EuroLega, 5ª giornata: Clyburn guida il CSKA, Olympiacos ko a Mosca

0
euroleague.net
euroleague.net

CSKA MOSCA 88-82 OLYMPIACOS PIREO (20-25, 28-13, 18-21, 22-23)

Il Cska piega l’Olympiacos dopo un inizio non facile, soprattutto a causa di un Dorsey in evidente stato di grazia (15 nel solo primo quarto, 32 alla fiine) e di un approccio tendenzialmente sleepy dei padroni di casa. Passata la sfuriata iniziale dei greci, però, si vede un altro Cska. Trainato offensivamente da un sistema meno postbasso centrico e più perimetrale (28 tentativi da 3 totali stasera) e dal duo Clyburn – Lundberg in grande spolvero – 45 punti in 2, ma 29 sono del solo Clyburn – il Cska prende il comando delle operazioni e non si volta più indietro, guidando buona parte del match anche in doppia cifra di vantaggio. L’Olympiacos ha un sussulto a cavallo tra fine del terzo quarto e inizio del quarto quarto, ma non possiede ancora abbastanza continuità per mantenere costante la propria offerta offensiva e scivola meritoriamente al cospetto di un ottimo Cska, nonostante tenga pulite le proprie percentuali (72% da 2, 43% da 3) e Bartzokas sappia mettere una pezza al discorso palle perse: ben 9 all’intervallo, solo 4 negli ultimi due quarti di gioco.

La cronaca: l’Olympiacos che non ti aspetti aggredisce subito la partita (0-7), guidata da Vezenkov e da Dorsey, che minuto dopo minuto si scopre totalmente on fire e in grado di mandare a bersaglio 4 triple – su 4 tentativi – che spingono i reds alla doppia cifra di vantaggio (12-21). Il Cska si rifugia nell’esperienza di Kurbanov, che indica la strada con 2 triple (18-25) e con l’assist per la realizzazione di Bolomboy, che permette ai russi di chiudere il primo quarto con un controparziale di 7-0, e sotto di 5 lunghezze (20-25). Il Cska continua ad aprire il gas, mentre l’Olympiacos, soprattutto difensivamente, non sembra all’altezza dei primi minuti, andando a subire un parziale di 8-0 (15-0 totale tra primo e secondo quarto) che dà al Cska il primo vantaggio di serata (28-25) sulla tripla di Hackett. L’Olympiacos ha qualcosa da Printezis, 4 in fila a 31-31, ma possesso dopo possesso continua a subire il Cska, letale con il duo Clyburn – Lundberg, che segnano tutti gli ultimi 15 punti dei padroni di casa, a riposo con il vantaggio in doppia cifra (48-38). 9 perse, davvero troppe, per l’Olympiacos all’intervallo.

Ancora loro, Clyburn e Lundberg, inaugurano il quarto portando in dote i primi 5 punti dei padroni di casa, che aggiornano il massimo vantaggio sul +13 (53-40). Livio Jean Charles colpisce da 3 (58-47), ma la partita resta saldamente nelle mani dei russi, che in attacco trovano spesso volentieri uomo libero e conseguenti punti veloci. Le triple di Voigtmann e Clyburn, nel frattempo, danno il +15 alla banda di Itoudis (64-49). Bisogna attendere il finale di terzo quarto per un sussulto Olympiacos, che di orgoglio piazza un parziale di 10-0, in cui torna a mettere lo zampino Tyler Dorsey, giunto a quota 20 punti. Il Cska, colpito a freddo dalla reazione dei reds, impatta l’ultimo quarto avanti di 7 (66-59). Il miniriposo non scioglie i russi, che subiscono ancora l’inerzia Olympiacos e si trovano un solo possesso di vantaggio dopo i 4 punti in un amen di Dorsey (66-63). La bomba di Lundberg dà ossigeno ai moscoviti (69-63), che sistemano anche la difesa e ricominciano ad accumulare vantaggio, di nuovo in doppia cifra con la terza tripla di serata di Clyburn (75-65). I punti numero 25, 26 e 27 di Dorsey avvicinano l’Olympiacos (78-71), sempre però in difficoltà nel contenere Clyburn, che dalla lunetta trova, anch’egli il punto numero 27 di serata (84-73). Il Cska difende la vittoria fino alla sirena finale, nonostante la settima bomba di Dorsey spaventi Itoudis a 22” dalla fine (86-82). L’inchiodata di Bolomboy chiude la partita, il Cska vince 88-82.

MVP BASKETINSIDE: Clyburn, 29 punti, 7 falli subiti, 29 di PIR

CSKA MOSCA: Lundberg 16, Bolomboy 16, Ukhov, Hackett 4, Voigtmann 3, Clyburn 29, Faried, Kurbanov 10, Shved 10.

OLYMPIACOS PIREO: Walkup 6, Dorsey 32, Lountzis, Larentzakis, Fall 6, Sloukas 6, Martin 5, Vezenkov 6, Printezis 4, Papanikolaou 5, Livio JC 5, McKissic 11.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here