EuroLega, 3ª giornata: pioggia di triple Real, k.o. un Khimki rimaneggiato

Real vincente con 17\34 da 3, Khimki lotta fino alla fine nonostante gli 8 giocatori a referto.

di Gabriele Leslie Giudice

REAL MADRID 94-85 KHIMKI (25-25, 24-16, 21-16, 24-28)

Il Real Madrid non sbaglia tra le mura amiche superando un Khimki ridotto a 8 giocatori causa Covid. Il match è molto più equilibrato di quanto le premesse iniziali potessero far presagire, con Zaytsev che si prende parecchie responsabilità in attacco, chiudendo con 21 punti, 9 assist e 26 di PIR, e il Real che deve ricorrere a una serata balisticamente notevole (17/34 da 3) per non andare incontro a brutte sorprese. Progressivamente, e fisiologicamente, gli ospiti perdono aderenza sulla partita attestando il ritardo medio alla doppia cifra. Al Real, in cui Llull è quello dei tempi migliori (21 punti in 22′, e alcuni momenti di gran furore), non resta che gestire e, senza trovare altri significativi allunghi, chiude la partita trovando la prima vittoria di questo difficile inizio di stagione europea. Al Khimki l’onore delle armi per aver affrontato l’impegno con tenacia e grande dignità.

La cronaca: il Khimki approccia con grande faccia tosta attaccando con decisione e trovando il 7-11 con 5 punti consecutivi di Zaytsev, già a quota 7. Il Real costruisce il controbreak armando la mano dei piccoli (Abalde e Llull) e lo concretizza andando sotto canestro da Tavares (14-13), ma Khimki non toglie il piede dall’acceleratore e si arriva in volata – e con alto punteggio – alla fine del primo quarto, con le triple di Monia e Odinokov che permettono ai russi di trovare la parità (25-25). Il Real impatta il secondo quarto con due triple di Llull e Thompkins (31-27), Khimki risponde con la stessa moneta – di Booker e Odikonov – a dimostrazione di come gli attacchi continuino a girare a pieno ritmo, mentre corre il 13′ e il punteggio è 33-33. Al festival delle triple si iscrive anche Laprovittola, con tre bombe in fila che spingono a +8 il Real (45-37), arrotondato dalla decima tripla di serata del Real – di Rudy Fernandez – al +8 (49-41) che manda le squadre all’intervallo lungo.

Gli iberici escono bene dagli spogliatoi cercando i muscoli di Tavares, che ringrazia con due canestri consecutivi portando il Real al massimo vantaggio (+12, sul 53-41). Le triple di Vialtsev e Jerebko avvicinano il Khimki (56-47), incapace però di trovare degli aggiustamenti in difesa per limitare la verve balistica dei blancos, ancora trainati da Llull (a quota 19) sul +15 (62-47). Jerebko si carica i suoi sulle spalle con 8 punti nel solo quarto in questione, ma il Khimki, di nuovo sotto di 9 lunghezze, fatica ad avvicinarsi in modo significativo. Le fiammate offensive bastano al Real per gestire gli equilibri della contesa: 4 punti consecutivi di Thompkins lo riportano a +13 (74-61), mentre altrettanti di Booker – top scorer dei suoi con 21 a referto – permettono ai russi di rosicchiare qualcosa (77-67). La tripla di Carroll arrotonda ancora il vantaggio dei padroni di casa (86-71), con il finale che incombe e non riserva ulteriori sorprese: il Real Madrid batte il Khimki 94-85.

REAL MADRID: Causeur NE, Fernandez 3, Abalde 8, Campazzo 2, Laprovittola 19, Deck, Garuba, Carroll 6, Tavares 11, Llull 21, Thompkins 18, Taylor 6.

KHIMKI: Zaytsev 21, Vialtsev 5, Monia 6, Sharapov, Odonkov 11, Booker 22, Jerebko 18, Evstigneev 2.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy