EuroLega, 3ª giornata – Pleiss trascina l’Efes a un comodo successo sull’Alba Berlino

Vittoria abbastanza agevole per l’Efes che conquista due punti importanti sul campo dell’Alba Berlino.

di Emanuele Terracciano

L’Anadolu Efes vince senza troppi patemi la sfida contro un’Alba Berlino davvero troppo incostante per impensierire i turchi. La partita è stata indirizzata fin dall’inizio e, eccezion fatta per alcune brevi fasi, non ha mai visto i padroni di casa dare l’idea di poter contendere i due punti a un’avversaria che in attacco ha trovato il contributo di diversi giocatori come Singleton, Micic e, soprattutto, Tibor Pleiss.

ALBA BERLINO 72-93 ANADOLU EFES (14-29; 35-53; 55-70)

LA CRONACA – È l’Efes a entrare meglio nella partita grazie a un attacco molto incisivo guidato da un ottimo Pleiss e una difesa sufficientemente solida per fermare un’Alba Berlino non in grande spolvero. Il punteggio, per fortuna dei tedeschi, è abbastanza basso ma quando i turchi raggiungono il +10 sul 13-3 la panchina di casa è costretta a un immediato timeout. Al rientro in campo l’Alba Berlino riesce a evitare che gli avversari prendono il largo ma non riesce a ridurre in maniera significativo lo scarto che la separa dall’Efes. Nel finale di quarto una folata di Singleton permette ai turchi di chiudere la prima frazione di gioco avanti di quindici lunghezze sul 29-14.

In avvio di secondo quarto l’Efes sbaglia qualche conclusione di troppo e subisce due triple di Lammers e Giffey che riportano gli avversari a -9 (29-20). I turchi trovano una scossa nell’energia di Dunston che permette loro di riprendere un margine di vantaggio in doppia cifra. In questa fase l’Efes cerca in maniera insistente di sfruttare lo strapotere in area di Dunston mentre l’Aba, con alterne fortune, si affida molto al tiro da fuori e, soprattutto, perde un numero eccessivo di palloni. Nel finale di quarto gli ospiti provano ad andare all’intervallo con almeno un ventello di vantaggio ma alla fine del secondo quarto conducono ‘’solo’’ per 53-35.

Al rientro in campo dopo l’intervallo l’Alba Berlino prova a dare una scossa alla sua partita ma l’Efes non permette agli avversari di rientrare in partita e in relativamente poco tempo scavalca la soglia psicologica dei venti punti di vantaggio sul 60-39. I turchi non mettono definitivamente in ghiaccio la partita ma le resistenze dei tedeschi non bastano a far pensare che possa esserci una clamorosa rimonta. Alla fine del terzo periodo di gioco il punteggio vede l’Efes condurre per 70-55.

L’ultimo assalto dell’Alba Berlino per provare a riaprire miracolosamente la partita è guidato principalmente da Granger che spinge i suoi fino al -12 sul 61-73. L’Efes in questa fase sembra accusare il tentativo di rimonta degli avversari che hanno anche l’occasione di portarsi in singola cifra di svantaggio ma è lo stesso Granger a buttar via clamorosamente il pallone mentre dall’altra parte Micic e Simon trascinano nuovamente i turchi verso un comodo vantaggio. Gli ultimi minuti di garbage time servono solo a fissare il punteggio sul 93-72 in favore dell’Efes.

Alba Berlino: Lo 6, Siva 7, Giffey 12, Eriksson 13, Mattiseck 5, Schneider, Olinde, Fontecchio 4, Thiemann 6, Granger 5, Sikma 7, Lammers 7. All. Aito Garcia Reneses

Anadolu Efes: Beaubois 9, Singleton 10, Saybir, Gazi, Sanli 2, Moerman 4, Tuncer 3, Pleiss 23, Micic 13, Anderson 6, Dunston 13, Simon 10. All. Ergin Ataman

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy