EuroLega, 4ª giornata: Loyd fenomenale, ASVEL surclassato

Il recupero della quarta giornata, tra ASVEL Villeurbanne e Stella Rosa di Belgrado è caratterizzato dal one-man-show di Jordan Loyd. Con 29 punti (10/14 al tiro) e 5 recuperi, il fenomenale numero 3 trascina gli ospiti a espugnare l’Astroballe.

di Marco Arcari

Spettacolare Jordan Loyd. Ma fenomenale anche Corey Walden. Potrebbe riassumersi così il recupero del 4° turno di EuroLega tra LDLC ASVEL Villeurbanne e Stella Rossa MTS Belgrado. I padroni di casa, allenati da TJ Parker, disputano una delle peggiori prove stagionali e vengono letteralmente surclassati dagli ospiti.

Quintetto LDLC ASVEL Villeurbanne: Diot, Lighty, Freeman, Kahudi, Fall.
Quintetto Stella Rossa MTS Belgrado: Hall, Loyd, Lazic, Reath, Kuzmic.

PRIMO PERIODO. Partono meglio gli ospiti, trascinati dal gioco a due tra Jordan Loyd e Doup Reath. L’ASVEL trova però ottime percentuali (4/5, 80%) da oltre l’arco dei 6.75 e, dopo le bombe dei lunghi, beneficia di un 2/2 in rapida successione da parte di Allerik Freeman che vale il provvisorio massimo vantaggio (17-11) per i padroni di casa e costringe coach Obradovic al timeout. Loyd tenta di caricarsi sulle spalle tutto l’attacco della Stella Rossa, trovando però un po’ di aiuto da parte di Corey Walden. Il problema, per gli ospiti, è che il ferro avversario sembra essere perfettamente custodito dai lunghi, i quali sconsigliano qualsiasi penetrazione avversaria (4/13 da 2 di squadra per i biancorossi).

SECONDO PERIODO. 0-7 Stella Rossa in apertura di frazione, coronato dalla triplona di Taylor Rochestie, e coach Parker è così costretto al timeout per evitare danni ulteriori (21-24 all’11’). Serve un 5-0 tutto personale di Guerschon Yabusele (comprensivo di un grande eurostep) per sbloccare i padroni di casa. La sfida si trasforma in un one-man-show di Yabusele: il numero 28 dell’ASVEL non solo è capace di realizzare canestri di pregevole fattura, ma riesce anche ad assistere i compagni, i quali tuttavia non sfruttano appieno le occasioni così createsi (31-31 a metà quarto). L’attacco dei padroni di casa si affida soprattutto ai roll e al gioco interno di Kevarrius Hayes e, poi, di Moustapha Fall, ma la difesa della formazione serba concede solamente tiri liberi e mai comodi appoggi al tabellone o giocate da highlights sopra al ferro (33-34 al 27′). Dopo aver ottenuto punti da 7 diversi giocatori, la squadra di coach Obradovic beneficia dello show di Loyd per il +6 (38-44) con cui si va al riposo.

TERZO PERIODO. Anche la ripresa si apre nel segno di Loyd e dell’impenetrabilità della difesa dell’ASVEL, capace di concedere davvero poco alle penetrazioni degli esterni ospiti. Dopo possessi caratterizzati da turnovers ed errori al tiro, le due formazioni sembrano sbloccarsi con le triple degli esterni (Diot da una parte, Walden dall’altra), ma è ancora Loyd a prendersi la scena con la bomba che vale il 48-54 a metà frazione. Walden è l’unico altro giocatore della Stella Rossa capace di impensierire l’ASVEL e mettere punti al tabellone, ma i padroni di casa, nonostante un David Ligthty positivo, sbagliano tante triple aperte e restano comunque a distanza (51-63 al 28′). Loyd prosegue nella sua serata magica, assaltando sistematicamente il ferro difeso dalla formazione di coach Parker e scrivendo il +14 (53-67) con cui si chiude la frazione.

QUARTO PERIODO. L’ASVEL tenta di rientrare in partita in qualsiasi modo, ma la coppia Loyd-Walden è in un tale stato di grazia che qualsiasi tentativo è vano. La Stella Rossa riesce così a scappare perfino sul +17 (58-75) a metà frazione e a toccare il +20 (60-80) poco più di 60” dopo. Il tempo restante è sostanzialmente puro garbage-time, eppure l’ASVEL riesce perfino a incassare un ulteriore parziale e a chiudere con un incredibile passivo di 23 lunghezze.

LDLC ASVEL VILLEURBANNE – STELLA ROSSA MTS BELGRADO 68 – 89 (21-17; 38-44; 53-67)

TABELLINO LDLC ASVEL VILLEURBANNE:  Freeman 14, Kahudi 3, Lacombe, Diot 7, Lomazs, Fall 7, Hayes 5, Bako 4, Lighty 11, Howard 5, Yabusele 11, Strazel 1. Allenatore: TJ Parker.

TABELLINO STELLA ROSSA MTS BELGRADO: Rochestie 3, Hall 4, Walden 20, Loyd 29, Davidovac 5, Lazic 4, Reath 9, Dobric 8, Simonovic n.e., Jagodic-Kuridza 2, Kuzmic 3, Terry 2. Allenatore: Sasa Obradovic.

PARZIALI: 21-17; 17-27; 15-23; 15-22.

BASKETINSIDE MVP: Manco a dirlo, Jordan Loyd.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy