrazia e tocca il +7, 12-19.

Nella seconda frazione Darrun Hilliard (17-7-3) sale in cattedra con 8 punti filati e una stoppata per allungare sul +12, 17-29.
Kazan toglie le ragnatele dal canestro con la tripla di Marco Spissu (3-0-1), ma poi ricadono subito sugli errori del primo quarto, specialmente per quanto riguarda le palle perse che salgono a quota 11.
Negli ultimi 5 minuti cala la concentrazione del Bayern Monaco, che concede tanto ed esaurisce il bonus a 4 minuti dalla fine, ma alla fine la difesa tedesca tiene botta e gestisce il vantaggio, 26-37 alla pausa lunga.

Dopo l’intervallo entrambe le squadre segnano poco, anche se i padroni di casa sembrano stare meglio e ne approfittano per tornare sotto di 8 costringendo coach Trinchieri a chiamare time-out. Usciti dal time-out il Bayern infila due triple di fila, ma la compagine Russa risponde prontamente con la tripla messa a segno da Isaiah Canaan (21-2-4) e i due liberi di Mario Hezonja (15-6) che valgono il -5, 45-50.
John Brown (4-8-2) continua ad essere la spina nel fianco dei Bavaresi sotto canestro (questi ultimi davvero nel pallone con 6 palle perse in una sola frazione) e con la sua verve carica i compagni per gli ultimi 10 minuti finali.

L’Unics continua sulle ali dell’entusiasmo e in un amen la tripla di Lorenzo Brown (17-3-5) e l’incredibile and one di Hezonja valgono il vantaggio dei Russi.
Il Bayern si presenta con 4 piccoli e Othello Hunter (4-5) per allargare il campo e sfruttare le triple che gli avevano consentito di essere avanti dopo la prima metà, ma si mette di mezzo uno straordinario Canaan (5/9 da 3) che porta i suoi sul +12, massimo vantaggio.
I Tedeschi però non muoiono mai e in 15″ ne segnano 6 per tornare in partita, inoltre nel finale Corey Walden (16-0-1) segna 4 liberi per il -3, ma alla fine l’Unics fa registrare 2 punti sullo scadere dei 24 secondi e dall’altra parte Hilliard pesta la riga laterale chiudendo definitivamente ogni chance di recupero, regalando così a Kazan la prima vittoria nella competizione.

UNICS KAZAN – BAYERN MONACO 73-70 (12-19, 26-37, 45-50, 73-70)

MVP BasketInside: Isaiah Canaan

UNICS KAZAN: Canaan 21, L. Brown 17, Hezonja 15, Jekiri 7, Brown 4, Brantley 3, Spissu 3, Uzinskii 2, Zaitcev 1, Vorontsevich. All:Perasovic

BAYERN MONACO: Hilliard 17, Walden 16, Jaramaz 11,Thomas 11, Sisko 6, Hunter 4, Weiler-Babb 3, Rubit 2. All:Trinchieri

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here