EuroLega, 4ª giornata: Olimpia Milano forza 4! Anadolu Efes sconfitto al Forum

0
EuroLega Olimpia Milano
EuroLeague.net

L’Olimpia Milano ospita il campione dell’ultima EuroLega, quell’Anadolu Efes Istanbul che la scorsa stagione ha impressionato, ma che quest’anno è partito con 3 sconfitte consecutive. Riuscirà l’Olimpia a confermarsi e volare sul 4-0 o sarà primo successo per gli uomini di Ataman?

QUINTETTO OLIMPIA MILANO: Delaney,Hall, Shields, Melli, Tarczewski.

QUINTETTO ANADOLU EFES ISTANBUL: Larkin, Micic, Moerman, Singleton, Petrusev.

Si parte subito a ritmi alti. Tanta velocità, ma anche errori come prevedibile a velocità così elevate. Inizia bene Malcolm Delaney per l’Olimpia Milano nella sfida tra americani con Shane Larkin. Lo stesso numero 0 dell’Efes cerca di mettersi in ritmo sin da subito, forzando varie conclusioni. Dalla seconda metà del primo quarto, sale in cattedra il duo serbo Micic – Petrusev. Il primo dimostra a tutti perché é stato l’MVP dell’ultima stagione, accendendosi e segnando 9 punti in un amen. Molto bene anche il lungo dell’Efes, pronto e fattore in entrambi i lati del campo. Milano accusa il colpo ma reagisce con i suoi veterani, Rodriguez e Datome su tutti.

Partita da Playoffs quella tra Olimpia Milano e Anadolu Efes. Tanti contatti, ritmi altissimi e arbitri sotto accusa da entrambi gli allenatori, molto nervosi, su tutti Ettore Messina già colpito da tecnico. L’Efes comanda sempre nel punteggio ma non riesce mai nella fuga, con l’Olimpia attaccata e in piena partita. Ad eccezione del dominio dell’MVP Micic, non c’è un vero e proprio protagonista assoluto. Bene per la squadra di casa Devon Hall, il quale continua con il suo ottimo momento di forma. Milano c’è e nel finale di secondo quarto piazza un parziale devastante di 14-0 che in un amen li riporta dal -9 al +5. Dopo 20 minuti di gioco, Olimpia meritatamente avanti sul 42-36.

L’Olimpia apre alla grande il terzo quarto, con percentuali altissime dalla lunga distanza. Shavon Shields, un ritrovato Gigi Datome e soprattutto un grandissimo Malcolm Delaney sono i protagonisti dell’allungo Olimpia. L’Efes, a tratti irriconoscibile, sprofonda a -12, troppo attaccato alle individualità di Micic, Larkin e Petrusev. Coach Messina ha tanto da tutti i suoi giocatori, trovando energie fondamentali, utilizzando tutta la lunga panchina a disposizione. Panchina che forse manca un pò ad Ataman. Quando Micic e Larkin, quasi sempre in campo, riposano cala la luce nell’attacco dei campioni in carica. La ciliegina sulla torta di un magnifico terzo quarto è la tripla da metà campo sulla sirena di Grant per il +14 Olimpia.

Efes già sconfitto? Guai a dirlo ai campioni in carica. 3 triple consecutive per gli ospiti nei primi 3 minuti a fronte di 0 punti dall’Olimpia ed è di nuovo solo +5 per Milano. Ettore Messina intuisce la difficoltà e chiama timeout per bloccare il buon momento degli avversari. Tutto per tutto dei turchi che però faticano tantissimo in attacco e sono aggrappati al talento dei singoli. A sorpresa bene Gecim, autore di due triple, ma l’Olimpia Milano risponde benissimo in attacco e trova tiri puliti. Ottimo l’apporto anche stasera di Mitoglou, sempre più fondamentale per questa Olimpia. Gli uomini di Ettore Messina gestiscono bene nel finale, attenuando il tentativo di rimonta dell’Efes arrivato anche a -4. I liberi di Malcolm Delaney segnano il game set and match Olimpia Milano. Quattro vittorie su quattro in EuroLega per l’Olimpia Milano e 0-4 per un irriconoscibile Anadolu Efes.

OLIMPIA MILANOANADOLU EFES ISTANBUL 75-71 (16-21, 26-15, 21-13, 12-22)

MVP BasketInside: Malcolm Delaney

OLIMPIA MILANO: Delaney 16, Shields 12, Hall 13, Datome 11, Hines 8, Mitoglou 9, Rodriguez 3, Melli. All: Ettore Messina.

ANADOLU EFES ISTANBUL: Micic 17, Larkin 11, Petrusev 10, Moerman 12, Gecim 6, Singleton 5, Beaubois 3, Dunston 5. All: Ergin Ataman.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here