Eurolega, 4ª giornata: terzo quarto super, il Cska passa a Berlino

Eurolega, 4ª giornata: terzo quarto super, il Cska passa a Berlino

Il Cska Mosca mantiene la propria imbattibilità imponendosi con una prova di forza alla Mercedes Benz Arena. Decisivo un terzo periodo dove i campioni in carica hanno messo alle corde un Alba Berlino che poi non ha saputo più reagire. Unico neo l’infortunio al ginocchio per Will Clyburn.

di Alessandro Elia

Quattro su quattro per il Cska che si impone da grande squadra sul campo dell’Alba Berlino. La squadra di Itoudis soffre i padroni di casa nel primo tempo, in avvio di ripresa accelera e per gli uomini di Aito non c’è scampo.  Mike James e Darrius Hilliard si esaltano in attacco, il resto lo fa la difesa che riesce a tenere a 66 punti il 2°miglior attacco dell’Eurolega.

Quintetto Alba: Siva, Giffey, Giedraitis, Sikma, Nnoko
Quintetto Cska: James, Hilliard, Voigtmann, Kurbanov, Hines

L’alley hoop sull’asse Siva-Sikma accende la serata della Mercedes Benz Arena. Primo quarto in equilibrio con il CSKA che colpisce da tre punti con Hilliard e James per un mini-allungo (8-13) che costringe Aito al time out a- 4’25” dalla prima pausa. L’Alba ottiene buone cose da Niels Giffey che segna 4 punti nella seconda metà del quarto iniziale e tiene in scia i gialli di casa. Mosca trova il +6 (11-17) con una rubata e conseguente schiacciata di Mike James ma poi subisce la nuova replica dei berlinesi con la sirena del 10′ che strilla sul 15-17.

Mattisseck apre il 2°quarto con l’Alba in buona vena. Sorpasso dei locali (18-17) contro il Cska che sbaglia qualcosa di troppo. Dopo 4′ Itoudis vuole vederci chiaro e sul 23.21 per gli avversari chiama time out. La gara prosegue sull’orlo dell’equilibrio con il Cska che nel giro di un minuto perde per infortunio prima Hackett (caduto duramente a terra ma rientrerà più avanti) poi Clyburn con la guardia di Detroit che esce portato a braccio dai compagni con il ginocchio destro dolorante. Ma i moscoviti non sembrano accusare più di tanto il colpo. 25-29 nonostante qualche errore di troppo dalla lunetta. L’Alba regge l’urto e rimane in piedi con Sikma e Nnoko fino al 34-39 dell’intervallo.

Nel terzo quarto la partita si spacca. Parziale impietoso di 8-22 in favore del CSKA che diventa assoluto dominatore del campo chiudendo l’area, aumentando la pressione in difesa e colpendo con grande precisione in attacco. Hynes, Voigtmann e un gioco di prestigio di Mike James (canestro+fallo) accendono l’impennata dei russi (39-47 -5’16” dalla fine del terzo capitolo). Il time out di Aito serve a poco. Voigtmann sente l’aria di casa e segna da sotto, subito dopo James lo imita. L’Alba fatica e non vede più il canestro. Dal 40-51 c’è un nuovo strappo dei campioni in carica ispirato da Bolomboy e da due triple di Darrius Hilliard che spezza il match con il massimo vantaggio ospite  del periodo (40-59). Giffey realizza il terzo canestro dal campo del deludente terzo quarto dell’Alba prima che Hines da sotto fissi il 42-61 del 30′.

Con la partita già segnata l’Alba prova ugualmente a tenere il campo contro l’avversario a cui è sufficiente gestire il vantaggio. Lampo dei padroni di casa che con le triple di Giedraitis e Cavanaugh arrivano a -14 (49-63) ma al Cska basta un filo di gas per tornare sui margini del quarto precedente. Strelieks e Mike James riportano il vantaggio sul +19 (51-70) con ormai destini segnati. Hynes aggiorna nel finale il massimo vantaggio dell’intera serata (59-80) e si corre verso il finale con il Cska Mosca che ottiene il poker di vittorie  stagionali  e proseguendo la tradizione favorevole nelle gare contro i Berlinesi (66-82)

Alba Berlino-Cska Mosca 66-82 (15.17, 34-39, 42-61)
ALBA: Mason, Siva 7, Giffey 11, Eriksson, Mattisseck 2, Schneider 11, Ogbe 2, Giedraitis 10, Thiemann 1, Cavanaugh 3, Nnoko 8, Sikma 11. Coach Garcia Reneses Aito
CSKA: Bolomboy 12, James 22, Antonov, Strelnieks 7, Voigtmann 7, Voronstsevic 2, Clyburn 2, Hackett 2, Hilliard 21, Kurbanov, Hines 7, Baker . Coach: Dimitris Itoudis

Parziali: 15.17, 19-22, 8-22, 24.21

MVP: C’è il timbro di Mike James sul quarto successo consecutivo del Cska in questo inizio di Eurolega 19/20. 22 punti per l’ex Milano con il 50% dal campo da autentico mattatore. Non è da meno Darrius Hilliard che chiude con 21 punti e 6/10 da tre punti. Nel terzo quarto decisivo ai fini del risultato c’è l’impronta dell’ex Pistons e Spurs.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy