Eurolega, 4ª giornata: l’Olympiacos rimonta il Partizan e la spunta all’overtime, gioia Fenerbahce e Zalgiris Kaunas, buio pesto Baskonia e ASVEL

0
EuroLega FIBA

Inizia la quarta giornata di Eurolega, la seconda di questa settimana. In attesa del big match tra Real Madrid e Olimpia Milano, questo giovedì sera si è aperto con la strepitosa vittoria in rimonta del Fenerbahce contro l’ASVEL. Sugli altri campi, è partita vera tra Olympiacos e Partizan che si rispondono colpo sul colpo fino all’overtime, mentre lo Zalgiris ha vita facile contro il Baskonia.

FENERBAHCE BEKO ISTANBUL-ASVEL VILLEURBANNE 101-86 (16-28;26-27;30-15;29-16)

Alla Ülker Sports Arena, l’ASVEL Villeurbanne parte bene e spaventa il Fenerbahce, apparso subito sottotono rispetto ai pronostici pre-match. Per i francesi combinano alla grande Nando De Colo (11 punti a referto) e un sontuoso Frank Jackson, autore di ben 25 punti (100% da due e 75% ai liberi) e 3 assist. Il gruppo di coach Itoudis, dal canto suo, ci teneva a ripagare il proprio pubblico e a chiudere con un 2/2 questa settimana di Eurolega: sotto di 13 all’intervallo lungo, i turchi entrano in campo nel secondo tempo concedendo agli avversari solamente 31 punti. La chiave di volta per la rimonta del Fener è stato Tarik Biberovic, 11 punti complessivi nei 15 minuti finali che incorniciano una serata da 17 punti complessivi (5/8 da tre punti, ovvero il 62,5%).

FENERBAHCE BEKO ISTANBUL: Motley 15, Wilbekin 18, Şanli, Papagiannis 2, Mahmutoglu, Hayes-Davis 14, Biberovic 17, Pierre 7, Guduric 14, Calathes 7+9 assist, Madar 7, Sestina. Coach: D. Itoudis

ASVEL VILLEURBANNE: Dallo, De Colo 11, Egbunu 4, Fall 7, Jackson F. 25, Jackson E., Lauvergne 11, Lee 9, Lombahe-Kahudi 6, Ndiaye 6, Scott 5, Yaacov 2. Coach: T.J. Parker

OLYMPIACOS PIREO-PARTIZAN BELGRADE 98-94 d.t.s. (28-21;21-22;10-26;26-16;13-9)

“It’s a never ending story” ad Atene. Dopo un match ad altissima intensità in questo giovedì di EuroLega, alla fine la spunta l’Olympiacos Pireo all’overtime. Dopo i primi due quarti a tinte biancorosse, il Partizan Belgrade sembra mettere la quinta nel terzo quarto durante il quale, complice il parziale di 10-26, riesce a ribaltare le sorti del match portandosi a inizio quarto quarto sul +10. Tuttavia, lo stesso copione si ripete, ma a parti invertite: nell’ultimo periodo sono gli uomini di coach Obradovic a subire la contro-rimonta dell’Olympiacos, che infatti forza l’overtime e va a vincere di nervi nel tempo supplementare, tenendo il Partizan a sole 4 lunghezze di distanza dopo che i serbi avevano cominciato bene i 5 minuti aggiuntivi. Sugli scudi Larentzakis e Milutinov per i greci (19+16 punti), mentre per i bianconeri di Belgrado grande serata per LeDay (18 punti) e Punter (17 punti).

OLYMPIACOS PIREO: Canaan 11, Fall 5, Papanikolaou 10, Peters 15, Walkup 11, Smailagic, Abosi, Larentzakis 19, Lountzis 2, Milutinov 16, Papas, Tanoulis, Williams-Goss 9. Coach: G. Bartzokas

PARTIZAN BELGRADE: Avramovic 5, Kaminsky 9, Nunnally 12, Punter 17, Smailagic 16, Andjusic 11, Dozier 6, Jaramaz, Koprivica, LeDay 18, Trifunovic, Vukcevic. Coach: Z. Obradovic

BASKONIA-ZALGIRIS KAUNAS 82-99 (14-22;25-24;22-28;21-25)

È buio pesto in casa Baskonia. Nonostante un secondo quarto d’orgoglio, i ragazzi di coach Peñarroya peccano in difesa e lasciano liberi Smits (21 punti) e compagni di fare quel che vogliono. Le statistiche raccontano bene quanto gli spagnoli siano rimasti indietro in difesa: lo Zalgiris ha sì lasciato a desiderare da 2 (46,2%), ma ha incendiato la retina con il 66,7% da tre e il 91,3% ai tiri liberi. A nulla sono servite le prestazioni monstre di Moneke (32 punti e 9 rimbalzi) e Howard (26 punti): i lituani scavano il solco già nel primo tempo e consolidano il risultato nel terzo periodo, quando sul +18 era chiaro che la partita avrebbe preso la direzione di Kaunas. Male la serata di Nico Mannion, che chiude con soli 2 punti questa notte di Eurolega, mentre per lo Zalgiris il grande protagonista è Manek che chiude con una doppia doppia da 17 punti (5/5 da tre) e 14 rimbalzi.

BASKONIA: Costello, Howard 26, Miller-McIntyre 7, Moneke 32+9 rimbalzi, Sedekerskis 6, Diez 2, Kotsar 2, Mannion 2, Marinkovic, Raieste, Rogavopoulos 4. Coach: J. Peñarroya

ZALGIRIS KAUNAS: Dimsa 13, Evans 14, Hayes 2, Smits 21+8 rimbalzi, Ulanovas 2, Birutis 6, Butkevicius 2, Giedraitis D. 13, Lavrinovicius, Lekavicius, Manek 17+14 rimbalzi, Mitrou-Long 9. Coach: K. Maksvytis